Come ho iniziato una nuova e felice vita a Alicante, Spagna

World Nomads Assicurazione Viaggi

emigrare a alicante spagna

Daniele Maltinti vive a Alicante, Spagna.

Cosa facevi in Italia?

Ho 37 anni, nato e vissuto fino ai 20/22 in provincia di Firenze

Sono un geometra con esperienza a livello manageriale in imprese di costruzioni definibili “medie imprese” per volume di fatturato e numero di dipendenti.

Dopo una evoluzione partita da fare il manovale sono diventato a 27 anni Direttore di Produzione di una famosa S.p.A. Bolognese, poi Direttore Generale di un altra impresa più piccola, poi Healh and Safety Manager macro settori ATECO 3 e 9, gestione produzione, rapporti con associazioni di categoria, gestione personale (circa 150 lavoratori) ed altre mansioni manageriali per un gruppo di imprese facenti capo alla stessa proprietà, per la quale ho lavorato come dipendente per 4 anni e mezzo fino a febbraio 2013.

Cosa ti ha portato a prendere in considerazione l’estero?

Grazie al nostro governo, l’edilizia si è inchiodata (legge Bersani per prima, in vigore dal 2005) quindi, dato che in Italia era uno dei mercati interni trainanti, risultato: una persona come me, con esperienza e due lingue parlate e scritte correttamente, un curriculum dal profilo medio alto, reddito annuo notevole e consolidato da anni, non solo perde il lavoro ma non lo trova più.

Italia paese non meritocratico.

Quindi per il sottoscritto, senza una laurea ma con esperienza e qualifiche da vendere, non c’è neanche la possibilità di accedere ad un colloquio di lavoro, pre requisito, la laurea più che l’esperienza.

Conclusione: viaggiando per lavoro e per divertimento ed essendo abituato ad avere la valigia pronta dal 1999 circa, ho comprato un iPad a mia mamma per vederci su Skype e previa vendita di tutto quello che poteva avere un valore in Italia, beni mobili ed immobili, ho monetizzato al massimo, non ho debiti o tasse da pagare in uno stato che non mi rappresenta e non mi offre nient’altro che proibizionismo, frustrazione, depressione e me ne sono andato.

Per vivere in Italia o sei milionario o un delinquente.

La corruzione in Italia vale come il 50% del PIL dell’Europa.

Non è la mia guerra.

Come sei finito ad Alicante?

Sono finito ad Alicante dopo un anno sabbatico in cui ci ho vissuto per 8 mesi per capire se fosse adatta alle mie esigenze, stessa cosa per qualche mese in UK a Manchester, dove si trova lavoro facilmente se sai l’inglese (chi parte con inglese maccheronico, non va ai corsi gratuiti e sta con italiani parlando italiano, dopo tre mesi di pioggia torna a casa e dice che non c’è lavoro. Non è il mio caso, però tenetelo presente voi che leggete perché è vero…).

Dopo questa esperienza è arrivato il bivio.

Lavorare come dipendente in UK vuol dire soppesare l’incidenza del clima poco favorevole e che se lavori a Londra vivi per pagare i conti e per spostarti in autobus e metro.

A Manchester è molto meglio però c’è in ogni modo il discorso del’house sharing, tappa quasi obbligata per vivere in UK.

Spagna: a livello socio-economico un paese ideale, il PIL è in netta crescita e nel breve periodo arriverà un’ampia offerta di lavoro, per gli investitori e le nuove imprese individuali come me, non lavori 7 mesi all’anno per lo Stato come in Italia, imposizione fiscale bassa, allineata col resto dell’EU e agevolazioni fiscali tali da toglierti la paura iniziale di “aprire partita iva” che in Italia significa “precarietà perenne”.

Alicante: coi miei risparmi mi offre la possibilità di lavorare in proprio, vivere da solo allo stesso prezzo di una stanza in house sharing in UK, clima stupendo, inverno che dura una settimana, infrastrutture e servizi di ottimo livello, padronanza della lingua (attualmente non meno importante dell’inglese e più del francese a livello internazionale), vivere fronte mare non ha prezzo, quindi ho scelto Alicante, Spagna.

In UK sono sempre in tempo ad andarci per lavorare in un Mc Donald’s.

E in Spagna ho scelto Alicante, proprio per la stessa ragione per cui in UK non sceglierei Londra come fanno TUTTI gli italiani, il tuo potere di acquisto qui è più alto.

Alicante (360.000 ab.) ha come punti di forza nuova stazione dei treni con connessioni alta velocità con tutta la Spagna.

In 3:50 h sei a Madrid in auto SENZA PAGARE PEDAGGI, c’è vita e turismo tutto l’anno, ha un aeroporto internazionale enorme e nuovo a 10 km dal centro, al quale accedi in bus con 3,85 € pagabili all’autista, tutti i musei sono gratuiti, hanno la Semana Santa, la Romeria de Santa Faz e Las Hogueras de San Juan che sono feste affascinanti, il comune promuove iniziative sportive come il Triathlon, le regate (Alicante è il porto di partenza della Volvo Ocean Race), insomma gratuitamente non ti annoi mai in questa città.

Il costo della vita è più basso che in altri capoluoghi di provincia, nella zona di Plaza de Toros, centro città, si possono comprare appartamenti da ristrutturare dai 30 ai 70/80 Mq dai 35 ai 70.000, questo, sommato al clima, presuppone un costo medio annuo molto contenuto per il risparmio sul riscaldamento (mia mamma spende 700/1000 € bimestrali in inverno…).

La benzina costa 20/30 cent al litro meno che in Italia e ad Alicante l’auto è superflua (come a Barcelona e Madrid dove vanno TUTTI gli italiani), con uno scooter o una moto è sufficiente e vai bene tutto l’anno perché oltretutto non piove quasi mai.

Ci descrivi la città?

Alicante, che in molti non sanno neanche dove sia, si affaccia sul mare 180 km a sud di Valencia ed è una delle tre province della Comunidad Valenciana con Valencia e Castellon de la Plana.

Come ogni città marittima che si rispetti ha un porto commerciale al quale non si accede facilmente in quanto strettamente controllato dalla Dogana, mentre il porto turistico è parte dell’attrazione del centro cittadino, in quanto proprio in questa zona si concentrano molte attrazioni diurne e notturne con ristoranti, casinò e discoteche.

Il centro cittadino ha una spiaggia libera (come tutte le spiagge spagnole o quasi) chiamata Playa del Postiguet, che viene quotidianamente mantenuta e pulita dall’efficiente servizio di nettezza urbana.

playa del postiguet Alicante

Ci sono poliziotti, bagnini, fontane gratis ogni 50 m per sciacquarsi i piedi e bagni pubblici “puliti e non a pagamento”.

Dalla Playa del Postiguet, si può ammirare il maestoso Castillo de Santa Barbara, arroccato sul Monte Benacantil, che, attraversando la strada si può visitare percorrendo un tunnel e raggiungendo un ascensore che è dentro la montagna e in 40 secondi porta a 140 m di altezza, proprio dentro le mura del castello (per 2,70 €, compresa la discesa), dal quale si può ammirare un panorama stupendo a 360 gradi.

Nel castello, come anche alle sue falde, in centro città, si trovano i vari musei gratuiti tra cui quello archeologico e quello di arte contemporanea.

Una nuova linea di tram su binari – 4 linee- collega il centro di Alicante con San Vicente del Raspeig (Università di Alicante), San Juan (spiaggia e residenze estive), fino a Benidorm (1 h e 30 ‘ circa, città piena di inglesi tutto l’anno  composta da alberghi ristoranti pub e discoteche).

Ci sono spiagge nudiste ovunque, per coloro che amano la natura, il mare nella provincia di Alicante è molto bello da Santa Pola fino ad Altea con qualità dell’acqua eccellente.

Di fronte a Santa Pola (promontorio a pochi minuti dal centro città e dall’aeroporto, ad 8 Km dalla costa si trova l’Isola di Tabarca, che è abitata per metà da famiglie dal cognome italiano in quanto i primi a stabilirsi là sono stati dei naviganti genovesi.

L’altra metà dell’isola è un parco naturale protetto, si accede all’isola da vari punti tra cui i più vicini sono il porto di Alicante e Santa Pola.

A livello produttivo la provincia di Alicante vive di turismo, il mercato è sia nazionale che volto ad attirare clienti stranieri ma non massificato come a Barcelona o Ibiza.

A livello industriale è forte l’ industria calzaturiera (Elche, 18 km da Alicante, 240.000 ab., polo calzaturiero a livello mondiale).

Di cosa ti occupi adesso?

Da settembre 2014 che mi sono deciso a trasferirmi definitivamente.

A dicembre sono diventato lavoratore autonomo, gestisco in affitto turistico su internet due appartamenti di mia proprietà (comprati a dicembre contestualmente con l’apertura della partita IVA) oltre ad altri di terze persone saltuariamente.

Lo stato spagnolo agevola i nuovi imprenditori con riduzione della quota di minima di contribuzione a 50 € invece che 263 € al mese per due anni, a tutti coloro che non hanno mai avuto partita iva in Spagna.

Imposta sul reddito del 20% fino a 30.000 € annuì e del 25% oltre. IVA al 10% nel mio caso.

Fatturo ovviamente tutto e sono felice di contribuire alla crescita di questo paese che mi permette di vivere più che dignitosamente.

Ho alzato notevolmente il livello di qualità della mia vita.

Quali difficoltà hai incontrato e come le hai superate?

Le difficoltà sono prima di tutto i ritmi, molto diversi dall’Italia, qua sono lentissimi.

Poi altra cosa tipica è il non rispondere a telefono e non richiamare.

Cosa che per lavoro è abbastanza pesante, quindi abituarsi e se per avere una risposta o una info serve un mese, che sappiate che è la prassi.

Nel frattempo la burocrazia è molto più snella che in Italia, quindi alla fine lo stesso progetto qua è molto più svelto.

Altra cosa: gli spagnoli sono molto orgogliosi e soprattutto il sentimento nazionale indelebile è l’invidia.

Si invidiano a morte tra di loro.

Questa è una cosa che dovete tenere in conto per capire certi atteggiamenti e vivere bene.

A proposito, i cambi di intestazione sulle bollette di luce e acqua non si pagano e si fanno in 5 minuti.

Che consigli daresti a chi volesse seguire le tue orme?

Contattatemi e al vostro arrivo posso fare da cicerone per capire cosa e come.

Il consiglio supremo è che se cercate di venire qua a lavorare come dipendente, se sapete spagnolo e inglese molto bene trovate anche come dipendenti nel campo alberghiero e ristorativo.

Se invece volete venire ad investire e mettervi in proprio, toglietevi dalla testa la gelateria, la pizzeria ed il ristorante italiano.

Non funzionerà perché il mercato è già saturo.

Io so cosa può andare e no a prescindere dal quartiere e dall’entità dell’investimento.

Conduzioni familiari sconsigliate (questo in generale nella vita), qua la manodopera si trova a prezzi ottimi, quindi se venite in due con la compagna, che ognuno si cerchi da fare, meglio per voi.

Affitto medio dalle 300 alle 600, non esistono i monolocali, le case tendenzialmente hanno due o tre camere e da uno a tre bagni.

Il concetto di spazio è diverso dal nostro.

Riguardo all’auto, a meno che non abbiate una Smart, se non l’avete è meglio. Io uso solo moto e scooter, in caso di necessità dell’auto la affitto in aeroporto.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. Donatella says

    Devo trasferirmi a brevissimo a Cattal x lavoro. Sono sola ho bisogno di tè sicuramente ho bisogno del tuo aiuto. Ringraziandoti anticipatamente aspetto un tuo contatto

  2. Donatella says

    Ciao Daniele ho letto la tua storia, devo trasferirmi a Catral x lavoro, hanno chiesto li la mia presenza, arriverò a breve, ma sono sola e non conosco nessuno, e non so come muovermi cosa fare e come fare tutto quello che riguarda residenza banca cose da fare per registrarsi li, cercare una casa ad Alicante perché penso che lavoro a Catramista ma vorrei casa a Alicante. Come contattarti? Mi puoi aiutare? Grazie Donatella da Prato

  3. Romano says

    Bellissima storia avrei un idea di trasferire i miei interessi li Se potessi contattarmi mi farebbe molto piacere.
    Saluti

  4. Antonio says

    Daniele buongiorno
    Sono Antonio e vivo attualmente a Bratislava
    Per motivi di salute, sto valutando di trasferirmi in zóne con un clima piu favorevole.
    Se mi fai avere una tua mail te ne sarei grato, la tua esperienza mi ispira, magari potrei usufruire qualche tuo servizio
    Antonio Parziale
    anto@anto.sk
    +421 903 448 115
    Grazie

  5. Marco says

    Ciao Daniele, ho 23 anni e una buona esperienza nel campo metalmeccanico e di magazzino, mi piacerebbe trasferirmi lì ad Alicante dopo che sono stato lì in vacanza. Mi piacerebbe trovare lavoro nel porto della città siccome guido spesso il muletto. Saresti in grado di aiutarmi in questo caso? Grazie mille attendo risposte.

  6. Nunzio says

    Ciao daniele sono nunzio so che stai in spagna io vorrei aprire una pizzetteria tutto come napoli gia sono stato li anzi a benidorm sia x trovate un negozzio sia come turista in villegiatura se tu avresti qualche possibilita di qualche negozzio a playa de levante se ti vs mo rispondi grazie

  7. Giacomo says

    Ciao Daniele ! Sono Giacomo ho 19 anni , volevo chiederti un paio di consigli…. Quando puoi scrivimi .
    Grazie in anticipo !

  8. Francesco says

    Ciao Daniele,sono pensionato e vorrei trasferirmi ad Alicante oppure a Torrevieja, ho un figlio con moglie e due figli che abitano da più di 1 anno a Tenerife, ma siccome a me sta stretta l isola, vorrei prima venire io e vedere un po di tutto e poi cercare di far trasferire mio figlio e la sua famiglia ad Alicante, se riesci a darmi qualche dritta , te ne sarei grato, intanto ti passo la mia email che e; ciccioforte44@libero.it, Attendo, quando sei comodo, una tua risposta. Cordiali saluti. Francesco.

  9. says

    GRANDE DANIELE! Mia figlia si è trasferita lì nel gennaio 2015. Ogni tanto faccio un salto….. l’economia gira !Si è lampante sono stati bravissimi ottime strategie…per quanto riguarda la lentezza senti che dona longevità..hajahajahaj. Sarò ad Alicante il 17 giougno .
    Ciao ROBERTA

  10. says

    GRANDE DANIELE. Io ho mia figlia trasferitasi li nel gennaio 2015 .Ogni tanto faccio un salto. Ad Alicante si respira questa capacità di far girare l’economia….veramente bello tutto. Anche la lentezza dopo un pò si apprezza…..senti che dona longevità…hahahaha. Il 17 giugno son lì! Ciao Roberta

  11. giulio says

    ottimo Daniele,ogni anno vengo ad alicante a fare le ferie,anche quest’anno, chissa’ se e’ possibile incontrarci per una Cervesa ho visto la mursia, Valencia e Barcellona,oltre tante altre citta e isole spagnole e mi piace molto la spagna,ma alicante mi e’ sembrata a misura con il mare in..centro negozi Barrio ecc.
    complimenti
    zil

  12. daniela semproni says

    ciao daniele.

    sto pensando di trasferirmi ad alicante e aprire una stireria ; secondo te questa attivita’ puo’ avere un riscontro in quella zona?.
    ti ringrazio
    daniela

  13. Carla says

    Molto interessante il tuo racconto vorrei un consiglio per acquistare un paio di appartamenti mi puoi contattare via mail cosi posso spiegarti meglio I miei pensieri grazie in attesa un caro saluto

  14. Lucio says

    Ciao Daniele sono Antonio ho letto la tua inserzione sono disposto a trasferirmi in spagna con la mia famiglia siamo di Napoli .cosa ci consigli? Io mi occupò di pitturazione.come piastra come panini.poi ho lavorato nell istituto di vigilanza per 3 anni spero di trovare qualcosa che mi riguardi.fammi sapere grazie a presto.

  15. Simona says

    Ciao Daniele. Sola con una figlia e senza lavoro, provincia di Firenze, vorrei trasferirmi ad Alicante. Potresti indicarmi siti per la ricerca di un lavoro? O quale altra strada per trovarlo? Spero di ricevere la tua risposta con indicazioni utili. Ma riesci a rispondere proprio a tutti? Ti sei accollato un lavorone… grazie. Buon proseguimento, Simona

  16. Gaetano says

    Ciao Daniele, ho letto la tua testimonianza, riguardo il tuo trasferimento ad Alicante, Vorremmo trasferirci con la mia famiglia, tra qualche anno spero di andare in pensione, Avevamo preso in considerazione anche Palma di Maiorca. Vorremmo da Te un consiglio.
    Grazie.

  17. Antonello says

    Ciao Daniele, sono innamorato della Spagna e da molti anni dico che sarebbe bello trasferirmi da quelle parti, ora ho le idee più chiare ed avrei eletto come zona proprio Alicante che risulta essere adatta alle mie esigenze, soprattutto il clima è quello che soddisfa le mie aspettative,
    Ritengo la tua scelta di investire in appartamenti azzeccata e penso possa essere la soluzione che adotterei nel caso trovassi un appoggio in loco, pensi di potermi aiutare?
    resto in attesa di una tua risposta, cordialmente
    Antonello

  18. Viola says

    Ciao siamo una coppia sessantenne,vorremo venire ad Alicante,siamo pensionati, prima X fare un soggiorno di 15 giorni e poi vedere X un trasferimento,abbiamo un piccolo canino maltese..cerchiamo un appartamento di poco costo..grazie

  19. Massimiliano says

    Ciao Daniele,siamo una coppia di 45 enni e ti saremmo grati se ci potessi consigliare un attività che si potrebbe aprire ad alicante o dintorni… vogliamo fuggire dall italia! Noi saremo ad Alicante in questi giorni la ns e mail:massi.barile@tiscali.it

  20. Marco says

    Salve io sono ad Alicante per metà gennaio . ho difficoltà a trovare un appartamento
    con due camere da letto per un mese. Tutti mi dicono che devo aprirmi un conto in banca e affittare la casa per almeno sei mesi. Ma non è possibile affittare una casa per un mese pagando in contanti subito ? Se sa dirmi come posso muovermi sarebbe molto gentile. Grazie

  21. Giacomo says

    Ciao Daniele, abbiamo letto le tue recenzioni su Alicante, risultate molto attraenti.
    Noi vorremmo trasferire la nostra attività di parrucchiere. Avevamo preso in considerazione le isole, Tenerife e Palma di Maiorca. Vorremmo da Te un parere……
    In attesa di un Tuo cortese riscontro, ti saluto cordialmente
    Giacomo

  22. says

    Ciao Daniele vivo a roma dopo 12anni di Londra.vorrei trovare una dimensione che non sia ne quella rapida inglese o caotica romana .Vorrei venire ad Alicante per scoprire la sua qualita’di vita.Ho provato a conttattarti su Fb ma ci sono almeno 10 persone che si chiamano come te,come posso mettermi in contatto con te? .gentilmente mi puoi mandare una richiesta di amicizia su FB a ilenia Sarmati? Un saluto. SUERTE ….

  23. Vincenzo botteselle says

    Carissimo Daniele, ho letto la tua testimonianza, riguardo il tuo trasferimento ad Alicante. Io e mia moglie vorremmo fare la stessa cosa ed abbiamo già prenotato un volo per la fine dell’anno per renderci conto personalmente come muoversi in un prossimo futuro. Credo tu possa esserci di grande aiuto. Come possiamo cotattarti? Attendo una tua risposta , ringraziandoti anticipatamente. Vincenzo e Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *