consulente informatico

Discussione in 'Programmatori In Fuga' iniziata da vintro, 21 Ottobre 2012.

  1. vintro Sto iniziando

    Ciao a tutti. Il mio nome è Vincenzo e seguo da tempo il sito di italiansinfuga. Ho una laurea breve in informatica e circa 4 anni d'esperienza come consulente Sap ABAP. Sto cercando, come molti, di lasciare l'Italia. Ho già avuto una breve esperienza lavorativa a Londra e vorrei tornarci. Ho anche lavorato anche come tecnico hardware e software e attualmente sto senguendo dei corsi di formazione sulle tecnologie web. Ciao Vincenzo
  2. Aldo Administrator

    Ciao Vincenzo

    4 anni di esperienza SAP dovrebbero essere un buon biglietto da visita o sbaglio?
  3. vintro Sto iniziando

    Ciao Aldo, in linea generale dovrebbe essere proprio così ma ci sono molte differenze tra il mercato del lavoro italiano e quello estero. Ci tengo a precisare che la mia è una valutazione puramente soggettiva ma con molti elementi oggetti. 4 anni d’esperienza sul mercato italiano non possono essere paragonati ad altrettanti anni sul mercato estero. Nel mercato italiano c’è poca meritocrazia, la formazione o l’aggiornamento è quasi inesistente. Non ci sono dei percorsi di crescita professionale. È tutto demandato alla buona volontà della persona, ma in certi casi non è sufficiente.

    Vincenzo
  4. Aldo Administrator

    pero' sono un inizio, no? :)
  5. Goguz88 Sto iniziando

    secondo me se vai a londra spacchi su tutto :D (in senso positivo ovviamente)
    VAI VAI VAI!!
  6. Alex1978 Partecipo

    Ciao, in quali moduli? E cos'hai fatto, supporto? Mi sembra tu ti stia buttando un po' giu' :) Come cv parti gia' bene, son certo che avrai gia' scannato mezzo web per i vari lavori? Non hai trovato nulla ? Hai la possibilita' di muoverti dove vuoi (nel senso che spero tu non ti fossilizzi necessariamente su Londra) e quindi trovare l'ambiente giusto che ti permetta di crescere e fare l'esperienza giusta.
    Ho lavorato come consulente in Italia nel campo informatico per diversi anni e son d'accordo con quel che dici...ti spremono e basta e non sono interessati alla tua crescita. Non aspettarti sia cosi' tanto diverso qui, ma almeno la meritocrazia c'e'!
    Come contro in genere posson licenziarti con facilita' e la problematica nel campo informatico qui e' l'off-shoring ovvero dare il lavoro agli indiani, che costano un decimo se non meno.
    Detto questo se hai voglia di opportunita' ce ne sono
  7. vintro Sto iniziando

    Ho fatto supporto per diverse aziende. Non mi sono mai specializzato su un particolare modulo. Davo principalmente supporto a funzionali FI MM PP ma senza mai entrare nelle logiche di processo ( questo credo che sia stato il mio errore ). Attualmente sto cercando di studiare altre tecnologie che si possano integrare con SAP e sto facendo un corso come SAP Basis da autodidatta. In Italia non si può proprio più lavorare. Dopo 6 anni di esperienza ti trattano come se fosse il tuo primo giorno di lavoro, richiedono la conoscenza di cose spropositate e vogliono pagare poco. Se questi non sono motivi sufficienti per andare via, io non so che altro dire.

    ho avuto la fortuna di fare il progetto “Leonardo” qualche anno fa. Sono stato a Londra. Ho potuto toccare con mano le abissali differenze che ci sono con il nostro paese. La questione non è lavorare molto o poco ma come si lavora. Anche in UK, il lavoro è duro, ma se dimostri di essere una persona che da il massimo, ti viene riconosciuto. ( questa è la mia personale impressione. ) so bene che non è tutto oro quello che luccica.. ma in Italia siamo alla frutta.
    A NorthernLights piace questo elemento.
  8. Alex1978 Partecipo

    Capisco, fai bene a prepararti il piu' possibile con corsi, aiutano molto anche se come ben sai e' quando hai l'opportunita' di sporcarti le mani che impari meglio e piu' velocemente.

    Ricordo gli ambienti italiani, specie nel mondo delle consulenze dove spesso e volentieri ti trovi anche a lottare con consulenti di alter societa' e a volte addirittura con colleghi :-| Credo di essere stato abbastanza fortunate ma ho anche investito un bel po' di fatica, tempo, bile e impegno per migliorarmi il piu' possibile e arrivare ad ottenere un minimo di conoscenza = potere.... ho sempre rifiutato di fossilizzarmi/adagiarmi troppo, a volte mettendomi in situazioni non semplici e ne e' sempre valsa la pena.

    Poi ho buttato il cv su monster e li' e' iniziato il tutto...sono in Inghilterra dal 2005 e non ne sono pentito, anzi....hai ragione sul discorso della meritocrazia e in piu' c'e' molto rispetto per la vita privata....in Italia spesso e volentieri viene dato per scontato il dover fare gli straordinari, a volte senza esser retribuiti. Qui non e' cosi'...puoi scegliere se e quanto dare e giustamente non solose fai qualcosa in piu' ti viene riconosciuto ma anche quel che fai giornalmente viene apprezzato: molto piu' di quanto possa capitare in Italia.

    Cerca e prova!
  9. vintro Sto iniziando

    ma anche tu lavori nel mondo SAP? io vorrei venire a Londra magari mi puoi dare una mano. Sono disponibile a vedere anche altre tecnologie se è necessario. No problem!! Basta che non rimango in Italia!!!! il mio contatto skype è enzo1975it. Fatti sentire che ne parliamo a voce. ;)
  10. Alex1978 Partecipo

    Ciao,

    No, non lavoro su SAP, ma so di cosa si tratta...ho lavorato per un po' sulle Oracle Financials Apps. Sono specializzato sui database multidimensionali: Oracle Hyperion/Essbase, Cognos TM1, etc.

    Stai alla larga da Londra se riesci, almeno fino a che non ti specializzi e padroneggi lingua e tecnologia, diversamente e' probabile tu debba "adattarti"....costa troppo, e' stressante, etc. Cerca, se riesci, un posto piu' a misura d'uomo almeno per i primi anni in modo da poter imparare, vivere meglio e soprattutto guadagnare di piu'. A Londra finiresti solo per lavorare per pagarti una stanzetta.....ovvio magari ti capita l'occasione giusta.

    Purtroppo il tipo di aiuto che posso offrirti e' puramente di questo tipo : posso solo darti consigli.

    La chiave sta nel preparare il piano di fuga dall'Italia meglio che puoi, migliora la lingua, migliora le tue conoscenze, prepara meglio che puoi il cv, rastrella la rete piu' che puoi e manca cv a manetta controllando bene quanto pagano, dove sono, cosa richiedono,etc e fai le varie ricerche del caso.....e se trovi a Londra, pensaci MOLTO bene.

    Non andare a Londra perche' fa figo, o perche' ci sono gli amici e fai bene il paragone a livello di stipendi (soprattutto tenendo in considerazione il costo degli affitti/della vita) perche' potresti dover rivedere gli standard di vita in maniera esagerata.

    Questo e' stato quel che ho fatto in passato e credo di aver fatto bene....ho puntato su localita' piu' tranquille/piu' piccole che offrivano opportunita' migliori, anche a livello economico e sono convinto di aver fatto la scelta giusta. Punta anche a compagnie grandi perche' potrebbero volerti offrire dei relocation packages : io ho fatto cosi' e £5000 mi han fatto particolarmente comodo.

    In bocca al lupo
    A melanrz piace questo elemento.
  11. vintro Sto iniziando

    Pensavo a Londra come base di partenza perché conosco già qualche recruiter ma se puoi suggerire qualche altra location ben venga. Io stavo pensando anche alla Danimarca ( nord europa ) Che ne pensi? Adesso sono fermo e ho tempo per decidere. Londra era ideale anche per migliorare la lingua. Ci sono molte scuole a basso costo.
  12. Alex1978 Partecipo

    naa, tutti i rectruiters son solo squali...spesso e volentieri non sanno nemmeno di cosa parlano.....
    nulla e' a basso costo a Londra :) qualsiasi cosa che trovi li' la trovi 2,3,5, 10 volte piu' bassa altrove....in quanto alla scuola, qui ad esempio, come in quasi tutte le citta' ci son scuole anche gratuite o semi a seconda del reddito (eg esol, nile,etc).
    Danimarca? Ascoltavo le notizie questa mattina e' danno eorina gratis, perche' no :) scherzo....ovunque va bene quando sei fermo o quando hai desiderio di un certo tipo di esperienza
  13. gaius Sto iniziando

    Il segreto è essere indipendente.

    Ottenere un posto fisso come informatico è MOLTO difficile. Per i consulenti indipendenti, invece, è facilissimo, anche all’estero! Perché? L’azienda non corre nessun rischio: nessun preavviso da respettare, nessun indennizzazione o vacanze da pagare, nessun’amministrazione (biglietti aerei & albergo) da fare, nessun assicuranza da prendere...

    Da 4 anni sto lavorando nel Belgio in un'azienda di utilità (elettricità, gas & acqua); prima lavoravo per 10 anni in una compagnia petrolifera –a Bruxelles, Londra e Breda.
    Anche nella compagnia petrolifera (grossisima) era quasi impossibile per i dipendenti interni andar a lavorare all'estero. Espatriare un dipendente interno costa una fortuna. Ogni progetto internazionale si faceva con dei consulenti indipendenti. Anche se quelli non parlavano la lingua –solo un inglese basico-, non avevano il titolo,...!

    Adesso faccio il capo di progetti SAP. Ogni giorno dei “headhunters”, tanto dal Belgio come dall’estero (Inghilterra & Irlanda), mi contattono. Offrono i CV di informatici stranieri. Per la stessa logica anche i consulenti belgi trovano senza problema un posto nel’estero.

    Insomma:
    - se sei di un paese con alti contributi da lavoro (Italia, Belgio etc.) è quasi inutile applicare con Accenture, CapGemini, Atos etc. nella speranza che ti trasferiscono all’estero –sei troppo costoso. Funziona benissimo per i rumeni, ucraini etc.
    - applicare per un posto fisso all’estero è difficile per motivi pratici (omologazione titoli, conoscenze della lingua, “razzismo”,...)
    A NorthernLights piace questo elemento.
  14. wotmof Partecipo

    L'idea di tenersi alla larga da Londra io la terrei bene a mente. Perche' non optare per il sud del Regno Unito, la fascia che va da Brighto, Portsmouth, Southampton, Bournemouth, ed anche Bristol, Bath. Il sud dell'Inghilterra e' vivibilissimo, si trovano molti lavori nell'informatica. Io vivo a Southampton da due anni e mi trovo bene, Londra e' ad un tiro di schioppo. Probabilmente gli stipendi non sono allo stesso livello, ma a volte capitano occasioni da leccarsi i baffi. Poi la botta di culo, quella ci vuole sempre..
  15. vintro Sto iniziando

    Ciao gaius. Visto che fai il capo progetto. Ti posso proporre il mio CV. grazie

Condividi questa Pagina