Insegnare inglese in Colombia con AIESEC

World Nomads Assicurazione Viaggi

insegnare inglese in colombia

Alessandro Valentini si trova a Bogotá, Colombia, dove sta insegnando inglese grazie al progetto AIESEC Shape Colombia.

AIESEC è un’organizzazione studentesca internazionale tra le più grandi del mondo.

Il progetto è gestito in collaborazione con il governo colombiano e mira a trovare 200 studenti o neolaureati internazionali disposti a insegnare l’inglese a bambini e giovani studenti colombiani a Bogotá.

Questo semestre vede la partecipazione di circa una trentina di italiani oltre a russi, indiani e altre varie nazionalità.

Alessandro rivela che, per essere selezionati, non è tanto importante avere esperienza di insegnamento bensì avere esperienza internazionale e un “più che discreto” livello di conoscenza della lingua inglese.

Alessandro si è laureato a Febbraio a Perugia in lingue e culture straniere (inglese, spagnolo e portoghese) avendo passato tempo negli Stati Uniti, Portogallo e Brasile.

Gli mancava però un’esperienza di vita in una nazione dove si parlasse spagnolo.

Il progetto Shape Colombia fornisce questa opportunità oltre che permettergli di insegnare inglese, cosa che lo aiuterà a capire se “da grande” vorrà perseguire la strada dell’insegnamento delle lingue.

AIESEC offre la possibilità di passare 10 giorni in ostello per ambientarsi mentre si cerca un’altra sistemazione.

Il primo impatto con Bogotá è stato influenzato moltissimo dall’altitudine della capitale della Colombia: 2.640 sul livello del mare. I primi giorni si fatica molto anche a far cose semplici come salire le scale.

Avendo già vissuto in Brasile, Alessandro sapeva cosa aspettarsi dalla vita di tutti i giorni in una metropoli sudamericana e quindi non si è spaventato.

Dal punto di vista dell’insegnamento, il progetto mette a disposizione degli insegnanti un curriculum del British Council.

Ad Alessandro non piace troppo perché non adatto ai suoi studenti ma lo utilizza comunque, modificandolo, insieme all’insegnante colombiano che lo affianca.

L’apprendimento dell’inglese non è obbligatorio quindi gli studenti scelgono di frequentare il corso e si comportano come la maggior parte degli studenti del mondo… 😉

L’aspetto economico è molto importante da considerare se si vuole fare un’esperienza con il progetto Shape Colombia.

Il volo dall’Italia è il costo maggiore. Non c’è un volo diretto e Alessandro è arrivato passando per il Portogallo, pagando (andata e ritorno) 930 euro da Roma.

Poi c’è una tassa AIESEC di 350 euro.

Una volta arrivati bisogna pagare un altro centinaio di euro per un documento di permesso di soggiorno.

Per quello che riguardo gli introiti, AIESEC fornisce un rimborso viaggio di circa 350 euro.

Lo stipendio mensile è (ufficialmente un rimborso) è pari a 1.700.000 pesos colombiani (al cambio attuale circa 585 euro).

Alessandro sottolinea che bisogna mettere in preventivo la volatilità del cambio peso – euro.

Il salario minimo in Colombia sono 600.000 pesos quindi quello che Alessandro riceve come insegnante è abbastanza alto in un contesto colombiano.

Il problema di Bogotá è la grande differenza di prezzo per la sistemazione a seconda di dove si va a vivere in città.

I quattro mesi di esperienza sono stati positivi e hanno aiutato Alessandro a capire meglio quale sarà il proprio percorso professionale futuro.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *