Come sono arrivato a fare il pizzaiolo in Australia

World Nomads Assicurazione Viaggi

Alessandro Macchi fa il pizzaiolo a Melbourne, Australia.

Originario di Battipaglia, Alessandro maturò un’esperienza di pizzaiolo in Italia di un anno.

Poi si trasferì in Germania per tre mesi grazie ad un’offerta di lavoro che trovò già dall’Italia e che includeva vitto e alloggio.

In Germania Alessandro non si trovò a suo agio “con il clima, con il posto, con le persone, con la lingua”.

Nel Dicembre 2012 Alessandro partì alla volta dell’Australia con un visto vacanza lavoro.

A dir la verità pensava più ad andare a Londra dove ha già tanti amici che si sono trasferiti li ma un amico a Melbourne gli propose di andare a fare la pizza in un ristorante di nuova apertura nonostante una conoscenza dell’Inglese pari a “zero”.

La sua partenza fu quindi molto veloce e “leggera” pensando “se mi piace resto, se non mi piace torno in Italia”.

Dal punto di vista del mestiere, fare il pizzaiolo in Australia è più difficile a causa della mancanza di ingredienti.

C’è anche da mettere in conto che come pizzaiolo bisogna essere disposti a fare la pizza secondo i gusti australiani come, ad esempio, la pizza hawaiana oppure “australiana”.

In questi due anni Alessandro ha avuto l’opportunità di lavorare in diversi ristoranti e pizzerie sia gestiti da Italiani che da Australiani.

Il ristoratore italiano cura molto di più la cura del ristorante e degli ingredienti rispetto al ristoratore australiano e anche al ristoratore italo-australiano.

Lavorando nei ristoranti italiani Alessandro ha avuto l’opportunità di lavorare con tanti ragazzi italiani in possesso del visto vacanza lavoro.

Riferisce che tanti pensano che sarebbe stato più semplice e raggiungere i propri obiettivi sarebbe stato più veloce.

L’accoglienza da parte degli Australiani è stata molto positiva e Alessandro la reputa migliore rispetto al trattamento che ci riserviamo tra Italiani.

Dal punto di vista economico Alessandro dice che lavorando in cucina si guadagna in modo sufficiente da potersi permettere cose che magari in Italia sono al di fuori della portata.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *