Sono andato in Canada con il visto vacanza lavoro, ecco come sono riuscito a rimanere

  • Sharebar

Salvatore Peralta mi scrive da Montreal, Canada.


“Ciao Aldo,

sono un Mining Engineer e sono qua in Canada come PhD Student alla McGill University al Dipartimento di Mining & Materials Engineering.

Dopo essermi occupato tanto fino ad adesso di Mine Planning & Geostatistics ora focalizzerò la mia ricerca su mine reliability e maintenance analysis…

Un cambio di orizzonti che sono sicuro mi permetterà di aprire a nuove opportunità ed esperienze.

Ah un altra cosa! Io sono fiero di essere Italiano e di essere Sardo! Viva l’Italia e viva la Sardegna! ;-)

Sono qua in Canada dopo essere venuto l’anno scorso col programma working holiday che ho sfruttato per job interviews con società minerarie e lavori da cameriere/aiuto cuoco/barman e insegnante di italiano per pagarmi le spese e i corsi di inglese/francese per migliorare il mio livello linguistico.

Durante gli intensi sei mesi ho avuto modo di capire un po’ come funzionasse il sistema canadese e ho sfruttato l’opportunità di approcciare la McGill University (la migliore qua in Canada) per un programma di ricerca o comunque delle collaborazioni. Fortunatamente ho suscitato il loro interesse ho lavorato per il laboratorio di Mine Planning come Consultant (ben pagato…cosa che in Italia non esisterebbe proprio…).

Ho quindi aggiunto un ulteriore lavoro a quelli che già facevo ma ero felice perché sapevo che mi offriva un ottima opportunità collaborare con questa università. Poi è arrivata la proposta di dottorato che ho accettato al volo! Avevo ormai capito che per accedere al sistema lavorativo ad un certo livello bisogna far parte di alcune cerchie… e l’università offre una delle opportunità migliori per entrare a far parte della comunità e mettersi in mostra.

Ho affrontato quindi selezioni ma soprattutto lo scoglio dell’esame IELTS che non è stato per niente banale. Dopo essere stato accettato in pieno rimaneva da soddisfare questa condizione per la quale sono dovuto rientrare in Sardegna a studiare Inglese (non la condizione migliore per esercitare la lingua) con un excursus di un mese a Londra per finalizzare gli studi e dare l’esame vincente.

Ad agosto sono riuscito a prendere un bel 7 all’IELTS a fronte di un 6.5 richiesto.

Di conseguenza poi è arrivata l’offerta di borsa di studio con contratto per tre anni estendibile al quarto… Insomma sono pienamente all’interno del sistema canadese che sto esplorando ancora più a fondo.

Stando in McGill da appena tre settimane ho subito avuto conferma che farne parte ha grandissimi vantaggi come partecipare a qualche job fair esclusiva per i membri. Piano piano sto scoprendo tante cose e benché stia lavorando come un matto sono felicissimo.

Poi ci sono tanti discorsi come i fattori economici dove magari qualcuno direbbe che in Quebec le tasse sono alte e l’economia generale è meno fiorente rispetto all’Alberta (per esempio). Ma sono discorsi molto generici.

In realtà qua ci sono potenzialità enormi e veramente basta solo che venga presa la decisione di far partire un sistema produttivo che qua le cose partirebbero subito. Praticamente hanno risorse incredibili.

Se parlo per il settore minerario, che mi riguarda in pieno ma riguarda poi un po’ tutti essendo cardine della produzione primaria di qualsiasi stato, qua è un vero paradiso. Insomma vorrei inserirmi seriamente nel sistema e provare a lavorare per società di settore veramente importanti. Qua ci sono tutte quelle multinazionali che fino ad ora ho solo sognato ma che ho avuto modo di approcciare molto serenamente e senza neanche ci fosse niente di strano. Qua è normalissimo!!

Non so cosa sarà fra qualche anno. Ma dopo il tanto lavoro e la fatica per arrivare a questo primo step sono molto positivo! è un gran buon inizio e sono stimolato nell’impegnarmi per portare risultati migliori.

Salutandoti colgo l’occasione per ringraziarti per italiansinfuga che a me è servito tanto quando volevo trovare tante informazioni prima di partire…

Saluti da Montreal,

Salvatore”

Buon proseguimento in Canada, Salvatore!

photo credit: Mohammad Afshar (mohammadafshar.com) via photopin cc

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • Giovanni

    Grande Salvatore, sono Giovanni da Bergamo partito con un sogno di lasciare l’italia per dare un futuro migliore ai miei bambini. Sono un TruckDriver da oltre 26 anni tra italia ed europa partito 22 ottobre 2012 da Bergamo destinazione Toronto e poi Windsor. Dopo aver fatto la AZ (patente per guidare mezzi pesanti in Canada) e ringraziando di cuore Giuliana ( una mamma italiana di Casalvieri che vive nella via italiana di Windsor) che mi ha aiutato tanto. A settembre del 2013 parto con destinazione Calgary per il corso TDG( transport dangerous good) e poi per Edmonton con un contratto di due anni per la Trimac. La moglie e I figli sono arrivati a novembre 2013, I bimbi vanno a scuola e la moglie con un permesso di lavoro aperto. Ora devo passare l’esame IELTS e poi la domanda di resident permanent . Dicevano ” Se puoi sognarlo puoi farlo” io aggiungo non e’ facile e non e’ impossibile, ma non e’ finita

  • Salvatore Peralta

    Grande Giovanni! Che dire…io sono all’inizio dellamia avventura e spero di migliorarmi giorno per giorno…non so che sarà in futuro ma chissà…magari potrei lavoare in qualce sito minerario in Quebec oppure magari finire in Alberta anch’io (non mi dispiacerebbe affatto…anzi ;) ) qualunque cosa sia come dici tu “se puoi sognarlo puoi farlo”! Ciao :)


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube