Lavorare come Interior Designer in Cina

World Nomads Assicurazione Viaggi

Shenzhen - Cina

Angela Micoli condivide la sue esperienza di interior designer in Cina.

Si occupa anche di coinvolgere la comunità di Italiani a Shenzhen attraverso il gruppo Facebook, il profilo Instagram che racconta la quotidianità per immagini e la pagina ufficiale a servizio degli Italiani che vivono a Shenzhen e quelli che ancora vogliono raggiungerla sia per lavoro o solo per un viaggio.



Come si è presentata la possibilità di trasferirti in Cina nel 2012?

In Cina ci sono arrivata semplicemente rispondendo a 2 offerte di lavoro trovate sul sito: american-architects.com, una su Shanghai e una su Shenzhen.

Dopo meno di una settimana ho ricevuto da entrambi una risposta positiva ed un invito per concordare un colloquio via Skype.

Ho superato la selezione per entrambe le posizioni ed ho scelto Shenzhen solo perché mi allettava l’idea di andare a vivere in una grandissima città “senza storia” e piena zeppa di edifici contemporanei, grattacieli, strade larghissime, distese di verde e per la sua vicinanza ad Hong Kong.

Asian street actions – cooking #italianiashenzhen #hongkong #hongk #streetphoto #streetfood #china #oldstreet #streetstyle #streetart

Una foto pubblicata da italiani a shenzhen (@italianiashenzhen) in data:

Come è stato il primo impatto con la Cina?

Il primo impatto è stato scioccante!

Nessuno parlava inglese ed ogni azione appartenente alla vita quotidiana (tipo andare al supermercato a fare la spesa, prendere la metro, comprare l’acqua, andare dal parrucchiere etc) sembrava qualcosa di impossibile.

Mi sono persa un sacco di volte in angoli remoti, in vicoli stretti anche se poco “storici” dove la gente mi guardava come se fossi una specie di marziano ed il più delle volte mi fermava per scattare una foto con me.

Ricordo che non esitavano a sorridermi o salutarmi con un “hello”, davvero tutti molto cordiali tanto da trasmettermi un senso di vera accoglienza.

Tutto questo perché 4 anni fa a Shenzhen non c’erano molti stranieri e quei pochi sembravano delle “divinità” a questa gente proveniente da poveri villaggi attorno a Shenzhen poco abituata alla vita metropolitana.

Adesso non è più così!

In soli 4 anni Shenzhen è cambiata tantissimo, ha mantenuto, secondo me, le promesse fatte a tutti quei contadini in cerca di fortuna.

Asian street actions – shave #italianiashenzhen #chineseparty #chineseoldstreet #chinesepeople #chinesepeoplebelike #hongk #hongkong #shave

Una foto pubblicata da italiani a shenzhen (@italianiashenzhen) in data:

Di cosa ti occupi attualmente?

Adesso sono “Design Director” per un’azienda Internazionale che si occupa di Progettazione Architettonica di Ville e Hotel di Lusso.

Ho un mio team di progettazione (tutto cinese!) che dirigo e coordino per la perfetta realizzazione di ogni progetto.

Mi occupo anche del contatto con il cliente e dello sviluppo del portfolio clienti dell’azienda.

Asian stret actions – chat #italianiashenzhen #italiani #streetphoto #oldstreet #hongk #hongkong #mobile #mobilechat ×÷”&@%

Una foto pubblicata da italiani a shenzhen (@italianiashenzhen) in data:

Secondo la tua esperienza, quali sono le opportunità di lavoro per architetti italiani in Cina?

La Cina, come si legge dalle più recenti statistiche, ha rallentato la sua crescita economica ed uno dei settori in crisi è proprio quello dell’edilizia.

Non dico che non c’è più spazio per gli architetti ma non è facile trovare un lavoro ben retribuito.

Sopra tutto è molto difficile riuscire ad ottenere il visto di lavoro e condizioni contrattuali oneste.

Com’è il trattamento economico confrontato al costo della vita a Shenzhen?

Il trattamento economico è più che soddisfacente per me dato che il mio stipendio appartiene alla fascia alta considerato che occupo la carica professionale più elevata per uno straniero qui in Cina.

Mi ritengo più che soddisfatta della mia carriera professionale che mi è stata più volte negata in Europa.

Non voglio parlare solo del trattamento economico, ma dell’entità dei progetti a cui ho partecipato: grandissimi progetti di Urban Planning di dimensioni inimmaginabili in Europa o forse affidati ed accessibili solo a studi famosi.

All’inizio non mi sentivo all’altezza perché mi mancava l’esperienza per affrontare simili progetti ma non mi sono persa d’animo ed ho cominciato a studiare, ricercare, sperimentare.

Ci sono stati momenti difficili da superare, ho dovuto davvero mettere alla prova la mia determinazione e misurare la mia pazienza ed imparare ad accettare e rispettare questa cultura, cambiando molti lati del mio carattere.

Ci descrivi Shenzhen?

Shenzhen è una giovane signora del segno dei Gemelli, con due personalità: da un lato la città pulita, super contemporanea, efficiente e dalla forma smagliante, dai locali fashion, musica alternativa, ragazze bellissime ammiccanti; dall’altra la città che dalle famiglie cinesi che condividono 25 metri quadri di casa, dalle giovani ragazze provenienti dai villaggi con uno stipendio cosi basso da rimanere sempre ai margini, dagli operai che lavorano in questi max cantieri ammassati in containers dalle condizioni igieniche disumane e dai giovani stranieri provenienti da tutto il mondo in cerca di fortuna molte volte negata.

Che consigli daresti a interior designer italiani che stanno pensando alla Cina come destinazione?

Consiglio di armarsi di pazienza e grande senso di accoglienza per questa cultura davvero affascinante ma diametralmente diversa dalla nostra.

Consiglio di venire carichi di umiltà e pieni di buonsenso per riuscire a conquistare un mercato molto restrittivo che richiede qualifiche di alto livello, determinazione e poche aspettative.

Pro e contro della vita di tutti i giorni in Cina?

Pro: viaggio spessissimo per lavoro ed ho la possibilità di esplorare posti sempre nuovi e culture diverse che raggiungere dall’Europa sarebbe stato impossibile ed improponibile a livello di costi.

Contro: la difficoltà di trovare ogni giorno un modo nuovo per riuscire a stimolare un team di cinesi e convincerli a lavorare.

Grazie Angela e buon proseguimento in Cina!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *