In Germania non è facile tuttavia…

  • Sharebar

Francesca Deliso condivide la sua esperienza di vita in Germania, patria del padre.

In cosa ti ha facilitato il trasferimento in Germania l’avere un genitore tedesco?

Senza dubbio avere mio padre con me è come avere una guida, un supporto e non mi fa mancare il senso di famiglia. Il fatto che sia tedesco, mi ha permesso di avere la cittadinanza, anche, tedesca e quindi di fare richiesta di una carta d’identità, tessera sanitaria, etc.

Quale padronanza della lingua avevi prima di partire?

Sapevo solo dire i numeri e frasi elementari, ad esempio “Ciao, come stai? Come ti chiami?” con le relative risposte

Dove vivi e cosa fai di bello?

Vivo in un paesino provinciale a sud della Germania. È davvero piccolo e quindi non c’è molto da “fare”.

Diciamo che se cerchi divertimento e uscite, dove abito io non fa al caso. Io studio e nel tempo libero vado in piscina (sempre pulita, calda, con lo sconto studenti pago 2€, senza pagherei 3€ ),palestra e leggo molto.

Ecco, qui l’idea della lettura è fenomenale! Nelle stazioni ci sono librerie pubbliche, nel senso che tu puoi prendere un libro, lo porti a casa o lo leggi li e quando lo finisci lo porti indietro. Non ti chiedono documenti e non hai limiti di tempo! È sorprendente!! Questo perché il pensiero di fondo è il rispetto! Perché mai dovrei rubare un libro? E in più non ci sono scritte, non sono strappati ! Una cosa del genere non durerebbe un weekend in Italia.

Quali sono le maggiori differenze tra la quotidianità in Germania e in Italia?

Beh innanzitutto gli orari della vita quotidiana. Mediamente si cena per le 6/7 e si va a letto per le 8/8.30 ; è capitato anche a me di andare a letto per quell’ora perché ormai abituata

Cosa ti manca dell’Italia?

Senza dubbio il sole, il mare e il cibo.

Foto: Francesca Deliso

Foto: Francesca Deliso

Tornerai in Italia?

Sicuramente non adesso. Sono giovane e la Germania mi da la possibilità di studiare e lavorare.

Che consigli daresti agli Italiani e alle Italiane che stanno pensando alla Germania?

Dico a loro che non tutto è oro quello che luccica! Certo la Germania ti da la possibilità che in questo momento l’Italia purtroppo non offre, ma di restare coi piedi per terra e di non credere di venire qui e fare miliardi: la vita costa. Una spesa minima è almeno di 50/60€ alla settimana ( e noi siamo 2) ; come anche i mezzi pubblici, per 8km di pullman pago un biglietto di 3,20€ !

Armatevi di pazienza perché sopportare i pregiudizi non sempre è facile! Ogni volta che mi presento alle persone come italiana, mi associano alla mafia, il che è vergognoso ma è un pensiero, sotto sotto, comune a tutti! Stranieri e non!

E per ultimo, ma non meno importante, di rimanere “con la testa tedesca, ma col cuore italiano”.

Tweet: “Rimanete con la testa tedesca, ma col cuore italiano” – Francesca Deliso

Grazie Francesca e buon proseguimento in Germania!

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • MM

    Concordo pienamente! In Germania da 2 anni, prendo il meglio che mi da ma resto con la testa italiana :)

  • Pier Silverio

    Servirebbe qualche dato in più, ad es.: Età? se non il paese almeno la provincia dove abita? Cosa studia? E’ all’università? Frequenta o studia da casa? Lavora? Perché ha scelto (o sua padre ha scelto) un paesino? Giusto per inquadrare un po’ la cosa.
    Poi ci sarebbero altre cose interessanti da sapere, ad es. come ha fatto per il trasferimento scolastico/universitario (è facile, complicato?), qual è il suo progetto a medio termine? A lungo termine?

  • Angelo

    Io anche vivo in Germania ma per fortuna non vengo associato alla mafia.

  • Francesca

    Mi piacerebbe sapere se Francesca ha fatto il liceo in Germania e come si è trovata con il sistema scolastico.

  • Castagnaccio Italiano

    Vivo in Germania dal novembre 2012, ho subito trovato lavoro – anche se non nel mio ambito di specializzazione – posso dire che non sarà certo l’Eldorado, ma questo paese da maggiori possibilità di rendersi economicamente indipendenti, cosa che purtroppo l’Italia al momento non fa.
    Ho anche un blog dove racconto, in pillole, la vita in Germania:
    http://castagnaccioitaliano.tumblr.com/


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube