Vivere in Messico: PRO E CONTRO

World Nomads Assicurazione Viaggi

vivere in messico

La rubrica PRO E CONTRO di Italiansinfuga è dedicata a tutti coloro che stanno cercando un paese migliore in cui trasferirsi per vivere.

Si analizzano di volta in volta, in maniera chiara e schematica, i pro ed i contro dei diversi Paesi.

Per fare questo si utilizzano le informazioni e dei dati contenuti all’interno di “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, uno strumento (oggi in forma di e-book) che in modo chiaro e sistematico esamina tutti i 196 paesi del mondo, rendendo possibile un confronto immediato tra tutti gli Stati del mondo.

Tra i 196 Stati del pianeta, oggi ho deciso di prendere in considerazione il Messico.

Sono davvero tante le persone, soprattutto in Italia, che sognano di abbandonare tutto e trasferirsi in un luogo straordinario come il Messico.

Ed in effetti visitando alcune delle più belle città messicane non è difficile imbattersi in persone italiane che hanno deciso di lasciare l’Italia per trasferirsi qui.

Di primo acchito potrebbe sembrare una buona scelta: luoghi bellissimi ed intrisi di storia, gente allegra, ospitale ed alla mano, una cucina meravigliosa tra le più gustose al mondo (celebri i suoi tacos, quesadillas, carne asada, fajitas, corundas, chorizo).

Ma come sempre non è tutto oro ciò che luccica ed oggi impareremo a comprendere quali sono i veri aspetti del vivere in Messico, un paese pieno di folklore, danze e costumi ma con importanti problemi sociali tutt’ora presenti ed irrisolti.

Adesso entriamo seriamente nel cuore dell’argomento osservando il paese in maniera davvero obiettiva.

Per fare questo ho preventivamente analizzato tutte le 50 tematiche che “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” esamina per ogni paese del mondo (Clima, Inquinamento, Costo della Vita, Livello Salariale, Presenza di Criminalità, Diritti Umani, Presenza di Malattie endemiche, Qualità della Sanità, Longevità, Presenza di Guerre, e molti altri..).

Dopo aver analizzato tutte queste tematiche, ecco quali sono quelle in cui il Messico eccelle e quelle invece nelle quali è inferiore agli altri paesi.

Iniziamo subito con i pro:

Clima: sotto questo punto di vista la varietà è la sua forza. Il Messico ha 11 tipi di clima, tutti diversi: uno per ogni gusto. Da quello equatoriale a quello monsonico, da quello della savana a quello mediterraneo, da quello oceanico a quello subtropicale umido, da quello steppico a quello desertico. C’è di che scegliere.

Disoccupazione: con percentuali storicamente sempre molto basse, questo paese non pone particolari problemi di accesso al lavoro. Oggi la disoccupazione è al 4,7%. Inoltre, anche per chi volesse iniziare un’attività in proprio, il Messico promette vita più facile che in Italia e con meno burocrazia.

– Bellezza del Paese: qui siamo in una delle nazioni più affascinanti e seducenti del mondo. Ad attestare questo è l’ONU che ha conferito a questa magnifico paese (terra dei Maya e degli Aztechi) ben 33 siti Patrimoni dell’Umanità UNESCO.

Pena di morte: Cuba è vicina, gli Stati Uniti d’America lo sono ancora di più. E se la prima è sotto dittatura da decenni, la seconda si proclama portatrice di democrazia nel mondo. Entrambi questi paesi adottano però la pena di morte come mezzo di repressione. Il Messico invece ha eliminato la pena capitale dal proprio ordinamento giuridico a partire dal 2005 (l’ultima esecuzione risale al 1937) e si è adeguata alla maggioranza dei paesi del mondo che considerano questo atto una crudeltà incivile degna del Medioevo.

Ed ora parliamo dei contro (gli aspetti più negativi del paese):

– Rischio sismico: come tutti i paesi che fanno parte della cintura di fuoco, anche il Messico nasce su una regione sismica. In particolare la costa sud occidentale (dalla città di Guadalajara fino al confine sud con il Guatemala) è da considerare molto pericolosa sotto questo punto di vista.

– Criminalità: il Centro e Sud America sono tristemente famosi per gli alti livelli di criminalità. Il Messico non fa eccezione. Su 196 paesi del mondo, il Messico si posiziona al 23esimo per numero di omicidi più alto. Un livello di delinquenza a cui difficilmente un europeo riesce ad abituarsi. Ovviamente, nel paese, questo livello di delinquenza non è presente ovunque allo stesso modo.

– Corruzione: in base ai Worldwide Governance Indicators, il Messico ha un livello di corruzione classificato come “molto diffuso”. Qui si corrompe il poliziotto per non farsi fare una multa, e si corrompe anche il funzionario comunale per farsi dare il permesso per aprire un bar più velocemente. Ma ovviamente questa è solo la punta dell’iceberg. Si sa, il pesce puzza dalla testa e l’impunità diventa un male ancora peggiore.

– Fenomeni migratori: secondo i dati dell’International Migration Division dell’OECD, il Messico è un paese con un tasso di migrazione del 12,2%. Una percentuale molto alta se paragonata ad esempio a quella italiana (4,3%). Questo significa che per un motivo o per l’altro, una fetta importante del popolo messicano (il 12,2%.) lascia il proprio paese per trovare fortuna altrove.

– Libertà di religione: sotto questo aspetto è il peggior paese dell’intero continente americano (sia Nord che Sud America). In accordo con i dati del Pewforum, in Messico si ha una libertà di religione medio-bassa non tanto perché lo Stato sia contro questa o quella religione, ma perché il Governo non riesce a proteggere attivamente il diritto individuale alla libertà religiosa di ogni cittadino e spesso i colpevoli rimangono impuniti.

– Uragani: il territorio messicano risiede in un bacino molto attivo dal punto di vista delle tempeste. Gli uragani sono presenti tutto l’anno in questa area compresa tra l’Oceano Pacifico (mai nome fu più sbagliato) e il Mar dei Caraibi. Il picco di massima attività si presenta ad inizio settembre e tutte le coste del Messico sono esposte a questo pericolo.

Ecco quindi che dopo aver vagliato le 50 diverse tematiche analizzate in “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, ho evidenziato i punti rilevanti che caratterizzano il paese, sia in positivo, sia in negativo.

In definitiva il Messico è un paese molto affascinante e ricco di opportunità.

Ci sono città turistiche come ad esempio Playa del Carmen dove ogni anno giungono 12 milioni di turisti.

Se si ha spirito imprenditoriale e le giuste capacità, una nuova vita in Messico promette grandi soddisfazioni.

Mi auguro di aver chiarito qualche dubbio e di aver gettato il seme per la nascita di qualche ulteriore domanda.

Grazie per avermi letto,

Roberto Stanzani

www.ilmioeden.it

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta