Dovete ascoltare Matteo per capire Parigi

World Nomads Assicurazione Viaggi

Matteo vive da sei anni in Francia, a Parigi.

In questa intervista discutiamo dei tanti lati positivi che Parigi offre e di alcuni negativi.

Parliamo dei falsi miti che Matteo ha smontato durante gli ultimi sei anni.

Ricordatevi che Italia e Francia sono nazioni confinanti e quindi con una cultura simile ma al tempo stesso più diverse di quanto ci si possa aspettare.

La burocrazia è un qualcosa che ha colpito Matteo al suo arrivo perché per espletare tantissimi aspetti della vita quotidiana bisogna produrre tantissimo materiale burocratico. Ad esempio prendere un appartamento in affitto è particolarmente estenuante.

Detto ciò la Francia è molto informatizzata e quindi molte pratiche vengono svolte utilizzando Internet.

Inoltre si usa molto la posta e le lettere arrivano nel giro di 24-48 ore 🙂

Ad esempio, i Francesi utilizzano la posta per spedire assegni grazie ai quali gestiscono tantissimi aspetti della vita quotidiana.

La conoscenza del francese è ovviamente importante, soprattutto al di fuori di Parigi. Essa consente di non fraintendere tante espressioni particolari francesi e tanti aspetti della vita quotidiana che i francesi danno per scontato.

È un elemento di integrazione importantissimo.

Un aspetto particolare della vita in Francia è che si pagano le tasse in modo abbastanza rigido soprattutto perché il pagamento è molto più automatico e semplice da parte del datore di lavoro.

Trovare sistemazione, trovare lavoro e aprire un conto corrente sono i primi tre passi fondamentali per i primi tempi in Francia. Questi tre passi sono collegati tra loro e molto dipendenti l’uno dall’altro.

Per chi vuole trasferirsi in Francia senza poter dimostrare di avere un lavoro con il quale pagare l’affitto, la soluzione può essere la ricerca di una camera in un appartamento in condivisione.

Inoltre parliamo di tanti aspetti della vita culturale di tutti i giorni in modo da offrire uno spaccato che possa aiutare chi sta pensando a Parigi come destinazione per il proprio espatrio.

Consiglio quindi la visione del video nella sua totalità, ringraziando Matteo per la sua disponibilità!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta