Non vi piacciono gli stereotipi sugli Italiani? Preparatevi….

World Nomads Assicurazione Viaggi

Siete preoccupati degli stereotipi che accompagnano gli Italiani all’estero?

Ecco un modo per capire cosa vi aspetta e prepararvi psicologicamente.

Andate a leggervi i commenti su siti giornalistici della nazione di destinazione quando vengono pubblicate notizie relative all’Italia.

Scoprirete l’umore e l’opinione degli autoctoni sull’Italia e sugli Italiani.

“Ma io non sono come l’Italiano medio!!!”

Poco importa. Quando arrivate a destinazione e vi presentate “Nice to meet you. My name is Mario Rossi and I am from Italy” il vostro interlocutore vi collegherà immediatamente agli stereotipi e alla sua (poca) conoscenza dell’Italia.

Non tutti ovviamente ma tanti sì.

Ad esempio, è di questi giorni la notizia del verdetto che condanna Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher.

Sono andato a leggere i commenti all’articolo pubblicato sull’edizione statunitense dell’Huffington Post e devo dire che sono un ottimo esempio degli stereotipi che (alcuni) statunitensi hanno sul sistema giudiziario italiano, sull’Italia e sugli Italiani in generale.

Mentre sto scrivendo sono stati pubblicati 2.231 commenti che illustrano il pregiudizio che lo “statunitense medio” (se mai esistesse una figura simile) potrà avere nei vostri confronti in quanto rappresentante di una Nazione.

E tra l’altro, i lettori dell’Huffington Post dovrebbero essere (in teoria) più ‘illuminati’ e aperti di mente rispetto ai lettori, ad esempio, di Fox News.

Leggendo i commenti potete capire meglio come la pensano gli stranieri al nostro riguardo sia in bene che in male.

Sì perché se l’articolo fosse sulla cucina italiana, sull’arte italiana e sul Made in Italy probabilmente leggerete altrettanti stereotipi ma questa volta in senso positivo.

Leggendo i commenti potrete prepararvi alle discussioni con i colleghi e i nuovi amici riguardo argomenti di conversazione incentrati sull’Italia.

A volte la scelta migliore sarà quella di ‘diplomaticamente’ condurre la conversazione su altre tematiche meno controverse (che so, il tempo…) soprattutto quado vi state ambientando e state cercando di capire le dinamiche sociali.

A volte potete benissimo parlare senza peli sulla lingua ma attenzione perché l’ambientamento potrà diventare più arduo (anche se magari più emozionante e divertente).

Ho anche postato il link all’articolo su Facebook e mi ha fatto piacere capire dai commenti come anche noi Italiani abbiamo un sacco di stereotipi e pregiudizi sugli statunitensi…. 😉

Evviva la pace e la comprensione tra i popoli!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta