Come e perché abbiamo trasferito la nostra attività in Andalusia, Spagna

World Nomads Assicurazione Viaggi

vivere in andalusia

Nicola Casale e famiglia si sono trasferiti a Nerja, Andalusia, da dove conducono l’attività fondata in Italia.

Cosa vi ha spinto a trasferirvi in Spagna?

Ci siamo trasferiti per una serie di motivi.

In Italia non riuscivamo a vedere un futuro per nostro figlio, la disoccupazione è dilagante e la meritocrazia è una parola ormai in disuso nel nostro paese.

Inoltre le tasse erano arrivate ad un livello inaccettabile.

Ho un e-commerce di orologi di marca e tutti i nostri guadagni andavano via per pagare le tasse senza avere alcun servizio in cambio.

Eravamo preoccupati anche per la nostra sicurezza fisica.

Ospedali inefficienti, continui furti nelle case, strade senza manutenzione o segnaletica, degrado, ecc… sono altri motivi che ci hanno spinto a prendere questa decisione.

E’ stato un insieme di cose che non qualifica positivamente il nostro Paese.

Ci descrivi la trafila burocratica per spostare la tua attività in Spagna?

Tutto molto semplice.

Siamo venuti in Spagna io e mia moglie a Maggio dell’anno scorso per 3 settimane e abbiamo fatto tutti i documenti necessari.

Abbiamo fatto i documenti di residenza in pochissimo tempo e spendendo 9 euro a testa e abbiamo iscritto nostro figlio alla scuola spagnola.

Per l’apertura della società ci siamo fatti aiutare da un commercialista in loco che ci ha preparato tutte le carte e preso appuntamento con il notaio per la firma dell’atto di costituzione.

Anche in questo caso tutto semplice e veloce con costi veramente molto contenuti.

Che confronto puoi fare tra la conduzione di un’azienda come residente in Spagna rispetto alla tua esperienza in Italia?

In Italia era diventato un incubo gestire la nostra attività.

Tra tasse allucinanti da pagare e obblighi burocratici fare impresa in Italia era quasi impossibile.

Ora siamo in Spagna che come efficienza burocratica non è certo la Germania o l’Inghilterra ma posso affermare che qui le cose sono molto diverse e avere un azienda è molto più semplice che in Italia.

Le tasse sono più basse, non ci sono tutte le spese burocratiche che avevamo in Italia, i pagamenti vengono automaticamente addebitati sul conto corrente e qualsiasi procedura è molto semplice e veloce.

Basti pensare che non esistono marche da bollo, i certificati li scarichi online con la firma elettronica, non ci sono anticipi di IVA a dicembre, non ci sono anticipi di tasse e tante altre cose negative dell’Italia.

Tutte cose che facilitano la vita e permettono alla nostra azienda di crescere.

Qual è il costo della vita in Andalusia?

Costo della vita direi almeno un 50% in meno rispetto all’Italia.

Sulla spesa quotidiana risparmi molti soldi, senza contare la qualità del cibo che non è neanche lontanamente paragonabile alla qualità che trovi ormai nei supermercati italiani.

Qui quasi tutto il cibo proviene dall’Andalusia che è una regione che basa la sua economia sull’agricoltura e sul turismo.

Bollo auto costa più o meno un decimo rispetto all’Italia, assicurazione meno della metà, autostrade gratis (in Andalusia esistono solo dei piccoli tratti a pagamento ma sono sempre affiancati dal tratto autostradale non a pagamento), carburanti almeno 30 centesimi in meno al litro e tante altre cose che fanno un enorme differenza nell’economia di una famiglia.

Anche mangiare fuori è molto più economico, al ristorante con le tapas spendi massimo 7-10 euro a persona.

Come avete scelto Nerja come destinazione?

nerja andalusia spagnaFoto: Nicola Casale

Storia lunga….

Cerco di riassumere.

Tanti anni fa io e mia moglie avevamo fatto una vacanza nel sud della Spagna.

Siamo rimasti subito affascinati dalla bellezza dei posti (l’Andalusia è come un enorme giardino), dal clima (sulla costa ci sono oltre 300 giorni di sole l’anno e temperature moderate, ci è piaciuta la gente (allegra e cordiale) e siamo rimasti increduli quando abbiamo assistito ad una delle famose feste dell’Andalusia.

Infatti altro lato affascinante dell’Andalusia sono appunto le feste.

Solo in questa regione vengono organizzate oltre 3000 feste l’anno che attirano turisti da tutto il mondo.

In queste feste le donne e gli uomini si vestono con i tradizionali costumi spagnoli, ci sono sfilate di carri e cavalieri a cavallo, l’atmosfera che si respira è incredibile e l’organizzazione è sempre impeccabile e piena di eventi.

Faccio un esempio, pochi giorni fa siamo andati alla noche blanca di Malaga.

Per una sola notte di festa (fatto inusuale perchè qui le feste durano 3-10 giorni) era stato organizzato un programma di eventi di 59 pagine. In totale 183 eventi in una sola notte e tutti gratuiti.

Cosi quando abbiamo preso la decisione di andare via dall’Italia abbiamo subito pensato all’Andalusia.

Siamo venuti a fare una vacanza a dicembre del 2013 e abbiamo visitato i vari paesi sulla costa.

Arrivati a Nerja abbiamo subito capito che era il nostro posto ideale.

Nerja è in provincia di Malaga, un classico paese andaluso con case bianche, giardini bellissimi e turismo tutto l’anno.

Ci sono spiagge meravigliose e il balcone d’Europa dove c’è una vista mozzafiato del mediterraneo.

Come resistere a tanta bellezza….

vivere a malaga spagna

Come è cambiata la vostra vita di tutti i giorni a seguito del trasferimento?

Siamo ringiovaniti.

Vita all’aperto e attività sportiva tutti i giorni grazie al clima meraviglioso della Costa del Sol.

Ogni week end partecipiamo ad una delle tante feste andaluse.

Posti meravigliosi e città bellissime da visitare non ci fanno mai annoiare.

Il nostro ragazzo da quando ha iniziato la scuola spagnola si è integrato benissimo e ora frequenta ragazzi di ogni nazionalità. Anche lui è molto contento della sua nuova vita.

Abbiamo anche cambiato le nostre abitudini alimentari, qui troviamo frutta tropicale tutto l’anno, prodotti di qualità e pesce fresco tutti i giorni a prezzi molto modici.

pesce fresco spagna

Ci siamo subito adeguati alla cucina spagnola fatta di tanti assaggi (le famose tapas) e ora io e mia moglie ci dilettiamo ad organizzare delle fantastiche cenette.

vivere sulla costa del sol andalusia spagna

Lati negativi della vita in Andalusia?

Trovare lati negativi della vita in Andalusia è impresa veramente ardua.

Come dicevo qui la qualità di vita è eccezionale, ci sentiamo protetti e sicuri e i posti sono tenuti in ordine e puliti.

Davvero non saprei cosa raccontarti perchè noi ci troviamo molto bene.

So che non c’è molto lavoro anche se vedendo come vive la gente qui faccio fatica a crederci ma comunque siamo lontani anni luce dalla situazione che abbiamo lasciato al sud Italia da dove veniamo.

Fortunatamente noi potevamo portarci dietro il lavoro trasferendo la società e quindi non ti so dire che tipo di difficoltà avremmo incontrato se avessimo dovuto cercare lavoro.

Che sentimenti provi verso l’Italia?

Amarezza per un Paese che avrebbe tutte le potenzialità per fare cose importanti ed è bloccato da una buona percentuale di Italiani diversamente onesti e da Italiani che non hanno molta voglia di fare e lavorare.

Ora siamo qui e le cose che in Italia non erano più normali come per esempio le auto che si fermano alle strisce pedonali sono diventate la nostra quotidianità e siamo molto contenti di questo.

L’Italia è il nostro passato, viviamo guardando al futuro e siamo grati alla Spagna per averci accolto e dato la possibilità di avere una vita migliore.

Che consigli daresti a chi volesse seguire le vostre orme?

Credo sia importante studiare la lingua.

Anche se lo spagnolo è molto simile all’italiano e si riesce a capire facilmente, se si cerca lavoro è importante conoscere la lingua.

Prendete quante più informazioni possibili prima di partire e mettete da parte una riserva economica per i momenti difficili.

Fatto questo, il mio consiglio è di partire e cercarsi un futuro per se stessi e per i figli in un posto dove esistono ancora certi valori, dove la società è più civile e nel caso dell’Andalusia dove ci si diverte veramente tanto…..

Grazie Nicola e buon proseguimento in Andalusia!

nerja andalusia spagna nicola casale
Foto: Nicola Casale
Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. Pietro 67 says

    Ma perchè quando c’è qualcuno che parla bene di un posto che non è l’italia subito si alzano ricercatori statistici opinion makers ????

    Ma esiste anche il resto del mondo sapete !!! L’italia non è l’ombellico del mondo anche senza la numerosa presenza di difetti che ha……

    La verità e che siamo provinciali e con i paraocchi, non riusciamo a veder oltre il nostro naso come hanno fatto loro in Spagna.

    Purtroppo i problemi in italia sono pesanti a cominciare dall’informazione che ci devia e ci fa diventare come Giovanni che la mattina dopo che ha letto della disoccupazione al 13% o che in spagna c’è piu mafia che in italia, va a prenotare una tac e fissa l’appuntamento un anno dopo..Ma lui non ci fa caso perchè ormai per lui è la normalità lo dicono le statistiche!!!!

  2. Nicola Casale says

    Salve Carlo qui le scuole sono di buon livello con tante attività extrascolastiche. Le lungue qui si possono imparare anche frequentando i ragazzi di ogni nazionalità che ci sono.
    Per quanto riguarda la connessione internet nessun problema ma bisogna fare attenzione a chiedere se c’è la linea libera di Movistar perchè qui a differenza dell’italia se una centrale è satura non aggiungono altre linee a scapito della velocità di tutti gli abbonati della centrale. Comunque anche se non fosse disponibile Movistar c’è un servizio di wimax che costa un pochino in più ma va bene lo stesso. Io lavoro solo su internet avendo un ecommerce e mi trovo bene. Cordiali saluti

  3. carlo says

    Saluti Nicola, molto interessante l’articolo ed i consigli. sono venuto due volte in spagna di recente, proprio per cercare un’eventuale sistemazione alternativa all’Italia. sono stato a Roquetas e poi un tour tra madrid e valencia. Io abito in Sardegna, quindi per forza ho fatto paragoni con il mio territorio e sono un po’ deluso. Nerja e dintorni sembrano migliori, ti volevo chiedere due cose essenziali per me: ho un bimbo di 6 anni e cerco una località dove le scuole siano di ottimo livello, con particolare indirizzo alle lingue straniere e buone attività anche extrascolastiche. Secondo necessità è avere un’otiima connessione internet, in quanto io lavoro da casa sul web. Puoi darmi qualche consiglio, grazie Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *