SCRIVERE IL CV IN INGLESE

La ripresa nel manifatturiero britannico è reale!

  • Sharebar

Buone notizie se lavorate in aziende manifatturiere e avete intenzione di andare a vivere nel Regno Unito.

Le aziende manifatturiere britanniche prevedono di assumere (molto) in concomitanza con una ripresa che coinvolge più ampiamente vari settori dell’economia del Regno Unito.

Leggi anche: Si assume in questa nazione europea

Secondo un sondaggio da parte della EEF, l’organizzazione delle aziende produttive britanniche, queste ultime stanno beneficiando di una forte crescita grazie ad una combinazione di forti vendite nel Regno Unito e di un miglioramento delle vendite all’estero.

L’edizione relativa al primo trimestre del 2014 rivela prospettive più positive rispetto a quelle dei trimestri precedenti con migliori condizioni presenti in un maggior numero di regioni britanniche e di settori.

lavoro londra

Per Lavoro a Londra clicca sulla foto

Queste prospettive significano migliori intenzioni di assunzione del personale e di investimenti, a livelli mai registrati all’interno di questo sondaggio.

Lee Hopley, Chief Economist della EEF, afferma: “questo è il miglior insieme di indici che abbiamo visto da tanto tempo. Confermano non un semplice accenno di ripresa bensì un chiaro messaggio di svolta da parte dell’economia. Le aziende manifatturiere hanno una maggior fiducia nel futuro grazie ad un maggior numero di ordini e a forti esportazioni. Adesso è di vitale importanza che il governo faccia tutto quello che può per fornire supporto alle aziende, dando ai produttori la fiducia necessaria per mettere in atto le intenzioni di investimento e assunzioni.”

Secondo il sondaggio le prospettive migliori vengono riportate dai settori dell’elettronica, degli autoveicoli e dell’equipaggiamento elettrico.

Questo trend positivo viene anche attribuito ad una graduale ripresa dell’euro zona.

Dal punto di vista delle assunzioni tutti i settori hanno recentemente aumentato l’impiego, in particolare il settore degli autoveicoli e dell’elettronica.

Le intenzioni di investimento sono positive per il quarto trimestre consecutivo, raggiungendo il livello più alto da quando è stato iniziato il sondaggio.

Chi di voi lavora nel manifatturiero in Gran Bretagna? Confermate?

UK su Italiansinfuga

UK su Italiansinfuga

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Northern Lights UK

    Peccato che grazie a un certo signor Farage ti “fanno sempre più le pulci” se non sei britannico… Quindi niente news per gli aspiranti emigranti, Aldo :(
    Io nel manifatturierio non lavoro… Appunto, non si lavora proprio!

    Da un pò di tempo a questa parte mi meravigliano tutti questi articoli di ripresa… Non passa giorno che non ci tagliano qualcosa! :( per me è propaganda politica bella e buona. L’UK sta diventando un’altra Italia….

  • sara

    Ciao Northern, ti ho seguita, so che sei in Scozia e quello che scrivi mi toglie molto le speranze. Per quello che mi riguarda ho lavorato nell’export e customer service e mentre tre anni fa rispondevano e ti cercavano, ora è l’appiattimento totale anche nei settori moda e distribuzione che una volta andavano forti. Non si vede più un annuncio a pagarlo oro e quel poco che c’é è pagato una miseria.

  • sara

    Come siamo messi a discriminazione sull’età per gli over 35/40 in UK/Ireland?

  • Northern Lights UK

    Per l’etá non importa proprio. Discriminare contro l’etá è contro la legge. Peccato che discrimino su tutto il resto! Una delle peggiori discriminazioni e fissazioni che hanno sono contro gli accenti, figurati noi italiani come ne usciamo fuori! :(

  • Northern Lights UK

    Non sono più in Scozia, io e mio marito ci siamo trasferiti in Inghilterra un anno fa circa. Il lavoro stava scarseggiando pure per lui che è locale, figurati! Io dalla fine del 2011 ho lavoricchiato per un totale di circa tre-quattro mesi in due anni. Non si trova più niente se non sei IT o nell’engineering. Per ogni posto di segretaria/customer service/kitchen hand ci sono centinaia di persone in fila. Tristezza acuta. Dove cavolo sta ripresa? Nei giornali e basta!

  • sara

    Dicevi comunque in un altro post che i 40+ rimangono indietro se non ricoprono ruoli molto tecnici…

  • sara

    Ti dico, a me 4 anni fa chiamavano dall’UK in Italia per propormi colloqui e c’erano molti permanent. Poi ho cominciato a vedere principalmente CONTRACT. Parlo di posizioni bilingual/trilingual sales admin/customer services. Onestamente non vedo molte opportunità in UK…sempre di più che in Italia dove a 40 anni sei carne da macello, ma non la vedo rosea in UK…almeno lì ci sono i benefits è non si muore per strada. Qui ci sono famiglie che rimangono per la strada…

  • Northern Lights UK

    Quello era sottinteso. È una legge normale del mercato del lavoro. Quando c’è disponibilità di lavoratori, preferiscono i più giovani. Sembra che non discrimino ma chiaramente se la disoccupazione aumenta fanno una scrematura, e se sei donna ed over 40 è considerato svantaggioso, ovvio. Non solo in Italia, ovunque.

  • Northern Lights UK

    Al sud il mercato del lavoro continua a macinare e anche in Irlanda. Da Manchester in su è buio pesto! Il problema, come dici tu, è trovare il permanent. Mio suocero, che è a circa sei anni dalla pensione, ormai è da tre anni che viene assunto con contracts per quel motivo. Prima non avrebbero battuto ciglio ad assumerlo con un permanent. Muoiono per strada anche qui. I benefits al sud sono pochi per vivere, e poi molti landlords non vogliono affittare più ai DSS. Conclusione, se non ci fossero le organizzazioni benefiche ad aiutare questi disgraziati, vedresti parecchi morti pure qui :( non ti dico quanta gente vive in macchina o caravans donati, alcuni con case espropriate perchè qui in UK se perdi il lavoro, prima rata del mutuo che salti ti pignorano la casa, anche se hai pagato per 20 anni. Il problema è che ste cose i governi le vogliono nascondere.

  • sara

    Quindi il fatto che non discriminano i 40 e + a nord sono leggende metropolitane…

  • sara

    A me avevano detto che se perdevi il lavoro lo stato ti pagava le rate del mutuo e l’affitto…me l’aveva detto un’inglese nel 2010…le cose sono cambiate?? Addirittura ho sentito di una famiglia italiana che non sa una parola di inglese che si è transferita a gennaio a Londra e il Governo paga loro tutto, compreso affitto e corso di inglese..

  • http://vivereaglasgow.blogspot.co.uk/ italo-lombardo

    Io nel manufatturiero ci lavoro. La ripresa c’e’. Ma timida timida.

  • Northern Lights UK

    Queste sono fesserie che qualcuno racconta per fare….. I cittadini europei gli housing benefits nemmeno li possono percepire più appena arrivati! Non si può postare link su questo blog (i commenti vanno in moderazione) ma altrimenti potrei postarti la pagina del nostro mutuo e c’è scritto a lettere cubitali “make sure you can afford your mortgage if your income falls” oppure “your home may be repossessed if you do not keep up repayments on your mortgage” e le sanzioni e il processo salta dopo che una rata non è pagata. Ti posso assicurare che nessuno ti paga il mutuo e se tu perdi il lavoro perdi tutto. Questo è così da sempre, non dal 2010. D’altronde nel 2005 avevo un mutuo in Italia e le case venivano pignorate per gli stessi motivi. Francamente nel settore banche nessuno ti regala nulla, da tutte le parti! Scusa ma quell’inglese o ti ha raccontato una bufala o forse si è spiegato male. Non sono mai esistiti benefits che aiutano a pagare i mutui, perlomeno da quando sono qui.

  • sara

    Ho letto articoli di italiani che arrivavano con famiglia a carico a cui davano gli housing benefits e tutto il resto per case in affitto. Che siano menzogne o meno non posso sapere perché sono cose lette, ma ricordo che la mia landlord inglese mi diceva la stessa cosa, che se rimani senza lavoro ti pagano l’affitto..e le rate del mutuo ma che Cameron stava tagliando i benefits. Non mi sono mai trovata a vivere l’esperienza.

  • sara

    A parte questo, come posso contattarti privatamente?

  • Northern Lights UK

    Sì la tua landlord inglese diceva ciò riferito agli inglesi, noi non c’entriamo proprio niente da un bel pò, siamo cittadini EU. Mmm articoli di italiani, considerato la mafia che c’è a giro direi che puoi diffidare completamente di ciò che dicono….. Mi piacerebbe sapere chi sono e ‘chi’ gli ha dato gli housing benefits. Poi ci si stupisce che ogni tanto ci scappa il morto. Roba da matti! Mi puoi inviare un PM sul forum di Italians in fuga (stesso nick che uso qui) o all’email northernlightsblog@hotmail.co.uk

  • 1Aussie

    Ciao Northern come siamo messi con l’accento australiano? In generale con tutti gli inglesi con cui parlo hanno piacere non li disturba anche se a volte devo correggere un po’ il tiro. Non sono mai stato in Great Britain e come suddito di Sua Maestà qualche volta vorrei venire e sinceramente ho anche pensato ad una esperienza lavorativa da quelle parti, ma mi sembra che non tiri una buona aria se non sbaglio troppo. See ya

  • Northern Lights UK

    Ho incontrato tantissimi australiani in questi anni e nessuno ha mai avuto problemi. Semmai…. Sono pure tornati in Oz dopo, quindi forse l’Australia è leggermente meglio dell’UK? ;) just sayin’. Penso che in confronto all’Oceania qui l’aria sia decisamente pessima. Se poi la tua intenzione è giusto un esperienza, un proverbio dice “tentar non nuoce”. See ya Aussie!

  • 1Aussie

    GOOD ONYA! Thanks heaps, Grinning like a shot fox!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube