Dopo 18 anni lascio l’Australia per tornare in Italia

World Nomads Assicurazione Viaggi

Luca Seradi condivide le sue ragioni per tornare in Italia dopo 18 anni in Australia.

Un’ottima intervista da parte di Virginia Padovese che consiglio a tutti per capire come i punti di vista e le prospettive cambino con il passare del tempo.

Luca dice che dopo 18 anni di Australia, una figlia, un posto di lavoro statale, la pensione, la cittadinanza vuole tornare in Italia perché la ricchezza non è tutto.

Luca lavora come poliziotto penitenziario da quasi 15 anni a Castlemaine, a 130 chilometri da Melbourne.

Nel 2013 Luca è tornato in Italia e ha notato come sua mamma iniziasse ad avere bisogno di aiuto vivendo al quinto piano di una casa popolare senza ascensore.

Ha quindi iniziato a capire come potesse risolvere la situazione.

Essendo divorziato, single e avendo riscoperto, durante la sua ultima visita in Italia, il valore degli affetti e degli amici ha deciso di tornare a casa.

Nonostante l’intenzione d volersi integrare in Australia quando arrivò come backpacker 18 anni, a lungo andare Luca ha incontrato “più muri che braccia aperte”.

Da 3 anni si sta preparando al ritorno nonostante gli amici consiglino di rimanere in Australia a causa della situazione occupazionale e anche perché la loro vita di quarantenni non è più quella di quando avevano 20 anni.

Luca ha però “bisogno di ri-connettermi con la mia cultura”, un qualcosa che ha capito durante la sua ultima permanenza in Italia.


Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. gianfranca says

    se Luca ha deciso che la madre è molto più importante del figlio/a e se crede che l’Italia nelle condizioni in cui si trova possa offrirgli alla sua età un’altra possibilità, provi ma ha bisogno di molti molti auguri

  2. Christopher says

    Io sono Canadese e vivo in Italia. Vero, magari in Canada manca la cultura come l’Australia, manca il senso d’amicizia, mancano molte cose, ma a differenza dell’Italia, le strutture funzionano, si ha uno stipendio, si hanno delle ferie programmate e volendo ci si può permettere di tornare in Italia durante le vacanze,… Non so… Tornare definitivamente in Italia non credo che lo farei… Poi ognuno fa come meglio crede..

  3. Aldo d'Arezzo says

    A Luca, con 18 anni di lavoro avresti già una pensione? E di quanto? Se ritorni in Italia
    Italia te ne pentirai amaramente perché qui ormai c’è una situazione disoccupazionale da paura! Leggiti i dati statistici e datti una regolata! Gli australiani mi sono antipatici
    Anche a me ma, per necessità bisogna sopportare questo e altro. Per l’ascensore
    Di tua madre, fai un mutuo e faglielo installare. Poi chi vorrà fruirne dovrà pagare la sua quota.
    Aldo d’Arezzo.

  4. luis says

    commento sensato! sperando appunto che nel frattempo in Italia cambi qualcosa in meglio……

  5. stefano says

    Dipende molto da dove ci si trova, io non vedo l’ ora di tornare in Italia, dopo 20 anni fuori, con tutti i problemi che il bel paese ha, ancora lo preferisco a dove mi trovo, mi fa specie vedere sempre italiani che fanno buon viso a situazioni che in italia non accetterebbero mai…sui commenti poi tipo Tormena…mi fanno un po’ pena comunque…

  6. antonella says

    prendere un anno di aspettativa prima della decisione definitiva, potrebbe aiutare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *