L’Italia non mi vuole, la Nasa sì

World Nomads Assicurazione Viaggi

Roberto Carlino è un ingegnere aerospaziale che, dopo aver cercato senza fortuna lavoro in Italia, ha trovato opportunità presso la Nasa in California.

Ancor prima di laurearsi si è proposto alle aziende italiane ma o non ha ricevuto risposta o la risposta è stata negativa.

Il settore aerospaziale in Italia ha una lunga tradizione e ancor oggi è molto sviluppato rispetto a tanti altri Paesi.

Non trovando nulla in Italia ha deciso di fare un’esperienza di vacanza lavoro in Australia per otto mesi per poi tornare in Italia e iscriversi a un Master sempre in Ingegneria Aerospaziale.

Grazie al Master c’è stata l’opportunità di visitare la Nasa e altri centri aerospaziali negli Stati Uniti per presentare un progetto di gruppo sviluppato all’interno dello stesso.

In questo modo Roberto è riuscito a ottenere il contatto con i dirigenti alla Nasa che ha consentito di concretizzare lo spostamento in California.

Dopo uno scambio di email, di curriculum, di colloqui tramite Skype a tramite telefono Roberto è finalmente riuscito a approdare a Mountain View, California.

All’interno del suo tirocinio si sta occupando di creare un’app che la Nasa utilizzerà per creare budget di comunicazione tra piccoli satelliti.

Un altro 30% del suo tempo lo dedica al ‘Light Force Project’ che ha lo scopo di utilizzare stazione laser sulla Terra per modificare la traiettoria di satelliti in orbita e evitare l’impatto reciproco.

L’ambiente di lavoro “è qualcosa di unico al mondo, non esiste di meglio al mondo” con persone gentili e umili.

Un aspetto difficile da gestire del vivere in California è la distanza dall’Italia accoppiata alla differenza di fuso orario.

Purtroppo, vedendola da lontano, l’opinione di Roberto sull’Italia sta peggiorando sempre di più.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta