Le 10 scuse più incredibili per non presentarsi al lavoro

World Nomads Assicurazione Viaggi

Le 10 scuse

Un sondaggio da parte di CareerBuilder ha rivelato le 10 scuse più incredibili ricevute da aziende statunitensi da parte di dipendenti che non si sono presentati al lavoro.

Durante l’anno più recente il 28% dei dipendenti statunitensi si è dichiarato malato quando stava bene, in calo rispetto all’anno precedente (32%).

Il 30% di essi ha detto che non aveva voglia di andare al lavoro e il 29% di essi ha dichiarato che volevano utilizzare la giornata per rilassarsi.

Un altro 21% ha detto che ha usato il giorno libero per andare dal dottore mentre il 19% ha detto che voleva recuperare alcune ore di sonno.

Infine, il brutto tempo si è rivelato motivo sufficiente per l’11% dei lavoratori per dichiararsi impossibilitato dal presentarsi al lavoro.

Il sondaggio è stato condotto da Harris Poll per conto di CareerBuilder nel periodo compreso tra l’11 Agosto e il 5 Settembre 2014 intervistando 3.103 lavoratori e 2.203 manager responsabili per le assunzioni in una gamma di aziende e settori dell’economia statunitense.

Le Scuse più Incredibili per Giustificare l’Assenza dal Lavoro

  • Ho appena messo la casseruola nel forno
  • Il risultato dell’operazione di chirurgia plastica che ho appena affrontato ha bisogno di qualche ritocco.
  • Ero seduta in bagno e mi si sono addormentate le gambe e i piedi. Quando mi sono alzata, sono caduta e mi sono rotta la caviglia.
  • Ho passato tutto il weekend al casinò e avevo ancora soldi da giocare lunedì mattina.
  • Mi sono svegliato di buon umore e non volevo rovinarlo.
  • Ho “beccato” ieri sera e non sapevo dove mi trovavo questa mattina.
  • Sono rimasto intrappolato nello strumento che misura la pressione sanguigna al supermercato e non sono riuscito a liberarmi.
  • Avevo un calcolo e volevo curarlo olisticamente.
  • Ho incendiato la mia uniforme mettendola nel forno a micro-onde per asciugarla.
  • Sono salito su un aereo per sbaglio.

Nonostante la maggior parte delle aziende dia il beneficio del dubbio agli impiegati, il 31% di esse ha rivelato che controlla se il dipendente abbia detto la verità.

Il modo più comune (66%) è quello di richiedere la dichiarazione del medico seguito a ruota (49%) dal chiamare direttamente il dipendente. Il 15% ha detto di essere passati in macchina davanti alla casa del dipendente.

E il 18% dei datori di lavoro ha detto di aver licenziato un dipendente che ha mentito sulla causa della sua assenza dal lavoro.

C’è da dire anche che alcuni lavoratori si sono fregati da soli su internet.

Il 24% delle aziende ha scoperto un bugia da parte del dipendente controllando i social media. Di queste, il 22% ha poi licenziato il dipendente mentre il 54% si è dimostrato più magnanimo limitandosi a un rimprovero.

Infine, non tutti gli impiegati si assentano senza motivi, anzi. La maggior parte di essi (53%) ha dichiarato di essere andata al lavoro anche quando si sentiva malata mentre il 38% lo ha fatto perché non poteva permettersi di rinunciare al giorno di paga.

L’assenteismo cresce durante l’inverno: Dicembre è il mese più popolare seguito da Gennaio e Febbraio.

Quale scusa hanno usato i ‘vostri amici’ per non andare al lavoro?

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta