Vivere in Ecuador: alti e bassi

World Nomads Assicurazione Viaggi

vivere a quito ecuador

Luca Guzzardi ci racconta di come si vive da professore in Ecuador.

Lo abbiamo incontrato tempo fa quando era appena arrivato nella nazione sudamericana grazie ad una borsa di studio messa a disposizione dall’Ecuador.

Purtroppo quest’ultima non si è rivelata in linea con le aspettative soprattutto perché Luca non è stato pagato per alcuni mesi.

Non si sente quindi consigliare la stessa iniziativa ad altri che stanno pensando di andare all’estero.

Da allora Luca ha iniziato a lavorare per l’Universidad San Francisco de Quito, una università privata di Quito, capitale dell’Ecuador.

L’opportunità si è presentata grazie ad un progetto di ricerca che Luca ha fatto insieme ad alcuni ricercatori di questa università.

A seguito dell’esperienza positiva, gli hanno proposto di insegnare matematica.

Luca si è quindi spostato da RioBamba a Quito lo scorso settembre.

Ammette lui stesso, come fanno tanti Ecuadoregni, che le differenze tra le due città sono enormi.

Distano solo 180 km tra di loro ma ci vogliono sei ore per compiere il tragitto.

Quito è situata ad un’altitudine di 2.800 sul livello del mare, la capitale più elevata del mondo.

Ha una popolazione di oltre 2.600.000 persone.

Nel 1978 è stata dichiarata dall’UNESCO come uno dei primi patrimoni culturali del mondo.

Luca la descrive come una bella città, con molta cultura, e con zone molto diverse tra loro.

A livello personale, per Luca l’esperienza in Ecuador si è stata un’altalena.

Il mancato pagamento del suo contratto è stato un aspetto molto negativo.

La burocrazia si è rivelata un ostacolo non indifferente, Ad esempio, Luca è rimasto senza internet per un anno.

Inoltre l’adattamento alla vita di tutti giorni a quasi 3.000 metri di altitudine richiede un po’ di tempo.

Un aspetto al quale è difficile abituarsi è la forte diseguaglianza tra i (pochi) ricchi e i (molti) poveri.

Luca dice che non esiste la classe media. Ad esempio o spendi 3 dollari o spendi 40 dollari per mangiare fuori mentre è difficile spendere qualcosa nel mezzo.

Il clima invece è un aspetto molto positivo.

A Quito, grazie all’altitudine, non c’è il caldo che invece si vive sulla costa del Pacifico.

Luca non consiglia di prendere in considerazione l’insegnamento alle università in Ecuador a meno di fare MOLTE domande per capire bene come e quando verrete pagati altrimenti rischiate di ripercorrere i suoi passi e non venire pagati.

Detto cio’, l’Ecuador sta “importando” molti professori stranieri per investire nell’istruzione.

Per tutto il resto, guardatevi l’intervista!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. marco says

    Io da circa dieci anni frequento l’Ecuador e ne sono innamorato dei suoi inevitabili e naturali difetti e delle sue meravigliose bellezze naturali e di popolo, in particolare della sierra ( considerazione a parte per la zona di Guayaquil).
    Il tipo e le regole per il visto turistico che rilascia l’Ecuador ancora non mi hanno permesso di sapere in dettaglio i passi necessari per avere la residenza (sono pensionato con reddito sufficiente) sono stato al consolato ecuadoriano a milano ma l’unica informazione che ho avuto e quella del visto 180 per uso residenza ma poi quello che bisogna fare in Ecuador buio completo.
    ce qualcuno che mi sa dare informazioni dettagliate in merito?
    grazie

  2. Marlene says

    Ciao, non loso chi tu sia però noi latinoamericani siamo felici con pochi soldi!!!!! El
    Mio Ecuador non lo cambierei manco x tutto El oro del mondo qua è un paradiso!!!! Certo non poso dire lo steso di Roma certo Roma è troppo bella però la gente tutta la gente è piana di stress!!!! Se noi andiamo là o siamo stati la e tan solo x lavoro lo dico x me x che x vivere x sempre nooooooo!!!!!! Viva il Ecuador!!!!!!!

  3. wof says

    Scusate, ma cosa potete aspettarvi da un Paese dell’America Latina?
    Perché pensate che i latinoamericani vengano da noi a frotte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *