Classifica delle nazioni dove fanno fatica a trovare lavoratori

World Nomads Assicurazione Viaggi

Classifica delle nazioni dove fanno fatica a trovare lavoratori (1)

Il Manpower Group ha pubblicato l’edizione 2015 della ‘Talent Shortage Survey‘.

Attraverso questo sondaggio sono stati interpellati 41.700 datori di lavoro in 42 nazioni.

L’obiettivo è quello di capire la difficoltà da parte delle aziende nel trovare lavoratori con le giuste competenze all’interno dell’attuale mercato del lavoro.

L’edizione 2015 è la decima e quindi in grado di fornire buone indicazioni sull’andamento del mercato del lavoro globale durante gli ultimi anni.

Il tasso di disoccupazione rimane alto in molte nazioni e la crescita dei posti di lavoro rimane fragile a causa dell’incertezza che le aziende che devono gestire nel breve e medio termine.

Il sondaggio chiede alle aziende.

  • se stanno facendo fatica a trovare personale
  • in caso positivo, quali posizioni creano le maggiori difficoltà
  • il perché è difficile trovare lavoratori per queste posizioni
  • qual è l’impatto sull’azienda
  • cosa sta facendo l’azienda per trovare lavoratori da assumere

A livello mondiale il 38% delle aziende interpellate hanno rivelato di avere difficoltà a trovare lavoratori con le giuste competenze e la giusta esperienza da assumere per particolari posizioni lavorative.

Questo è il dato più alto dal 2007.

Per quello che riguarda le singole nazioni, ecco la classifica in base alla percentuale di datori di lavoro che esprimono difficoltà nel trovare lavoratori:

  • Giappone 83%
  • Perù 68%
  • Hong Kong 65%
  • Brasile 61%
  • Romania 61%
  • Grecia 59%
  • India 58%
  • Taiwan 57%
  • Messico 54%
  • Turchia 52%
  • Nuova Zelanda 51%
  • Bulgaria 50%
  • Colombia 47%
  • Ungheria 47%
  • Costarica 43%
  • Panama 46%
  • Germania 43%
  • Guatemala 44%
  • Australia 42%
  • Polonia 41%
  • Svizzera 41%
  • Singapore 40%
  • Austria 39%
  • Israele 39%
  • Svezia 39%
  • Argentina 37%
  • Canada 32%
  • Stati Uniti 32%
  • Sud Africa 31%
  • Norvegia 30%
  • Francia 29%
  • Italia 28%
  • Slovacchia 28%
  • Slovenia 27%
  • Belgio 24%
  • Cina 24%
  • Finlandia 22%
  • Repubblica ceca 18%
  • Paesi Bassi 14%
  • Spagna 14%
  • Regno Unito 14%
  • Irlanda 11%

La difficoltà nel trovare lavoratori competenti ed esperti non è la stessa per tutte le professioni, ovviamente.

A livello globale, le professioni con più lacuna di lavoratori sono quelle della manodopera specializzata seguite da professioni nel campo delle vendite e da quelle nel campo dell’ingegneria.

È interessante notare che durante gli ultimi cinque anni le tipologie di professioni con lacune di mano d’opera a livello globale sono rimaste le stesse.

Il sondaggio rivela inoltre i risultati a livello “regionale”.

Per quel che riguarda l’EMEA (Europe, Middle East & Africa), la regione più utile per gli italiani grazie alla libertà di movimento in Europa, i risultati sono meno positivi, per i lavoratori, rispetto al resto del mondo.

Il numero di datori di lavoro che dicono di avere difficoltà a trovare personale qualificato è pari al 32%, rispetto ad una media globale del 38%.

Gli ultimi 13 posti nella classifica globale sono occupati da nazioni appartenenti alla regione EMEA (fatta eccezione per la Cina).

Le economie con meno difficoltà a trovar lavoratori sono l’Irlanda (11%), il Regno Unito (14%), la Spagna (14%) e i Paesi Bassi (14%).

La tipologia di professioni richieste in Europa è abbastanza simile alla tipologia a livello globale.

  • manodopera qualificata
  • ingegneri
  • rappresentanti di vendita
  • autisti
  • management
  • tecnici
  • personale contabilità e finanza
  • informatica
  • segretarie e personale amministrativo
  • manovalanza

I motivi per i quali le aziende dicono di non riuscire a trovare lavoratori sono:

  • lacuna di competenze tecniche 43%
  • lacuna di candidati 37%
  • lacuna di esperienza 24%
  • lacuna di competenze relative all’ambiente di lavoro (soft skills) 16%
  • il lavoratore vuole più soldi di quanti vengono offerti 12%
  • il lavoratore non vuole trasferirsi in una diversa destinazione geografica 6%

Se siete all’estero, l’azienda per la quale lavorate sta facendo fatica a trovare lavoratori?

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *