Trasferirsi a Valencia: scopri il tuo quartiere

World Nomads Assicurazione Viaggi

I quartieri di Valenica SpagnaHola ¿qué tal?

Sono Andrea, da due anni vivo in quel di Valencia: una città splendida, per la quale ho perso subito la testa, e che racconto abitualmente attraverso il mio blog VisitareValencia.com.

Come ospite del mitico portale di Aldo, vorrei aiutarvi a conoscere meglio i diversi quartieri di Valencia.

Vamos!

Una città dagli affitti low-cost

Prima di partire con una carrellata dei diversi quartieri di Valencia, ci tengo a evidenziare un aspetto non da poco: quello del costo della vita; nello specifico degli affitti.

Se state pensando di trasferirvi in Spagna, forse già saprete che il tenore di vita è sensibilmente più abbordabile rispetto all’Italia; soprattutto per quanto riguarda alcuni settori, come ad esempio quello della ristorazione.

In linea di massima, il discorso è valido anche per gli affitti; salvo alcune eccezioni che si collocano in media su delle fasce di prezzo più alte – vedi Barcellona.

Nel caso di Valencia, se siete fortunati e vi muovete con anticipo, potreste riuscire a trovare una stanza in pieno centro intorno ai 250 euro.

Ciutat Vella: il centro storico di Valencia

Iniziamo quindi con il centro storico, identificato in lingua valenciana con la sigla di Ciutat Vella; per non inimicarvi qualche autoctono, vi raccomando da subito di non confonderla con il catalano.

Anche qui, come ogni centro che si rispetti, gli affitti non sono esattamente i più economici sul mercato, ma – come accennato – ampiamente al di sotto di una metropoli italiana.

Carmen

Il quartiere del Carmen è una delle zone più famose e più suggestive della città.

In questo barrio si fondono alla perfezione i ritmi della cultura e della storia, con quelli del divertimento e della vita notturna.

Di giorno, uscendo di casa, percorrerete il gomitolo di strade e vicoli che lo contraddistinguono, arricchito da tantissimi musei, spazi creativi e monumenti storici.

La notte, come detto, non dovrete fare molta strada per cercare un po’ di sana movida; vi basterà scendere di casa e raggiungere la centralissima plaza del Tosal.

Durante l’anno poi, avrete modo di vivere appieno alcune delle principali feste cittadine; in primis le famosissime Fallas di Valencia.

Altrettanto interessante il festival artistico Intramurs, organizzato solitamente a cavallo tra il mese di ottobre e novembre.

La Seu e la Xerea

I miei primi cinque mesi a Valencia li ho trascorsi proprio nel quartiere della Xerea.

Non posso che parlarne bene, anche se i costi, in entrambe le zone, possono essere abbastanza impegnativi.

Si tratta inoltre di due quartiere molto tranquilli – siamo pur sempre dietro alla Cattedrale di Valencia – con pochi locali notturni.

In compenso, non mancano ristoranti e bar; ce ne sono un paio molto interessanti come ad esempio il Sol y Luna di calle del Mar e il Bar Almudin.

El Mercat

Il Mercat comprende il perimetro dietro la struttura del Mercato Centrale di Valencia.

Si tratta, insieme all’area presso la stazione dei treni, della zona più economica del centro in cui cercare casa.

Se non vi piace molto la confusione, vi consiglierei di cercarla verso la parte più esterna – andando verso la fermata della metro Angel Guimera; nella zona chiamata El Pilar.

Sarete ad ogni modo a 5 minuti a piedi dalla centralissima plaza del Ayuntamiento.

L’Eixample: quartiere residenziale alla moda

Se siete in cerca del non plus-ultra dei quartieri residenziali esterni al centro storico, non c’è che la zona dell’Eixample.

Quartiere signorile dalle strade ben tenute e palazzi che riprendono lo stile della scuola modernista catalana.

Ruzafa

Da un paio d’anni a questa parte, dopo un importante intervento di restyling urbano, Ruzafa rappresenta senza dubbio il quartiere più cool di Valencia.

A testimoniarlo, oltre alla costante apertura di attività commerciali varie, il forte rincaro dei prezzi degli affitti.

Per quanto siate disposti a “sacrificarvi” in termini di mq, in questo quartiere difficilmente ve la caverete con meno di 300/400 euro.

Soprattutto se la vostra ricerca si concentra nel trittico delle tre strade più frequentate: calle Cadiz, calle Sueca e calle Cuba.

In compenso, avrete scelto un quartiere in cui non vi annoierete: alcuni dei migliori club, caffetterie, librerie, festival e gallerie d’arte si trovano in questa zona.

A vostra disposizione anche il redivivo mercato agro-alimentare di Ruzafa!

Canovas

Adiacente a Ruzafa, il quartiere di Canovas rimane più vicino al parco del Turia; principale area verde della città, ricavata sul letto del vecchio fiume.

Questo è sicuramente un bel vantaggio rispetto ai ruzafeños; quasi privi di aree verdi.

L’architettura di Canovas non si differenzia molto da quella di Ruzafa; non mancheranno perciò bellissimi palazzi intonacati, cosi come locali e ristoranti, concentrati in particolar modo su calle del Comte d’Altea.

Zone studentesche

Quartieri universitari: non potevano mancare, essendo Valencia – oltre che una città balneare – un importante polo accademico.

Le diverse facoltà si concentrano principalmente lungo la grande avenida Blasco Ibañez: a nord e a sud di questa strada sorgono le due aree di riferimento.

Benimaclet

Nella giornata di uno studente, Benimaclet troverà sempre posto; anche solo per prendere una birra insieme agli amici di facoltà.

Per questo motivo, non importa a che ora andiante, troverete sempre dei bar popolati da studenti.

In passato, la località costituiva un paesino autonomo da Valencia; come è possibile constatare dalle piccole casette che nascono attorno alla plaza de Benimaclet.

Proprio attorno alla piazza, sono disseminate numerose caffetterie e bar in cui solitamente vengono organizzati concertini acustici piuttosto che reading o piccole esibizioni teatrali.

Dall’animo libertario di Benimaclet prende origine anche il bellissimo festival Confusion (ottobre), ideato da due ragazzi italiani.

Aragon e Amistat

Anche Aragon e Amistat rientrano a pieno titolo tra le zone universitarie.

Ciò nonostante, rispetto alla più alternativa Benimaclet, il valore degli affitti è più alto; soprattutto in prossimità dello stadio di calcio Mestalla.

Man mano che ci allontaniamo da quest’ultimo, quindi muovendosi verso il mare, il prezzo tende ad abbassarsi.

A metà strada tra queste due aree, sorge uno dei punti di ritrovo più interessanti di tutta Valencia: la plaza del Cedro; in festa praticamente quasi tutti giorni della settimana.

Tra i motivi del successo, dobbiamo annoverare la mitica Taberna Fila el “Labrador” – ottimo locale per provare tapas tradizionali – e i tanti locali dove ascoltare musica dal vivo.

Quartieri periferici

In questo paragrafo ho fatto rientrare due aree geograficamente distanti tra loro, ma legate da un filo in comune; quello del risparmio.

Se state cercando un appoggio davvero economico e non vi interessa avere a portata di mano le zone più frequentate, queste località fanno al caso vostro.

Cabanyal e Poblats Maritims

Si tratta delle zone situate in prossimità della spiaggia cittadina.

Anche se vi sembrerà strano, l’area marittima di Valencia non è particolarmente vissuta; o meglio, lo è a modo suo.

La sua collocazione, a circa 20 minuti in metro dal centro, fa si che l’area venga frequentata per lo più durante la giornata; questo anche perché la metro chiude a mezza notte.

Oltre al “problema” della metro va detto che, una volta chiusi i battenti dell’America’s Cup – nel 2001 – la zona è entrata in un fase di declino.

Come spesso avviene pero, da un po’ a questa parte, il Cabanyal sta piano piano tornando in auge; soprattutto grazie ad attività storiche come il ristorante la Pascuala e a nuovi progetti di socialità come quello messo in piedi dal locale Fabrica del Hielo.

Patraix

Situato a sud-ovest, nei pressi della seconda stazione ferroviaria della città.

Il quartiere di Patraix, pur collocato certamente al di fuori dei principali circuiti di Valencia, a tuttavia qualche valida attrattiva: la vicina Rambleta – principale spazio espositivo in town e ottima sala concerti – la notevole iglesia de San Isidro Labrador e la Juanita Club per i migliori live reggae.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta