Estonia: pro e contro

World Nomads Assicurazione Viaggi

estonia 300

Rubrica PRO E CONTRO di Roberto Stanzani.

La rubrica PRO E CONTRO di Italiansinfuga è dedicata a tutti coloro che stanno cercando un paese migliore in cui trasferirsi per vivere.

Si analizzano di volta in volta, in maniera chiara e schematica, i pro ed i contro dei diversi paesi.

Per fare questo si utilizzano le informazioni e dei dati contenuti all’interno di “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, uno strumento (in forma di e-book) che in modo chiaro e sistematico esamina tutti i 196 paesi del mondo, rendendo possibile un confronto immediato tra tutti gli Stati del mondo.

Tra i 196 Stati del pianeta, oggi ho deciso di prendere in considerazione l’Estonia.

Si tratta del più settentrionale dei 3 paesi baltici (Lituania, Lettonia, Estonia), a un tiro di schioppo dalla Finlandia, è raggiungibile con una breve traversata marittima di 80 km.

L’Estonia è a tutti gli effetti uno Stato membro dell’Unione europea e fa uso dell’euro.

In pochi conoscono questo piccolo paese (grande come Sicilia e Sardegna messe insieme) che ha poco più di un milione di abitanti, ma che, tuttavia, è uno dei primi paesi al mondo per innovazione, diffusione ed utilizzo delle nuove tecnologie, come Internet e l’e-commerce, tanto da guadagnarsi il soprannome di e-Stonia.

Qui è stato creato Skype, qui si pagano i parcheggi con lo smartphone, qui alle elezioni si vota via internet.

Vivere in Estonia significa spendere meno che nella maggior parte dei paesi Europei, anche se con uno stipendio-base si fatica a coprire tutte le spese.

Se hai l’idea di trasferirsi in Estonia, sappi che la lingua ufficiale è l’estone (anche se molte persone parlano pure il russo e l’inglese, qualcuno anche il tedesco) e imparare la lingua estone è un vero incubo: l’estone è diverso dalla maggior parte delle lingue parlate in Europa perché non appartiene al gruppo delle lingue indoeuropee.

Fa parte della famiglia delle lingue ugro-finniche (che include anche il finlandese e l’ungherese).

Perciò la differenza con le lingue indoeuropee è tanto grande quanto la differenza, per esempio, tra l’italiano e il turco.

In Estonia si mangia bene ovunque e se se ami le “sensazioni forti” potrai provare anche l’orso marinato o la carne trita in salsa di panna che qui viene chiamata hakklihakaste.

Estonia

Queste erano notizie generali ed alcune curiosità, ma ora entriamo seriamente nel cuore dell’argomento osservando il paese in maniera davvero obiettiva.

Per fare questo ho preventivamente analizzato tutte le 50 tematiche che “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” esamina per ogni paese del mondo (Clima, Inquinamento, Costo della Vita, Livello Salariale, Presenza di Criminalità, Diritti Umani, Presenza di Malattie endemiche, Qualità della Sanità, Longevità, Presenza di Guerre, e molte altre..).

Si tratta dei cinquanta argomenti cardine nella vita di ogni persona.

Dopo aver analizzato tutte queste tematiche, ecco quali sono quelle in cui l’Estonia eccelle e quelle invece nelle quali è inferiore agli altri paesi.

Iniziamo subito con i pro:

  • Rischio Sismico: questa zona del pianeta è tra le più sicure in assoluto dal punto di vista sismico. Siamo lontani più di 1.000km dalla più vicina faglia tettonica (quella attraversa il nord Italia) e non esistono nemmeno vulcani che possano creare terremoti anche di lieve entità.
  • Rischio Tsunami: il territorio estone comprende, oltre a centinaia di km di costa, anche numerose isole e tutte sono bagnate dal Mar Baltico. Per chi sogna una vita “vista mare” l’Estonia è il paese giusto. In più, quest’area del Mar Baltico è molto sicura avendo un rischio Tsunami tra i più bassi al mondo.
  • Qualità dell’aria: in Estonia si respira davvero una buona aria, Le rilevazioni del MACC (Monitoring Atmospheric Composition and Climate) mostrano che, soprattutto nella parte settentrionale della nazione, l’aria ha livelli di inquinamento molto bassi.
  • Diritti politici: in base al rapporto della Freedom House, questo paese ha un grado di libertà politica molto alto. Sia per quanto riguarda il funzionamento del Governo (e la sua trasparenza), sia per quanto riguarda pluralismo e partecipazione dei cittadini, sia per quanto riguarda la correttezza negli svolgimenti del processo elettorale, l’Estonia è ai livelli dei migliori paesi del mondo.
  • Libertà di religione: all’interno dell’Unione Europea solo Portogallo e Lussemburgo fanno meglio. In Estonia si ha la grande libertà di professare il proprio credo senza essere discriminati, né da parte della popolazione, né da parte dello Stato.

Ed ora parliamo dei contro (gli aspetti più negativi del paese):

  • Clima: in realtà è tutto fantastico se ti piace la neve. In inverno non piove mai (fa troppo freddo), ma nevica. In Estonia c’è un tipo di clima che si chiama clima boreale delle foreste con estate calda. La stagione estiva è molto corta (con una temperatura di circa 20/22 gradi), mentre l’inverno è davvero lungo e gelido, tuttavia il freddo è secco e a zero gradi si sta relativamente bene.

Estonia Neve

  • Temperatura dell’acqua marina: nonostante il mare sia una presenza permanente in Estonia, non è possibile viverlo appieno a causa della sua temperatura. Nel mese più caldo (Agosto) la temperatura media dell’acqua è di 19C°. Per dare un termine di paragone, nello stesso periodo a Genova ce ne sono 25 e a Messina 27. Ancora più marcata la differenza in Ottobre: in Estonia il mare è a 10C° a Genova a 20C° e a Messina a 22C°. Come dire: il mare estone d’Agosto è più freddo di quello italiano in ottobre.
  • Prostituzione: quando l’Estonia faceva parte dell’Unione Sovietica la prostituzione era vietata, ma una volta diventata indipendente, la prostituzione è stata resa legale. Ora la legislazione è simile a quella italiana secondo la quale non sono proibiti né la prostituzione, né l’acquisto di prestazioni sessuali a pagamento, ma sono invece puniti solo coloro che guadagnano dallo sfruttamento di chi si prostituisce. Nel paese oggi questo mercato è diventato molto fiorente, la richiesta è alta e l’offerta pure. La percentuale di prostitute è quasi doppia rispetto al resto dei paesi europei e si calcola che il 27% delle prostitute siano minorenni. Soprattutto Tallin (capitale e città più popolosa con 400mila abitanti) è diventata meta di turismo sessuale internazionale.
  • AIDS: anche se non raggiunge i livelli di alcuni paesi del sud del mondo, l’Estonia rappresenta il peggior paese d’Europa sotto questo punto di vista. L’1,3% della popolazione vive con il virus dell’HIV. A partire dal 1991 il paese ha vissuto grandi stravolgimenti dal punto di vista della struttura sociale e questo ha contribuito ad incrementare la violenza, i comportamenti sessuali a rischio e l’abuso di sostanze stupefacenti.

Ecco quindi che dopo aver vagliato le 50 diverse tematiche analizzate in “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, ho evidenziato i punti rilevanti che caratterizzano il paese, sia in positivo, sia in negativo.

In definitiva l’Estonia è un paese che offre un vasto orizzonte se si è giovani e si ha voglia di mettersi alla prova con una nuova lingua ed orientandosi verso attività legate al terziario avanzato. L’Estonia è quasi un paese scandinavo, ma meno caro ed alla portata di tutte le tasche.

Mi auguro di aver chiarito qualche dubbio e di aver gettato il seme per la nascita di qualche ulteriore domanda.

Grazie per avermi letto,

Roberto Stanzani

www.ilmioeden.it

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta