I Neozelandesi lasciano l’Australia per tornare a casa

World Nomads Assicurazione Viaggi

Secondo un articolo pubblicato da Stuff.com.nz è in atto un’inversione di tendenza del flusso migratorio tra Nuova Zelanda ed Australia.

(Grazie a Anno del Kiwi per la segnalazione).

Leggi anche: Opportunità di lavoro in Nuova Zelanda

Sembra infatti che l’emigrazione dei Neozelandesi verso l’Australia stia diminuendo in modo drastico e vi sia un alto numero di cittadini neozelandesi residenti in Australia che sta ritornando verso casa.

Prima del 2008 ogni anno 40.000 neozelandesi emigravano (soprattutto verso l’Australia) alla ricerca di migliori opportunità lavorative.

Durante l’anno che si è concluso ad Aprile 2014 32.600 neozelandesi hanno lasciato il Paese ma 21.500 altri sono tornati.

Le perdita di 11.000 persone è di molto inferiore rispetto alla perdita di 34.100 dell’anno precedente e l’emigrazione di 200 persone durante Aprile 2014 è il livello mensile più basso dal 1996.

Christchurch in particolare sta vedendo la sua popolazione crescere con circa i due terzi dei nuovi arrivato neozelandesi di ritorno dall’estero.

Il flusso migratorio tra le due nazioni è particolare in quanto i cittadini di entrambe le nazioni sono liberi di andare a vivere e lavorare nell’altra senza restrizioni di elargizione di un visto.

Un aspetto particolare (e determinante) per i Neozelandesi riguarda un cambiamento fatto alla definizione di residente in Australia da parte del governo Howard nel 2001 che escludeva in modo esplicito (e unilaterale) i Neozelandesi dalla sicurezza sociale.

Circa 200.000 dei 648.200 Neozelandesi residenti in Australia durante Settembre 2013 sono esclusi da benefit sociali in quanto approdati in Australia dopo il 2001.

Quando la salute relativa delle due economie cambia, il flusso migratorio cambia.

Ultimamente le notizie relative all’economia australiana non sono altrettanto ottimistiche quando confrontate a quelle relative all’economia neozelandese, un aspetto sottolineato dal maggiore pessimismo dimostrato dal governo australiano durante il ‘budget’ più recente.

Christchurch è una delle mete favorite da parte dei Neozelandesi di ritorno grazie al settore dell’edilizia che sta fornendo parecchie opportunità lavorative legate alla ricostruzione della città in seguito alla distruzione da parte del terremoto di pochi anni fa.

L’altro settore in salute è quello dell’informatica ma la distribuzione geografica delle opportunità di lavoro è maggiore con tutte le principali città neozelandesi (Auckland, Christchurch e Wellington) attraenti per professionisti del settore.

Che nazione scegliereste? Australia, Nuova Zelanda o nessuna delle due?

I Neozelandesi lasciano l'Australia per tornare a casa

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta