La Germania aiuta i dottori stranieri

  • Sharebar

Un servizio da parte di DW illustra i problemi con la lingua che i dottori stranieri in Germania si trovano ad affrontare ed il supporto che ricevono per superare le difficoltà.

In alcuni ospedali come quello visitato dai giornalisti i dottori stranieri costituiscono un quinto del personale.

Il dottor Asse Abu-Mowais si è trasferito dalla Giordania un anno fa per perseguire un tirocinio avanzato.

Come lui ci sono 30.000 dottori stranieri che attualmente lavorano in Germania a causa di una lacuna di dottori tedeschi. I dottori stranieri ricevono sostegno attraverso corsi di lingua tedesca creati appositamente per la loro professione in modo da migliorare le probabilità che i pazienti li capiscano.

Il primo paziente intervistato dice che non gli importa se il dottore è tedesco oppure no confermando che il dottore protagonista del video si è rivelato molto bravo.

Il dottor Abu-Mowais dice che l’aspetto più difficile del comunicare in tedesco è l’accento, non il vocabolario, soprattutto con pazienti più anziani che tendono a non capirlo subito.

Il Dottor Hans-Georg Bohne, primario dell’ospedale, rassicura che in situazioni critiche dove la conoscenza della lingua e la capacità di comunicazione è particolarmente importante i dottori stranieri vengono assistiti da colleghi di madrelingua tedesca.

Ogni sabato il dottor Abu-Mowais frequenta un corso di ‘Tedesco per dottori’. Non è un corso obbligatorio perché solo alcuni stati tedeschi richiedono che i dottori stranieri dimostrino une certo livello di conoscenza della lingua tedesca per poter esercitare in Germania.

L’insegnante spiega aspetti molto particolari della lingua inerenti la professione di dottore.

Inoltre i dottori fanno esercizi attraverso i quali fanno pratica di aspetti come ad esempio la comunicazione relativa alla preparazione per un’operazione.

L’insegnate di tedesco inoltre accompagna a intervalli regolari il dottore in corsia per controllare ‘dal vivo’ il progresso fatto nell’uso del tedesco.

Dottor Abu-Mowais dice che vorrebbe restare in Germania anche grazie al benvenuto ricevuto (sia dai pazienti che dai colleghi) e al supporto di corsi come quello di tedesco.

Chi di voi vorrebbe lavorare in Germania?

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • wif

    Io mi chiedo se arrivasse qua un medico che non parla italiano.
    Come reagireste?

  • Pier Silverio

    Dipende da che medico: mica tutti fanno “il giro dei pazienti”, ci sono anche chirurghi, radiologi, e altri che non lavorano a stretto contatto con i pazienti. In generale penso che non sarebbe la fine del mondo, basta che il medico si impegni a imparare la lingua, e direi che in anno si passa tranquillamente da zero a un livello sufficiente per comunicare eventualmente con i pazienti. Già in 6 mesi si fa molto, se poi uno arriva con qualche base è a cavallo.

  • wif

    Il tedesco ci vogliono ANNI per parlarlo al livello necessario per un medico, in 6 mesi non ce la fai. Che fa il medico, si esprime a gesti? Io il tedesco l’ho studiato in tenera età, so di cosa parlo.
    Se vado in ospedale voglio un medico che parla la mia lingua e possibilmente bravo. Comunque mi sorprende che in Germania manchino medici. Forse selezionano talmente gli studenti che in pochissimi riescono a laurearsi in medicina. La scuola e l’università tedesche sono dei sistemi tritapersone.
    Ciao!

  • Pier Silverio

    La Germania è a corto di medici perché li paga “poco” e li fa lavorare “molto”, perciò i medici tedeschi puntano altrove (Olanda, Svizzera, Usa, Scandinavia, e anche più lontano). Il vuoto lasciato da loro viene colmato da stranieri. I medici tedeschi sono scontenti perché lavorano difficilmente meno di 60 ore a settimana (di solito circa 80), mentre gli stipendi sono rimasti stabili dal 2005, con un lieve aumento nel 2009. Parliamo di circa 2000-2500€ netti per gli specializzandi e da 3000 a 5000€ netti per gli specializzati. Quello che pesa è soprattutto l’orario di lavoro, comunque (per altro non è molto diverso da quello in molta parte del mondo e dell’EU).
    E’ un discorso complesso.
    In ogni caso sopravvaluti la competenza linguistica richiesta ad un medico ;)

  • wif

    Non credo che in medicina ci si possa prendere il lusso di non capire il 100% della lingua.
    Mah, comunque gli orari di lavoro sono molto pesanti un po’ ovunque, anche in altri settori lavorativi. Grazie per le info.

  • ElisaM

    La conoscenza della lingua è fondamentale, soprattutto in campo medico, e questo sia che si sia radiologi che chirurgi che internisti. Io sto facendo la specialità in medicina interna e parlo con un radiologo in media due volte al giorno, se non lo capissi sarebbe un disastro… bisogna anche dire che in Germania ci sono tre lingue da imparare: il tedesco vero, il dialetto (provate a lavorare nella campagna bavarese se non lo sapete!) e il tedesco medico semplificato per i pazienti, che è praticamente un’altra lingua. Quindi sei mesi per imparare tutto ciò sono pochi, ma non è impossibile (per esperienza personale). Ma scordatevi sistemi come quelli mostrati dal servizio. Sicuramente ci sono anche centri così strutturati, ma in genere ci si deve arrangiare da soli. Questo almeno per noi europei: ho notato che i medici dagli Emirati Arabi e dal Vicino Oriente in generale sono in qualche modo facilitati perchè esistono speciali convenzioni con la Germania e il loro Paese d’origine, quindi per loro i corsi di tedesco e di tedesco medico sono spesso già pagati e un posto lavorativo già assicurato in qualche clinica privata. Non è sempre così, ma nella mia esperienza è quello che ho visto succedere nel 90 % dei casi. Per quanto riguarda stipendio e ore lavorative, un medico specializzando in Germania prende più di 2500 € netti: sicuramente dipende da stato a stato e dal tipo di clinica (il sistema sanitario tedesco è diverso da quello italiano), comunque già al secondo anno di specialità si può arrivare a prendere sui 3000 € netti mensili. Per quanto riguarda le ore di lavoro, confermo che si arriva tranquillamente a più di 60 la settimana, come in Italia, del resto. In ogni caso, visto che anche le mansioni lavorative sono diverse in Germania rispetto all’Italia e all’inizio questo può davvero creare maggiori difficoltà, consiglio a chi sia interessato a fare la specialità/lavorare come specialista in Germania di venire qui per un mese (ossia per fare un cosiddetto Praktikum), per capire a che cosa si va incontro.

  • wif

    Ma cosa ci vengono a fare i medici degli Emirati in Germania? Non guadagnerebbero meglio a casa propria?

  • ElisaM

    Credo faccia parte della loro formazione un periodo all’estero, cioè non è d’obbligo ma conferisce prestigio. Fai conto che tutti quelli che ho conosciuto vengono da famiglie abbastanza benestanti, probabilmente è un extra che solo alcuni possono permettersi.

  • wif

    Alla fine i medici sono pagati poco anche in Svezia e gli svedesi vanno in Danimarca o in Norvegia.

  • Flavia Meccio

    come si fa per chiedere un praktikum in una clinica? esistono dei praktikum retribuiti?


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube