Vivere a Malta: PRO E CONTRO

World Nomads Assicurazione Viaggi

Vivere a MaltaArticolo di Roberto Stanzani.

La rubrica PRO E CONTRO di Italiansinfuga è dedicata a tutti coloro che stanno cercando un luogo migliore in cui trasferirsi per vivere.

Si analizzano di volta in volta, in maniera chiara e schematica, tutti i pro ed i contro dei diversi paesi.

Per fare questo si utilizzano le informazioni e i dati contenuti all’interno di “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, un e-book che in modo chiaro e sistematico esamina tutti i 196 Paesi del mondo, rendendo possibile un confronto semplice ed immediato tra tutti gli Stati del pianeta.

Oggi ho deciso di prendere in considerazione Malta, un piccolo gioiello incastonato nel mare Mediterraneo, a 80 km dalla Sicilia e a quasi 300 dalla Tunisia.

Vorrei parlare di questa piccola nazione perché, nell’immaginario collettivo così come nella realtà, è una delle mete turistiche più ambite e ricercate degli ultimi anni, tuttavia non deve essere considerata solo una destinazione per vacanze.

Si tratta di uno dei 10 paesi più piccoli al mondo, ed è composta da 7 piccole isole.

Quelle abitate sono solo 2, Malta e Gozo.

Poi c’è Comino sulla quale è presente un solo resort di lusso (per fortunati vacanzieri).

I maltesi sono poco più di 400mila, ma quando vivi a Malta si ha l’impressione di essere sempre attorniato da una miriade di persone.

Infatti qui non ci sono solo i maltesi: questo è un paese multiculturale e si può conoscere gente proveniente da tutte le parti del mondo.

Poi, soprattutto nella stagione estiva, questa terra viene popolata da moltissimi turisti.

Per avere un’idea, nel luglio del 2014 l’Aeroporto Internazionale di Malta ha registrato oltre 511.000 passeggeri.

Essendo un’ex colonia britannica, a Malta si parla l’inglese (oltre al maltese) e si conservano alcune tradizioni del Regno Unito come la guida a sinistra.

In verità anche gli Italiani che abitano a Malta si trovano molto bene, poiché la nostra lingua è parlata correttamente da più del 66% dei maltesi, complice anche il fatto che, data la vicinanza con le coste siciliane, qui si ricevono bene i segnali televisivi italiani.

Ora prendiamo in considerazione i 50 diversi argomenti che “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” analizza per ogni paese del mondo: Clima, Inquinamento, Costo della Vita, Livello Salariale, Presenza di Criminalità, Diritti Umani, Presenza di Malattie endemiche, Qualità della Sanità, Longevità, Presenza di Guerre, e molti altri..

Dopo aver analizzato questi temi fondamentali, ho selezionato i punti nei quali il paese eccelle (le caratteristiche migliori) o al contrario pecca (le caratteristiche peggiori).

Iniziamo subito con i PRO

Criminalità

Questo è un aspetto sul quale Malta vince a mani basse su quasi tutti i paesi del mondo.

In Europa solo la Svizzera, il Liechtenstein e il Principato di Monaco riescono a fare meglio.

La vita scorre serena e la sicurezza personale non è mai messa in discussione.

Corruzione

Quando si parla di corruzione viene da pensare che tutto il mondo sia paese.

Abitando a Malta non si ha per niente la torbida sensazione che si ha vivendo in altre nazioni.

Ed infatti secondo i Worldwide Governance Indicators (WGI), la corruzione maltese risulta essere tra le 34 più basse del mondo.

Disoccupazione

Se è vero che per vivere bisogna lavorare, sarebbe meglio stare lontani da paesi come l’Italia, la Polonia, la Slovacchia e il Portogallo (che hanno tutti tassi di disoccupazione vicini al 13%).

A Malta se sai l’inglese e hai skills da giocarti, non è difficile trovarti un posto di lavoro adeguato.

Qui il tasso di disoccupazione è tra i più bassi d’Europa: 5,8% (ai livelli di Germania, Danimarca e Austria).

Diritti e libertà

In un mondo nel quale i diritti e le libertà sono ogni giorno sempre più a rischio, Malta rappresenta un’oasi felice, dove le libertà individuali sono tenute in massima considerazione.

Sia dal punto di vista dei diritti politici, della libertà di stampa, sia per quanto riguarda la libertà di professare la propria religione, si raggiungono livelli davvero molto alti.

Cultura

Un passato antichissimo con oltre 6000 anni di storia.

I templi di Ggantjia (sull’Isola di Gozo) sono almeno 1000 anni più antichi delle piramidi egizie, così come l’ipogeo Hal Saflieni, (l’unico tempio preistorico sotterraneo) scavato in un periodo che oscilla tra 3600 ed il 2500 a.C.

A Malta la storia si intreccia col mito: nei pressi della Baia di Ramla (una delle spiagge più belle dell’isola con la sua sabbia rossa finissima) c’è la Grotta di Calipso, la caverna descritta da Omero nell’Odissea.

Non sorprende che l’UNESCO abbia intitolato ben 3 luoghi come Sito Patrimonio dell’Umanità.

Ed ora vediamo quali sono i CONTRO:

Energia

Come dimostra la mappa mondiale dell’autosufficienza energetica (contenuta in “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”), Malta soffre dei mali caratteristici di molti altri arcipelaghi, quegli aspetti negativi legati proprio all’isolamento.

Uno di questi elementi è la scarsità di risorse energetiche che rende il paese completamente dipendente dai rifornimenti esterni ed in balia delle fluttuazioni del mercato legato alla produzione di energia primaria.

Un particolare da non sottovalutare, specialmente nell’ottica di un trasferimento che mette in gioco situazioni di medio-lungo termine.

Fenomeni migratori

Dagli Stati piccoli e isolati (proprio come nel caso di un arcipelago), la popolazione tende ad andarsene in percentuale molto maggiore rispetto alle nazioni grandi e continentali.

A Malta il tasso di emigrazione è del 23% (tra i 20 paesi del mondo con il tasso più alto!).

Per avere un termine di paragone, nello stesso periodo, in Italia (che è comunque un paese dal quale si scappa molto) il tasso di emigrazione è del 4,3%.

Questo a dimostrazione che vivere in un’isola non è sempre facile, molte volte per ragioni di carattere psicologico.

Ecco quindi che dopo aver esaminato i 50 diversi argomenti approfonditi per ogni paese del mondo, ho evidenziato i punti rilevanti che, a mio modo di vedere, caratterizzano Malta, sia in positivo, sia in negativo.

Gli Stati nel mondo sono quasi 200 e non è per niente semplice sceglierne uno nel quale espatriare senza aver fatto prima una seria analisi di tutti gli aspetti importanti.

Ciò che è certo è che a Malta i PRO sono di gran lunga più numerosi dei CONTRO.

E’ vero che non ci troviamo di fronte ad un paese tropicale, quindi non si può pretendere il caldo per tutto l’anno, ad ogni modo il clima è tutto sommato molto gradevole.

Si tratta del clima mediterraneo ad estate molto calda.

L’inverno è corto e le temperature non scendono mai sotto i 10 gradi.

La bella stagione dura a lungo ed il clima è secco.

Il mare ha una temperatura piacevole e si riesce a fare il bagno tranquillamente fino a tutto ottobre.

In definitiva Malta è per molti versi un possibile Eden, uno di quei pochi luoghi al mondo dove si può vivere soddisfatti del presente.

Mi auguro di aver chiarito qualche dubbio e di aver gettato il seme per la nascita di qualche ulteriore domanda.

Grazie per avermi letto,

Roberto Stanzani
www.ilmioeden.it

Vivere a Malta

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *