3 app gratuite per migliorare il tuo inglese

World Nomads Assicurazione Viaggi

Il New York Times ha pubblicato una recensione di tre apps che aiutano a migliorare la propria grammatica in inglese.

L’articolo è stato scritto per lettori madre lingua inglese ma penso che le informazioni in esso contenute vadano bene anche per noi.

Come tantissime altre apps, le tre apps in questione sono gratuite e offrono livelli gratuiti di base.

Per accedere a lezioni o ulteriori contenuti si paga una somma in genere pari a pochi dollari.

Se attraverso la funzionalità gratuita vedete che vi piace e vi è utile, potete investire accedendo ai contenuti a pagamento.

La prima app è ‘Practice English Grammar’ (sia per iOS che Android) a cura di Cleverlize.

La recensione è positiva mettendo in evidenza il design pulito e funzionale e la possibilità di accedere a lezioni che coprono una vasta gamma di dettagli grammaticali.

Le lezioni consistono in ‘flash cards’ che contengono l’informazione essenziale che vi serve a raggiungere un obiettivo molto specifico.

Verrete poi messi alla prova attraverso dei quiz che valuteranno il vostro livello di comprensione.

Moduli individuali costano $1 oppure potete iscrivervi per una quota di $10 al mese.

La seconda app presa in considerazione è la ‘Learn English Grammar’ a cura del British Council.

L’app è semplice da usare e copre tematiche simili a quella precedente. Il critico afferma che i quiz sono un po’ più divertenti e gli esempi di uso della lingua sono più ‘naturali’.

Ogni livello di lezioni costa $1.

Esiste inoltre una versione British English e una American English, in caso abbiate esigenze particolari.

L’ultima app recensita è ‘Grammar Up’ da parte di Webrich Software. Anch’essa è gratuita ma per accedere a tutti contenuti dovrete pagare $5.

Essa utilizza di più grafici per capire meglio dove sbagliate e ha un ‘feeling più rilassato’.

Voi usate queste apps per migliorare la vostra conoscenza della grammatica inglese?

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta