Le nazioni europee con le migliori prospettive per il 2015

World Nomads Assicurazione Viaggi

Le prospettive occupazionali per il 2015 vengono previste in miglioramento in 20 nazioni europee.

Eurostat ha pubblicato la versione autunnale delle previsioni relative all’economia europea con dettagli su tutte le nazioni.

Cosa? Ma non c’era la crisi un po’ in tutta Europa?

Come è possibile che ci siano nazioni con buone prospettive occupazionali?

Effetivamente le prospettive non sono fantastiche con una ripresa la cui debolezza dovrebbe protrarsi per un periodo più lungo rispetto alle previsioni precedenti e che farebbe di questa crisi quella di maggior durata dalla seconda guerra mondiale.

Detto ciò, alcune nazioni presentano mercati del lavoro previsti più in salute di altri per il 2015.

Ma come facciamo a capire quali?

Un amico ha trovato lavoro a Parigi, un cugino sta faticando a trovare lavoro in Inghilterra…

Esiste una moltitudine di esempi che si contraddicono tra loro.

Partiamo da previsioni da parte di chi se ne occupa tutti i giorni.

Le previsioni non sono infallibili ma…

Siete curiosi di sapere quali sono le nazioni con un mercato del lavoro dalle prospettive migliori?

In genere dobbiamo puntare verso nord e notiamo come ci siano nazioni messe peggio dell’Italia.

Ecco alcuni dati:

NazioneTasso Disoccupazione 2014Tasso Disoccupazione 2015Tendenza
Germania5.1%5.1%Uguale
Austria5.3%5.4%Peggioramento
Regno Unito6.2%5.7%Miglioramento
Malta6.1%6.1%Uguale
Lussemburgo6.1%6.2%Peggioramento
Repubblica Ceca6.3%6.2%Miglioramento
Danimarca6.7%6.6%Miglioramento
Paesi Bassi6.9%6.8%Miglioramento
Romania7.0%6.9%Miglioramento
Estonia7.8%7.1%Miglioramento
Svezia7.9%7.8%Miglioramento
Ungheria8.0%7.8%Miglioramento
Belgio8.2%8.4%Peggioramento
Finlandia8.6%8.5%Miglioramento
Slovenia9.8%9.2%Miglioramento
Polonia9.5%9.3%Miglioramento
Irlanda11.1%9.6%Miglioramento
Lettonia11.0%10.2%Miglioramento
Francia10.4%10.4%Uguale
Lituania11.2%10.4%Miglioramento
Bulgaria12.0%11.4%Miglioramento
Italia12.6%12.6%Uguale
Slovacchia13.4%12.8%Miglioramento
Portogallo14.5%13.6%Miglioramento
Cipro16.2%15.8%Miglioramento
Croazia17.7%17.7%Uguale
Spagna24.8%23.5%Miglioramento
Grecia26.8%25.0%Miglioramento

L’entità del miglioramento è maggiore in Irlanda dove viene previsto un miglioramento dall’11,1% al 9,6%; in Estonia (dal 7,8% al 7,1%) e nel Regno Unito (dal 6,2% al 5,7%).

In tre nazioni invece il tasso di disoccupazione è previsto in peggioramento: Belgio (dall’8,2% all’8,4%); Austria (dal 5,3% al 5,4%) e Lussemburgo (dal 6,1% al 6,2%).

E’ inoltre importante capire come la remunerazione cambierà durante il 2015.

Di seguito riporto le previsioni Eurostat relative alla crescita della remunerazione pro capite per il 2015.

Le nazioni che partono da una base più bassa sembrano crescere di più mentre nazioni con un’economia più sviluppata e che hanno sofferto maggiormente la crisi sembrano offrire una crescita inferiore.

NazioneCrescita Remunerazione pro capite 2015
Estonia5.2%
Lituania4.9%
Romania4.9%
Lettonia4.6%
Ungheria3.9%
Polonia3.8%
Repubblica Ceca3.3%
Germania3.3%
Lussemburgo3.0%
Svezia2.8%
Malta2.5%
Regno Unito2.3%
Slovacchia2.2%
Austria2.1%
Danimarca2.0%
Bulgaria1.6%
Finlandia1.5%
Croazia1.4%
Slovenia1.3%
Portogallo0.9%
Spagna0.9%
Francia0.9%
Irlanda0.8%
Paesi Bassi0.6%
Italia0.6%
Belgio0.5%
Cipro0.2%
Grecia0.1%

Infine ho grossolanamente tradotto i titoli del rapporto Eurostat relativi a ogni economia europea.

Belgio

Venti contrari ostacolano la ripresa

Bulgaria

Crescita debole e incertezza in crescita

Repubblica Ceca

Incontra altri Expat in Italia e all'estero

La ripresa si sta rafforzando e ampliando

Danimarca

Ripresa ineguale prevista in rafforzamento

Germania

Crescita deludente ma miglioramenti in vista

Estonia

Ripresa rallentata da sempre maggiori incertezze

Irlanda

L’Irlanda si ‘separa’ dall’Europa con una crescita in forte aumento

Grecia

L’economia finalmente si riprende

Spagna

La crescita di PIL e occupazione prevista in consolidamento

Francia

Crescita debole, bassa inflazione e deficit in aumento

Croazia

Ancora impantanata nella recessione con importanti problemi fiscali

Italia

Domanda estera in miglioramento aiuterà una debole ripresa

Cipro

L’assestamento continua con l’economia che sta toccando il fondo

Lettonia

Crescita economica sballottata da fattori esterni

Lituania

Venti contrari dall’Est rallentano la crescita economica

Lussemburgo

Crescita sostenuta ma finanza pubblica leggermente più debole

Ungheria

Forte crescita prevista in rallentamento

Malta

Navigazione tranquilla in acque mosse

Paesi Bassi

Svolta dietro l’angolo?

Austria

Attraversa un altro periodo tranquillo

Polonia

Attività economica si imbatte in periodo tranquillo

Portogallo

Con domanda esterna in rallentamento, domanda interna prende il sopravvento

Romania

Caduta nell’investimento pesa sull’economia nel 2014

Slovenia

Ripresa accelera grazie esportazioni e investimenti

Slovacchia

Domanda interna prende il sopravvento

Finlandia

Fattori interni limitano la crescita

Svezia

Resilienza domestica nonostante debole domanda esterna

Regno Unito

Robusta crescita e bassa inflazione dovrebbero continuare

Quale nazione europea vi attira di più?

lavoro europa

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta