Andrea consiglia l’Austria

World Nomads Assicurazione Viaggi

lavoro austria

Andrea Zanon si è trasferito in Austria dove lavora come informatico.

Le mie scuse per la qualità del video/audio, problemi tecnici al di là del nostro controllo.

Una decisione presa dai genitori quando aveva 16 anni ha aiutato a delineare il futuro di Andrea.

Era infatti stato bocciato e i genitori lo hanno spedito in Germania come “punizione”.

Per l’estate avrebbe quindi lavorato nella gelateria che lo zio ha a nord delle Alpi.

A Andrea l’esperienza è piaciuta così tanto che ci è poi ritornato per sei anni di fila.

In questo modo è riuscito a migliorare il tedesco a un livello tale che il successivo ambientamento in Austria è risultato molto più semplice.

Andrea sottolinea che lavorare in gelateria in Germania non è facile e non è per tutti.

Durante la stagione si fanno turni da 12-13 ore con mezz’ora di pausa per il pranzo e mezz’ora di pausa per la cena.

Non si guadagna molto quindi bisogna apprezzare molto di piu’ aspetti come l’opportunità di imparare o migliorare il tedesco e di fare esperienza lavorativa.

Finite le superiori, Andrea ha trovato alcune opportunità lavorative abbastanza tipiche dell’attuale precariato giovanile in Italia.

Ha quando maturato un po’ di esperienza ma senza grandi prospettive future.

Questo fino a quando, attraverso una conoscenza che già si trovava in Austria, è venuto a sapere di un’opportunità lavorativa nel suo settore ed ha inviato il CV.

Dopo una selezione iniziata usando l’inglese come lingua, è stato assunto ed ha appena superato l’anno di lavoro in Austria.

Fin ad ora l’esperienza è stata molto positiva aiutata anche dal fatto che Andrea si trova a sole 3 ore di macchina da casa.

Questo ritiene sia un fattore molto importante da prendere in considerazione quando si sceglie la meta per espatriare.

Quando bisogna rientrare a casa in fretta e furia, essere in grado di farlo senza troppi problemi è molto importante.

Andrea sottolinea anche che, come tanti, un tempo sognava di andare a vivere, studiare o lavorare negli Stati Uniti o in Canada.

Dopo aver vissuto in Austria per un anno rivela come non bisogna disdegnare le mete meno ‘famose’ ma che offrono comunque ottime opportunità dal punto di vista lavorativo e di qualità della vita.

All’Andrea di un anno di fa consiglierebbe di ‘farlo prima’.

Leggi anche: Decine di gelaterie in Germania che puoi contattare per cercare lavoro


Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta