Lavoro all’estero. Tutti i Paesi da evitare.

World Nomads Assicurazione Viaggi

Rubrica UN ERRORE DA NON FARE di Roberto Stanzani

In Italia, nonostante i continui proclami dei governi che si stanno avvicendando negli ultimi anni, la disoccupazione continua ad aumentare.

Siamo arrivati al 13,4%.

Questo significa che siamo in una pessima situazione.

Il pensiero di molti è quello di andarsene all’estero.

Alcuni lo sognano e basta, altri tentano la fortuna e fanno il salto.

Penso che entrambi gli atteggiamenti siano sbagliati.

Infatti se dentro di noi abbiamo il desiderio di espatriare (e la ragione è che l’Italia è ormai un paese che non riesce più a darci ciò che vorremmo), quello che dovremmo fare prima di ogni cosa è analizzare molto bene la situazione degli altri Paesi del mondo.

Sarebbe un grande smacco espatriare per poi ritrovarci in un luogo dove i problemi sono gli stessi o addirittura più gravi che in Italia.

L’imperativo è reperire più informazioni possibili per evitare di metterci nei guai con le nostre stesse mani.

Oggi vorrei parlare di quei Paesi che hanno una disoccupazione addirittura più alta di quella italiana, in modo che tu non faccia l’errore di scegliere a tua dimora una di quelle nazioni messe peggio di noi.

Ovviamente il discorso è diverso nel caso tu abbia un reddito sicuro che ti permetta di vivere senza lavorare (una pensione, proventi di affitti, interessi provenienti da investimenti ecc..).

Esistono infatti paesi (come ad esempio Spagna, Maldive, Nauru, Sudafrica…) che hanno un livello di disoccupazione molto alto, ma che tuttavia permettono, per molti versi, una vita serena ed appagante se si ha a disposizione un reddito sicuro.

Prima di entrare nello specifico dei paesi con il più altro tasso di disoccupazione al mondo, devo precisare che per scrivere questo articolo ho preso direttamente ispirazione, informazioni e dati dall’e-book Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre.

Si tratta di uno strumento che analizza la situazione di tutti i 196 Stati del mondo approfondendo temi essenziali per chi vuole individuare il paese migliore per se stessi.

Alcuni temi sono di carattere geo-fisico (come il Pericolo Sismico o l’Inquinamento Atmosferico), altri temi sono di carattere sociale (come il livello di Criminalità, la Qualità della Sanità ecc…) e altri ancora sono di carattere economico (come il Costo della vita, il Livello Salariale e, appunto, il Livello di Disoccupazione).

Per ogni argomento è stata creata una specifica mappa mondiale che chiarisce immediatamente la situazione di tutti i paesi del mondo. Come in una moderna caccia al tesoro, confrontando e sovrapponendo le varie mappe si è in grado di individuare il paese migliore per se stessi, in base alle proprie necessità, aspettative e situazione economica.

Un capitolo dell’e-book esamina proprio la situazione relativa alla disoccupazione in tutti i paesi del mondo.

E’ proprio da questo capitolo che sono state prese le informazioni con cui è stato scritto questo post.

William Shakespeare scrisse: You take my life when you do take the means whereby I live: “Mi togliete la vita nel momento in cui mi sottraete i mezzi che mi occorrono per vivere”.

Chi ha perso il lavoro lo sa!

Secondo i dati di riferimento della CIA, i 30 paesi del mondo con la disoccupazione più alta (% sul totale della forza lavoro) sono:

1. Zimbabwe 95%
2. Nauru 90%
3. Liberia 90%
4. Burkina Faso 77%
5. Turkmenistan 60%
6. Gibuti 59%
7. Repubblica del Congo 53%
8. Senegal 48%
9. Nepal 46%
10. Bosnia Herzegovina 44,3%
11. Haiti 40,6%
12. Swaziland 40%
13. Kenya 40%
14. Yemen 35%
15. Afghanistan 35%
16. Grenada 33,5%
17. Mauritania 30%
18. Mali 30%
19. Libia 30%
20. Camerun 30%
21. Macedonia 28,6%
22. Maldive 28%
23. Grecia 27,9%
24. Namibia 27,4%
25. Spagna 26,3%
26. Lesotho 25%
27. Sudafrica 24,9%
28. Nigeria 23,9%
29. Dominica 23%
30. Guinea Equatoriale 22,3%

Quindi, se il tuo obiettivo è quello di trasferirti all’estero per lavorare, non fare l’errore di scegliere uno di questi paesi.

Oltre a quello del Clima, del Costo della Vita, del livello di Criminalità, della Qualità della Sanità (e molti altri), quello della disoccupazione è un tema fondamentale da tenere in alta considerazione nella scelta del “proprio paese ideale”. Più si è informati, meno brutte sorprese si avranno.

Incontra altri Expat in Italia e all'estero

Per chi desiderasse avere una visione globale e conoscere la situazione di tutti i 196 paesi del mondo consiglio la lettura integrale dell’e-book “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”. Maggiori informazioni sugli argomenti trattati nell’e-book si possono trovare sul sito ilmioeden.it

Grazie per avermi letto,

Roberto Stanzani
info@ilmioeden.it

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta