Marco vive a Perth grazie al secondo visto vacanza lavoro

World Nomads Assicurazione Viaggi

Marco Tassi ci aggiorna sul proseguimento della sua avventura in Australia con il visto vacanza lavoro.

Dall’ultima volta che ci siamo sentiti, Marco ha passato circa nove mesi sulla Sunshine Coast dove ha lavorato sia come manovale che come cameriere.

Il lavoro di manovale dipendeva tantissimo dal tempo. Quando pioveva, e a volte piove molto in Queensland, il lavoro non c’era e quindi ha pensato di trovare un’altra fonte di introito come cameriere presso un ristorante di Noosa.

In questo modo Marco poteva bilanciare la penuria di lavoro in un settore attraverso il lavoro in un altro.

Quando il tempo è migliorato, da maggio in poi, Marco lavorava sia come muratore di come cameriere.

Nel frattempo aveva già spedito quattrocento curriculum per trovare lavoro nel suo settore (ingegnere civile) nell’area di Brisbane e del sud-est Queensland.

Il risultato fu di zero chiamate! Neanche per un colloquio.

A posteriori Marco ritiene che questo responso è stato causato dalla mancanza di qualifiche australiane, mancanza di esperienza lavorativa in Australia pertinente la figura professionale che l’azienda cercava e, forse, la precedenza che danno agli australiani.

Inoltre Marco non era iscritto ad alcun albo professionale che riconoscesse le sue esperienze e qualifiche in Italia.

Marco descrive il suo approccio come quello tipico “del ragazzo che arriva dall’estero ed inizia a spedire curriculum tramite email”.

Quello che non ha fatto e che invece farà in futuro è di andare a bussare direttamente di persona alle porte degli studi di ingegneria e delle aziende che potrebbero essere interessate al suo profilo professionale.

Questo approccio ha funzionato benissimo per trovare il suo primo lavoro in Australia da manovale.

Per rendere il suo curriculum più appetibile alle aziende Marco sta facendo domanda per iscriversi all’albo professionale di Engineers Australia in modo da far riconoscere la sua esperienza lavorativa in Italia attraverso lo ‘Skills Assessment’. Quest’ultimo costa alcune centinaia di dollari ma è essenziale ai fini dell’emigrazione per professionisti del settore di Marco.

Nel frattempo Marco ha sostenuto l’esame IELTS di conoscenza della lingua inglese, anch’esso necessario ai fini del conseguimento di un visto lavorativo a medio-lungo termine.

Al terzo tentativo Marco è riuscito ad ottenere il punteggio richiesto dalla tipologia di visto al quale ambisce.

Il trasferimento a Perth è stato dettato anche dal corso di Project Management al quale Marco si è iscritto per rendere il proprio curriculum più appetibile alle aziende. Questo prevede anche una internship all’interno di una azienda.

Il corso serale è durato meno di due mesi e a inizio 2014 inizierà la internship organizzata dalla scuola.

Nel frattempo Marco ha iniziato a lavorare sia come cameriere sia nel settore dell’edilizia.

Siccome il tirocinio di tre mesi non è pagato sta cercando di accumulare e risparmiare più soldi possibile.

Prima di partire da Noosa quindi Marco ha rifatto il proprio curriculum per mettere in evidenza le esperienze australiane maturate in Queensland.

Ha creato due versioni diverse: una da muratore e una da cameriere.

In quello da muratore ha inserito solo l’esperienza australiana da muratore inserendo una bella bandierina australiana per mettere in evidenza che l’esperienza è stata maturata non all’estero. Sulla seconda pagina del curriculum ha invece inserito la lettera di referenze ricevuta dai datori di lavoro della Sunshine Coast.

Per quello da cameriere ha seguito lo stesso principio.

In entrambe le versioni ha evitato assolutamente di inserire la propria esperienza come ingegnere in Italia. Non voleva infatti “spaventare” o mettere in soggezione il potenziale datore di lavoro.

Il responso da parte delle aziende è stato ottimo. Marco ha iniziato a spedire curriculum 4-5 giorni prima di partire per Perth. Già prima di arrivare aveva ricevuto inviti per colloqui di lavoro.

Il fatto che arrivasse a novembre ha giocato a suo favore perché, soprattutto per il settore della ristorazione, i ristoranti cercavano personale per il periodo estivo e delle festività natalizie.

Ha ricevuto quindi una decina di inviti per colloqui per posizioni da cameriere, fissando colloqui per la prima settimana di permanenza a Perth. Ha inoltre ricevuto tre inviti per colloqui da muratore.

Tutto questo spendendo circa venticinque curriculum rispondendo ad annunci pubblicati su Gumtree.

Come muratore ha invece cercato un’azienda che costruisse utilizzando la tecnica costruttiva TCF. In questo modo voleva sviluppare la propria conoscenza di tecnologie diverse di costruzione, uno degli obiettivi che si era proposto arrivando in Australia.

Per quel che riguarda la casa, Marco ha trovato casa in condivisione risparmiando tantissimo sull’affitto. Vive con una decina di persone di diverse nazionalità condividendo una camera da letto. Invece di spendere trenta dollari a notte per un ostello durante i primi tempi riesce a spendere solo novanta dollari a settimana. Il piano era quello di rimanere lì per poco tempo e invece dopo un mese mezzo Marco si trova ancora lì perché si trova fondamentalmente bene.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. Loris Bergo says

    Vorrei informazioni per andare in Australia per lavoro vorrei dei suggerimenti con le pratiche … Grazie a tutti

  2. Luca says

    congratulazioni a marco!
    io sono un ingegnere edile nel mezzo della
    pratica di immigrazione. sto aspettando l’esito dello skills assessment,
    ma intanto mi sto muovendo anche per altre vie.

    vorrei
    chiedere a marco dove ha frequentato il master “intensivo” perche’ sono
    molto interessato al project management, e siccome probabilmente mi
    trasferiro’ in aus per 3 mesi, per accompagnare mia moglie che deve
    seguire il corso ielts, vorrei cogliere l’occasione e sfruttare i 3 mesi
    per un master.

    ho mandato un messaggio a marco su facebook, ma senza risposta. spero che invece mi legga qui. grazie 🙂

  3. Antonino Loggia says

    Marco ormai è un anno che ti seguo, sei un grande. Complimenti Aldo per l’intervista. Buon anno ad entrambi 🙂

  4. Massimiliano Marrazzo says

    Io ammiro davvero questo ragazzo. Se riuscira’ ad ottenere una sponsorizzazione fara’ parecchia strada …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *