7 mesi a Londra = happy

World Nomads Assicurazione Viaggi

Andrea Falzetti si trova da 7 mesi a Londra e ci racconta come è riuscito a trasferirsi.


Leggi anche: Lavoro a Londra: tutto quello da sapere


Ci descrivi la tua esperienza in Italia?

Ho studiato Informatica in un istituto tecnico a Roma, per un anno e mezzo ho frequentato l’Università Tor Vergata di Roma dove deluso e annoiato dal sistema, seppur studiando una materia che mi interessa e per la quale ho dedicato gli ultimi anni della mia vita, ho deciso di mollare tutto.

Mio fratello, più grande di me di 5 anni ne vive a Londra da 7 e per questo prima di trasferirmi, durante questi ultimi anni sono andato a trovarlo 6 o 7 volte, facendo vacanze più o meno lunghe, conoscendo Londra, imparando a muovermi per la città e soprattutto rompendo il ghiaccio con la lingua.

Da alcuni anni lavoravo freelance nello sviluppo di siti web e applicazioni per smartphone e molto utile è stata un’esperienza lavorativa all’interno dell’Università.

 

Quale è stato il percorso che ti ha consentito di trovare lavoro a Londra?

Il mio lavoro come web developer richiede alcune conoscenze di base. Durante la scuola superiore ho approcciato internet non più per giocare ma per imparare.

lavoro londra

Per Lavoro a Londra clicca sulla foto

Seguendo tutorials online e leggendo manuali tecnici ho imparato a programmare software e ho sempre trovato interesse nelle applicazioni orientate al web. Data la richiesta di mercato attuale, dove i siti web stanno esponenzialmente aumentando ho iniziato, quasi inevitabilmente, a lavorare in questo settore.

La scuola ma soprattutto le esperienze lavorative hanno aiutato a rendere le mie competenze professionali. Con questo piccolo bagaglio di capacità ho scritto il mio CV in inglese e l’ho inoltrato ad una quindicina di aziende trovate su gumtree.co.uk ed alcune multinazionali come Intel e Xerox attraverso il loro sito, sezione carriere.

Quanto ritieni che sia stata importante la fortuna?

Mi ritengo fortunato nell’aver trovato un lavoro con molta rapidità ed aver trovato un’ottima azienda disposta ad assumerti con colloqui fatti in Skype ed una prova (retribuita) a distanza.

Nel mio caso, mi è stato richiesto di realizzare un template HTML per una newsletter, a disposizione avevo il PSD di come doveva risultare.

Essendo questo parte di un prodotto, mi avrebbero pagato se il risultato fosse stato buono, anche se avessero deciso di non assumermi. Stiamo parlando di 3 ore di lavoro, moltissime volte, ripensando a questo mi sono chiesto… e in Italia sarebbe mai successo?

Quale era il tuo livello di inglese prima di approdare a Londra questa volta?

Il mio livello di inglese era assolutamente nella media, anzi, forse sotto.

Ho cambiato docente di inglese tutti gli anni alle superiori e tutti hanno sempre avuto il loro accento napoletano, toscano, sardo.

Soltanto all’università ho avuto la fortuna di seguire un corso di inglese con un madrelingua. L’esame corrispondeva ad un B2, ma credo che il B2 valutato in un paese anglosassone ha altri standard. Oltre alle scuole, non ho mai avuto interesse personale nel migliorare l’inglese.

Avendo viaggiato spesso nel nord-europa negli ultimi 2 anni, ho avuto modo di parlare e praticare l’inglese, questo ha fatto si che arrivando a Londra avessi una buona base da cui partire e saper sostenere discorsi di vario genere, soprattutto specifici per la mia professione.

Twitta! Tweet: “Migliorate quanto più potete l’inglese prima di partire.” – Andrea Falzetti http://ctt.ec/J5j7f+ @italiansinfuga #inglese #londra #lavoro

Quali competenze tecniche pensi abbiano fatto la differenza nel trovare lavoro?

Conoscendo il noto trio HTML, CSS e JavaScript avrete già alcune possibilità nel trovare lavoro come front-end web developer che per una posizione con poca esperienza può prendere £20.000.

Ogni capacità o competenza che potrete fornire, aumenterà il vostro salario e potete ambire ad una posizione di più rilievo come ad esempio back & front end developer (£30-40 k), o anche puro PHP developer che può arrivare a +£50k per profili senior.

Quali sono le differenze principali tra mondo del lavoro a Londra e a Roma?

A Londra il settore ‘internet’ è molto più vasto e aperto a migliaia di concorrenti e clienti.

Incontra altri Expat in Italia e all'estero

Senza dubbio c’è più lavoro in questo settore e i professionisti sono maggiormente retribuiti.

In Italia ho sempre percepito la sensazione che molte persone credono che chi lavora ‘con i computer’ lo faccia per hobby.

A te piace smanettare giusto? Perché non mi aggiusti il computer? Perché non mi fai il sito del negozio? Questo circolo vizioso genera prodotti di scarsa qualità e inevitabilmente fa abbassare i prezzi dei servizi forniti dalla aziende e di conseguenza molti freelancer o piccole/medie aziende si trovano in difficoltà a lavorare in un settore che poco lontano è roseo ed in espansione.

Bilancio dei primi mesi?

Sto per concludere 7 mesi a Londra e sono soddisfatto della mia scelta: non ho mai avuto un rimpianto o un’indecisione. Con una professione qualificata, hai modo di vivere dignitosamente, di risparmiare e di crearti la vita proprio come la desideri, o quasi. Il costo della vita a Londra è piuttosto alto ma il potere d’acquisto è migliore rispetto all’Italia. Una cosa che non mi va giù sono i prezzi degli affitti troppo alti, per non parlare del costo degli immobili. Nonostante ciò credo sia fattibile ottenere un mutuo e poterlo pagare senza morir di fame a fine mese.

Che consigli daresti a chi vuole seguire le tue orme?

Migliorate quanto più potete l’inglese prima di partire.

Acquisite esperienze professionali, anche come freelance nel settore dello sviluppo di siti web e applicazioni.

Scrivete un curriculum specifico per la professione, evitando di elencare tutti i pub e caffetterie dove avete lavorato, gli interesserà relativamente di questo.

Scrivete un’ottima cover letter per presentarvi, facendogli capire quanto siete motivati e quanto le vostre competenze potranno essere utili all’azienda per crescere entrambi.

Includete nel CV tutti i progetti (ovviamente relativi e rilevanti in alcun modo) a cui avete collaborato o creato.

Personalmente ho inserito nel CV anche il progetto della mia tesina alle superiori e il link al mio account GitHub e LinkedIn, alle applicazioni Android pubblicate sul Play Store e quanti download hanno avuto.

Iscrivetevi ai portali di annunci IT, caricando il vostro CV.

Create contatti, nuove persone, nuove possibilità. Personalmente ricevo tantissime offerte da LinkedIn.

Ci tengo a raccontarvi un piccolo aneddoto relativo a quanto appena detto per dimostrarvi che avere più contatti, soprattutto professionali, è molto importante e inoltre per un italiano potrebbe essere molto insolito quanto accaduto…

Mi trovavo alla stazione della metro Bank (zona centrale), stavo andando ad un pub dove alcuni amici mi stavano aspettando e non conoscendo la zona, non avendo una mappa e nemmeno internet sul cellulare a quel tempo, ricorro al metodo più antico del Mondo… chiedere informazioni.

Noto un tizio sulla 40ina che cammina guardando il suo iPad con aperto Google Maps, al che, lo fermo e gli chiedo indicazioni.

Gentilissimo mi mostra l’indirizzo e si offre di accompagnarmi, mettendo il navigatore. Camminando scopro che è americano e che ha appena avviato una società di telecomunicazioni qui a Londra. Parliamo per 15 minuti circa e ci raccontiamo a vicenda molto brevemente cosa facciamo.

Alla fine della camminata mi lascia il suo biglietto da visita e mi chiede di inviargli il CV, cosi faccio e dopo alcune settimane mi chiama.

Io in quel momento ero in metropolitana e trovando la linea irraggiungibile, addirittura mi chiama a casa a Roma ( avevo lasciato il numero fisso nel CV per errore! ) dove mia madre gli conferma che sono ancora a Londra, al che, dopo alcune ore mi ricontatta e fissiamo un appuntamento nel loro ufficio nella Eron Tower, un grattacielo di lusso.

Facciamo un colloquio e mi offre una posizione di lavoro, aumentando il mio salario. Spiego l’accaduto al mio capo e per farmi rimanere in azienda rilancia l’offerta, alche accetto.

Grazie Andrea e buon proseguimento a Londra!

London Tower Bridge

London Tower Bridge

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta