SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Razzista condannato alla prigione in Australia

  • Sharebar

Come riportato da ABC News, il trentaseienne David Graham è stato condannato al carcere con una pena di 21 giorni per aver usato frasi razziste contro una turista francese su un autobus a Melbourne.

Il giudice ha detto che Graham ha terrorizzato e impaurito la donna quando ha iniziato a insultarla durante l’episodio che risale al Novembre 2012.

Fanny Desaintjores, ventidue anni, e le sue amiche stavano cantando in francese su un autobus che andava da Caulfield fino a Highett, due sobborghi nel sud-est di Melbourne.

Graham le disse di “parlare inglese o morire” e minacciò di tagliarle i seni con un taglierino.

Il magistrato ha detto che si trattava di un attacco vile, misogino, sessista e, a volte, razzista.

Ha aggiunto che nonostante si trattasse solo di parole, queste hanno terrorizzato, impaurito e minacciato la signorina Desaintjores e hanno avuto un impatto su tutti gli altri passeggeri del bus.

Hayden Stewart, 25 anni, partecipò anche lui all’attacco insieme, presumibilmente, alla sua partner Allix Guest, 22 anni.

Stewart ruppe un finestrino dell’autobus mentre scendeva.

Ciononostante, il giudice ha detto che Graham fu l’aggressore principale.

Il tutto fu registrato da un altro passeggero dell’autobus e postato su YouTube.

Il video ha ricevuto più di quattro milioni di visualizzazioni e fece notizia intorno al mondo.

La signorina Desaintjores ha commentato il video dicendo che non ha intenzione di alimentare odio e non giudica tutti gli australiani.

Dice che sarebbe potuto succedere ovunque in giro per il mondo: “ci sono idioti dappertutto, anche in Francia.”

A seguito della pubblicità Graham è stato licenziato dal suo lavoro e si è dichiarato colpevole.

Passerà 21 giorni in prigione e dovrà completare 150 ore di lavoro a favore della comunità dopo l’uscita di prigione.

Commenta su Facebook

commenti


Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • maria

    certo, poi però con gli aborigeni, invece non si fanno e non si sono mai fatti scrupoli!

  • Luc

    Gli australiani sono isolani e tento ad essere molto razzisti o almeno sono diffidenti con chi non e’ australiani.

    Ho vissuto anni in UK, US and AU e posso ben dirlo. UK e Australia sono totalmente diversi, l’Australia sembra essere indietro di anni. Anche i miei amici americani e inglesi mi dicevano che fatevano fatica a trovare lavoro o fare amicizie perche stranieri

  • wif

    Nulla di nuovo…

  • alberto

    si’, va beh. Il solito “politically correct” di facciata che piace tanti agli australiani, per i quali le apparenze contano piu’ della sostanza. Gli australiani sono razzisti in un modo piu’ subdolo e strisciante, che non si manifesta con gli insulti sugli autobus ma con esclusioni a livello sociale e lavorativo e diffusi stereotipi su chiunque non abbia accento australiano. Ridicola questa storia

  • Angelica Rubino

    anche io ho rischiato il carcere in uk per aver chiamato un nero ”scimmia”
    ma non l’avevo detto in senso razzista, e anche se fosse? lui diceva che le italiane erano tutte puttane di berlusconi..-.-

  • lorenzo

    Lavoro in australia (outback)……dico sempre che noi italiani abbiamo tanti tanti difetti pero’ che nessuno mi venga a dire che siamo peggiori degli australiani in tema di razzismo….non mi fate l’esempio dei deficienti allo stadio perche’ li si parla di gruppeti qui e’ qualcosa che si respira nell’aria in ogni momento in ogni contesto…solo piu’ subdolo. Con gli aborigini poi ne ho sentite di cotte e di crude.
    Personalmente dell’australia la mia piu’ grande delusione sono gli australiani.

  • alberto

    D’accordissimo, lo dico anche nel mio commento qui sotto. Io vivo a Melbourne, e ho avuto la stessa sensazione: outback o citta’, a quanto pare, l’approccio degli australiani e’ lo stesso.

  • Alessandro

    Ho visstuto a Melbourne un anno, e sono letteralmente “scappato”. Forse molti non sanno che l’Australia e’ molto piu’ razzista di quanto ci si possa immaginare. Fino agli anni ’70 era ILLEGALE parlare un’altra lingua che non fosse l’inglese in pubblico…

  • zoodany

    non so che esperienze avete avuto. Io vivo nella “razzista” e “pericolosa” Cairns (per gli aussie). Mai visto nè sentito nulla. In confronto all’Italia sembra un resort nel mar rosso… Dopo due anni e mezzo MAI visto e sentito nulla. Mai avuto problemi con i locals. Neri o bianchi che siano. Sono a contatto tutti i giorni con backpackers, gay, bianchi, neri, comunisti, fascisti ecc… ho trovato di tutto e non ho mai sentito UNA sola lamentela. Tutti entusiasti. Sia a Melbourne dove ho vissuto 7 mesi che qui a Cairns. Casomai qualcosa c’è, ed è vero, con gli aborigeni. Gli unici in difficoltà erano quelli che non sapevano l’inglese e che non si sentivano “integrati” (????). Gli unici problemi che ho avuto sono stati con gli italiani e i greci. Mi hanno raccontato di suburb “difficili” a Sydney, so di qualche suburb “rognoso” a Melbourn (Frankston e compagnia bella…) ma da qui a definire l’Australia razzista ce ne passa… e lasciamo stare la storia del passato per cortesia… Noi pochi decenni fa firmavamo le leggi razziali ed eravamo alleati di Hitler… gli italiani sono razzisti per questo??? Come sono gli italiani al riguardo?? Fate un confronto Italia-Australia anche su questo… Mai sentito parlare di Australia del nord o del sud… mai sentito incidenti per motivi territoriali o politici negli stadi… mai sentito di manifestazioni naziste nelle città, mai sentito di persone picchiate perchè di un’altra città e con un dialetto diverso. In che mondo vivete? L’Australia non sarà il mulino bianco… ma se la si confronta all’italia sembra il il giardino dell’eden…

  • rocco

    e quando esci appena dalle 2 o 3 citta’ grandi che ci sono in tutta l australia, sembra di ritrovarti nel vecchio west, anche nella mentalita’

  • zoodany

    in Italia invece? Ci si ammazza negli stadi per un dialetto. Se vai nelle campagne ti guardano storto e non ti salutano.
    Seguendo il tuo esempio l’Italia è un paese razzista. Escludendo argomento immigrati… perciò perchè vi lamentate? Esistono paesi dove non esistono questi problemi? Guardate prima da dove venite…

  • serena

    dite che gli australiani sono razzisti verso di noi… ma perchè qua in italia di solito noi andiamo a cena coi rumeni e a pranzo nei campi nomadi? ma che ipocriti!!!

  • zoodany

    ho provato già a spiegarglielo… non c’è verso… addirittura noi ci meniamo tra italiani negli stadi per un dialetto…

  • Valeria

    scappato? non essere ridicolo: nel dire che TUTTO un paese e’ razzista per via del coglione che hai beccato, e’ ignorante. E l’ignoranza e’ una brutta bestia.

  • Valeria

    nel dire che TUTTO un paese e’ razzista per via del coglione che hai beccato, e’ ignorante. E l’ignoranza e’ una brutta bestia.

  • Valeria

    ma perche’ in Italia con i rumeni e gli africani? Per piacere, non siamo ipocriti. Che gli italiani sono proprio bravi.

  • Valeria

    e allora tu lo zingaro al semaforo? o l’africano che ti pulisce il vetro della macchina? Siamo tutti razzisti…. se mi sentissi a me quando guido

  • Valeria

    bravissimo!!

  • Freedom83

    Esatto…

  • rocco

    cavolo centra gli italiani con rumeni e africani,. gli aborigeni sono i veri abitanti di quello statocontinente, non diciamo eresie, il loro comportamento sin dall origine è stato distruttivo verso quella terra e verso i loro abitanti

  • zoodany

    è vero… ma questa è storia… altrimenti l’Italia è un paese fascista… (eppure ci sono ancora…). Io vivo a Cairns e le due “etnie” convivono bene senza troppi problemi (ci sono ma sono minimi, come avviene del resto in tutto il mondo). Se invece vuoi parlare della politica attuale di sostentamento TOTALE alla comunità aborigena la questione è un po’ più complessa…


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube