Repubblica Dominicana: PRO E CONTRO

World Nomads Assicurazione Viaggi

santo domingo spiaggia
Rubrica PRO E CONTRO di Roberto Stanzani.

Oggi nasce una nuova rubrica dedicata a tutti coloro che stanno cercando un paese migliore in cui trasferirsi per vivere, una rubrica che di volta in volta analizzerà in maniera chiara e schematica tutti i pro ed i contro dei diversi Paesi.

Per fare questo verranno utilizzati i dati raccolti all’interno di “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, uno strumento (oggi in forma di e-book) che in maniera efficiente e sistematica esamina tutti i 196 paesi del mondo, rendendo possibile un confronto immediato tra tutti gli Stati del mondo.

Proprio tra i 196 Stati del mondo, oggi ho deciso di prendere in considerazione la Repubblica Dominicana (da non confondere con la Dominica che è un’isola molto più piccola).

La Repubblica Dominicana è uno Stato caraibico che si trova su di un’isola che è grosso modo il doppio della Sicilia.

L’isola ospita due nazioni: Haiti (nella parte ovest) e la Repubblica Dominicana (nella parte est).

Considerando i 50 diversi argomenti che “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” analizza per ogni paese del mondo (Clima, Inquinamento, Costo della Vita, Livello Salariale, Presenza di Criminalità, Diritti Umani, Presenza di Malattie endemiche, Qualità della Sanità, Longevità, Presenza di Guerre, e molti altri..), ho elencato i punti in cui la Repubblica Dominicana eccelle o al contrario risulta inferiore agli altri Stati.

Iniziamo subito con i PRO:

  • Clima: pensi ai caraibi e ti senti già in spiaggia. Il clima è tropicale, quindi c’è caldo tutto l’anno. Dentro all’armadio solo pantaloncini e t-shirt. La scarpiera è rappresentata da una serie più o meno ampia di infradito (per i più spartani) e mocassini e scarpe decolté (per i più raffinati); dimenticatevi calzature pesanti, maglie di lana, giacconi e guanti. Spese per il riscaldamento: zero. In auto nessun tipo di ammennicolo invernale, niente catene o gomme termiche. Il portafogli ringrazia.
  • Costo della vita: nel mondo ci sono una cinquantina di paesi in cui il costo della vita è meno della metà rispetto a quello italiano (e in generale quello occidentale). Se per vivere in Italia si spendono mediamente 950 euro al mese, in Repubblica Dominicana (mantenendo lo stesso tenore di vita ) se ne spendono 450. Un bell’andare, specialmente se si ha un reddito sicuro proveniente dall’estero (pensioni, affitti ecc..).
  • Diritti umani: qui le libertà fondamentali sono molto rispettate. La pena di morte non esiste. I diritti politici e la libertà di professare la propria religione sono paragonabili a quelli europei, se non addirittura a livelli ancora più alti.
  • Una curiosità: fumatori e fumatrici sono quasi assenti. Ancora più rari i fumatori di marijuana. Questo è il paradiso dei non fumatori.

Ed ora i CONTRO:

  • Terremoti: questa particolare area caraibica è molto sismica e, a meno che non si decida di abitare in case antisismiche, il pericolo è (e rimarrà) molto alto. Ricordiamo il terremoto che ha devastato la parte ovest dell’isola (Haiti) nel 2010.
  • Tsunami: in generale, nelle aree costiere, terremoti e tsunami vanno spesso a braccetto. Per questo motivo la Repubblica Dominicana è ad alto rischio tsunami. Pericolo da non sottovalutare se il proprio sogno è quello di andare a vivere in riva al mare.
  • Uragani: qui c’è un’attività periodica legata ai tifoni (o uragani, è la stessa cosa) che può essere presente da giugno a novembre con il picco di attività ad inizio settembre. Chi abita in Repubblica Dominicana ormai ci ha fatto il callo..
  • Corruzione: se vivi in Italia forse credi di aver visto tutto ed invece i livelli di corruzione in Repubblica Dominicana sono molto più alti ed estesi. Questo è un aspetto che compromette in molti casi la qualità della vita: spesso, per quieto vivere è necessario scendere a compromessi, prima di tutto con la propria coscienza. Ad ogni modo, se non ci si vuole ergere a paladini della giustizia, si può convivere con il fenomeno abbastanza tranquillamente.
  • Denutrizione: questo è un aspetto a cui gli occidentali non sono abituati. Invece nella Repubblica Dominicana più del 20% della popolazione ha problemi di denutrizione. La povertà qui è all’ordine del giorno.
  • Prostituzione: proprio a causa della povertà, la prostituzione è molto molto sviluppata. Comprendo che la presenza della prostituzione possa essere per alcuni (o alcune) un aspetto da inserire tra i pro invece che tra i contro, ma quando è il bisogno di cibo a spingerci a prostituirci, reputo che la cosa sia ancor più avvilente e umiliante.

Ecco quindi che dopo aver considerato le 50 diverse tematiche analizzate in Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre e avendo preso in considerazione esclusivamente uno Stato (la Repubblica Dominicana), sono stati evidenziati i punti rilevanti che, a mio modo di vedere, caratterizzano il paese, sia in positivo, sia in negativo.

Mi auguro di aver chiarito qualche dubbio e di aver gettato il seme per la nascita di qualche ulteriore domanda.

Grazie per avermi letto,

Roberto Stanzani

www.ilmioeden.it

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *