La Guida più completa per capire come lavorare in Svizzera

World Nomads Assicurazione Viaggi

Volete trovare lavoro in Svizzera?

Ecco alcuni consigli pratici per aiutarvi durante la ricerca lavoro.

Lavoro in Svizzera come cittadino europeo

Gli Italiani in quanto cittadini europei possono vivere e lavorare in Svizzera.

Entro 14 giorni dall’arrivo in Svizzera il neo-immigrato assunto da un datore di lavoro svizzero deve annunciarsi presso il comune di residenza e richiedere il permesso di dimora.

Questo può essere fatto presentando la propria carta d’identità o il passaporto e il contratto di lavoro con il quale si è stati assunti.

Per soggiorni di al massimo novanta giorni in sei mesi non è necessario alcun permesso.

Se intendete invece soggiornare per periodi più lunghi dovete comunicarlo all’Ufficio della Migrazione del Cantone dove volete soggiornare.

 

Permessi di dimora per lavorare in Svizzera

Esistono diversi tipi di permesso di dimora che vi consentono di vivere e lavorare in Svizzera a seconda delle vostre circostanze.

Permesso L

Previsto per un cittadino straniero che deve vivere in Svizzera per meno di un anno con uno scopo ben preciso.

Il cittadino italiano, in qualità di cittadino europeo, ha diritto al rilascio di questo permesso se dimostra un rapporto di lavoro che prevede una durata compresa tra i tre mesi e i dodici mesi.

Il permesso L (senza attività lucrativa) viene anche rilasciato ai cittadini dell’Unione Europea in cerca di lavoro senza però poter accedere alle assicurazioni sociali.

Permesso B

Previsto per cittadini europei e rilasciato a chi può dimostrare un rapporto di lavoro in Svizzera con durata superiore ai 365 giorni o a tempo indeterminato.

Ha durata di cinque anni con proroghe di cinque anni.

La prima proroga può essere limitata a un anno se il facente domanda è involontariamente senza lavoro da oltre 12 mesi consecutivi.

Permesso C

E’ un permesso di domicilio elargito a stranieri dopo una dimora di cinque o dieci anni in Svizzera.

Si tratta di un permesso illimitato senza condizioni.

Permesso G per frontalieri

Rilasciato a stranieri residenti in zone di frontiera come definite da accordi tra le nazioni confinanti e la Svizzera.

I frontalieri devono rientrare almeno settimanalmente presso il domicilio estero.

Importanza della conoscenza delle lingue

La Svizzera ha quattro lingue ufficiali: tedesco; francese; italiano e romancio.

Inoltre bisogna sottolineare che la maggior parte del tedesco parlata è svizzero-tedesco.

A seconda di dove volete andare a lavorare è importantissimo avere una buona conoscenza della lingua parlata nella città o nel cantone dove lavorate.

Soprattutto per realtà lavorative piccole dovrete avere una base di conoscenza della lingua locale ma il livello di conoscenza minimo varierà a seconda del livello della posizione lavorativa e del tipo di lavoro che dovete fare.

A meno che lavoriate in ambito internazionale la conoscenza dell’inglese non fornirà particolari vantaggi dal punto di vista lavorativo.

L’importanza della lingua ai fini del lavoro ha causato un alto influsso di Italiani nel Canton Ticino rendendo così la situazione occupazionale meno favorevole rispetto al resto della Svizzera.

Dove sono le offerte di lavoro

Il Schweizer Jobradar conferma quali sono i cantoni svizzeri con il maggior numero di offerte di lavoro.

Zurigo la fa da assoluto padrone di questa particolare graduatoria con il 20% degli annunci del mercato del lavoro svizzero.

Segue il cantone di Berna con metà delle opportunità rispetto a Zurigo.

In terzo posto Aargau seguito da Lucerna e Basilea.

Motori di Ricerca Annunci di Lavoro per la Svizzera

Ecco alcuni motori di ricerca per trovare annunci di lavoro inerenti la Svizzera.

Agenzie di Lavoro per trovare lavoro in Svizzera

Ecco alcune agenzie da consultare per fare i primi passi nella ricerca di lavoro in Svizzera.

Social Networks per professionisti in Svizzera

Se la vostra tipologia di lavoro è da ‘colletto bianco’, può essere utile iscriversi ad un social network dedicato ai professionisti per trovare lavoro in Svizzera.

LinkedIn è la scelta più ovvia grazie al grandissimo numero di iscritti a livello globale.

Se volete lavorare in Svizzera però prestate attenzione anche a Xing, un social network con simile funzionalità ma particolarmente attivo e popolare in nazioni dove si parla il tedesco.

Quanto guadagnerò con un lavoro in Svizzera?

L’Unione Sindacale Svizzera mette a disposizione un calcolatore  per aiutarvi a capire quanto si guadagna (in media) facendo il vostro lavoro con il vostro livello di esperienza.

Quando usate il calcolatore vi verrà chiesto il ramo economico all’interno del quale volete lavorare.

Questo perché una stessa tipologia di professione può guadagnare diversamente a seconda del ramo economico.

Vi verranno poi chieste informazioni su età, anzianità, posizione gerarchica, esigenza del posto di lavoro, campo di attività e le ore di lavoro previste dal contratto.

Riceverete un riassunto del salario mensile lordo in franchi svizzeri in base alla regione di attività e altre informazioni relative alla gamma di salari.

La costituzione federale svizzera e la legge federale sulla parità dei sessi prevedono che non vi siano disparità salariali tra uomini e donne che svolgono lo stesso lavoro. Se venite a conoscenza di discriminazione potete contattare l’ufficio federale per l’uguaglianza tra uomo e donna.

Lavoro in Svizzera – cosa fare se rimanete disoccupati

Il datore di lavoro svizzero non può licenziarvi durante i periodi “protetti”.

Questi sono legati a malattia, infortunio, gravidanza o congedo maternità.

Se avete perso il lavoro dovreste comunicarlo il più presto al comune di domicilio e all’Ufficio Regionale di Collocamento (URC).

Per iscriversi avete bisogno del certificato di assicurazione AVS, del passaporto o carta d’identità, del certificato di domicilio o attestato rilasciato dal comune di domicilio.

I cittadini stranieri devono inoltre presentare il proprio permesso di domicilio o una carta di soggiorno.

Il lavoratore straniero in possesso di un permesso di soggiorno a tempo determinato ha sei mesi a disposizione per trovare un altro posto di lavoro, in caso di perdita del posto di lavoro originale.

Bisogna però ottenere un permesso da parte dell’autorità cantonale della migrazione di competenza.

Trovate un elenco di autorità cantonali di competenza qui.

I cittadini stranieri in possesso di un permesso di soggiorno hanno diritto all’indennità di disoccupazione a patto di adempiere le condizioni richieste.

Come licenziarsi in Svizzera

Il rapporto di lavoro in Svizzera può essere sciolto da entrambe le parti in qualsiasi momento.

A meno che il contratto di lavoro preveda altrimenti, potete licenziarvi a voce.

Per coprirvi le spalle è però meglio farlo comunque per iscritto spedendo una lettera raccomandata. Se consegnate la lettera di licenziamento di persona fate in modo di chiedere una conferma scritta del suo ricevimento su una copia della lettera stessa.

Il lasso di tempo tra la disdetta e la fine del rapporto lavorativo è determinato dal contratto di lavoro. In assenza di una specifica stipulazione esso è determinato dal Codice delle Obbligazioni.

Naturalmente l’azienda può fare lo stesso nei vostri confronti.

Interviste a Italiani e Italiane che lavorano in Svizzera


Offerte di lavoro in Svizzera Francese (ma non solo) dove aiuta sapere l’italiano


Offerte di lavoro in Svizzera Tedesca (ma non solo) dove aiuta sapere l’italiano


Offerte di lavoro in Svizzera Italiana (ma non solo) dove aiuta sapere l’italiano


Offerte di Lavoro in Svizzera per SEO


Offerte di Lavoro in Svizzera – Ristorante

 

Lavoro Svizzera

 

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero