A Seattle per amore

World Nomads Assicurazione Viaggi

Marcella Nardi vive a Seattle sulla costa ovest degli Stati Uniti.

Marcella ha lavorato per tanti anni presso la filiale italiana della IBM dove poi conobbe il suo futuro marito, americano.

Nel 1992 Marcella si è sposata e poi, nel 2007, al marito fu offerta un’opportunità lavorativa presso la Microsoft a Seattle.

Presi in considerazione tantissimi fattori tra i quali, purtroppo, l’attuale situazione lavorativa italiana, Marcella e marito hanno deciso di prendere al volo questa opportunità e di trasferirsi negli Stati Uniti.

Dal 2008 vivono vicino a Redmond, sede della Microsoft.

Seattle si trova nell’angolo nord occidentale degli Stati Uniti, a circa due ore di macchina da Vancouver, Canada.

Si tratta di una città molto importante dal punto di vista economico e culturale grazie alla presenza di aziende come la Boeing, Microsoft, Amazon, Expedia, Google, Intel, Starbucks e tante altre. Questo fa sì che la città abbia un numero altissimo di residenti in possesso di una laurea.

Non ci sono invece tantissime “fabbriche”.

Marcella descrive Seattle come una città molto a misura d’uomo, molto visibile e con una grande offerta culturale facendo compagnia a New York e Chicago.

È inoltre una città molto cosmopolita che accoglie positivamente gli stranieri e Marcella in particolare è stata ben accolta come italiana.

In seguito al trasferimento Marcella ne ha approfittato per cambiare completamente ambito lavorativo.

Il marito ha ovviamente perseguito la carriera in ambito informatico mentre Marcella (avendo fatto un paio di conti economici) ha deciso di seguire le sue passioni.

Insegna italiano sia per conto proprio di una grande azienda di relocation.

Poi insegna l’inglese agli italiani tramite Skype.

Infine si dedica alle passioni relative alla cultura italiana soprattutto per quel che riguarda il periodo mediovale cercando così di diffonderla negli Stati Uniti.

Marcella condivide anche la sua esperienza di appassionata di storia, arte e cultura italiana catapultata in una realtà dove la storia, misurandola in millenni, non esiste o quasi.

La storia non c’è però ci sono altri aspetti della vita che riescono a sopperire alla sua assenza.

La vita quotidiana è molto più semplice in una realtà come quella di Seattle (ad esempio per la minor presenza di burocrazia) e la natura e i paesaggi sono favolosi.

seattle

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *