SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Lavoro su internet: ecco chi ce l’ha

  • Sharebar

Global Online Employment Report

Infografica da parte di Elance

Elance ha pubblicato l’edizione più recente del Global Online Employment Report.

Per chi non conoscesse Elance, si tratta di una piattaforma online dove aziende pubblicano annunci di lavoro/progetti e freelancers si propongono per essere assunti per i singoli progetti.

Ovviamente è una piattaforma che funziona meglio per tipologie di lavoro legate al web o che possono essere svolte indipendentemente da dove si trova il lavoratore.

Durante la prima metà del 2013, si sono iscritte a Elance 170.000 nuove aziende; sono stati pubblicati 600.000 nuovi lavori e 610.000 professionisti si sono iscritti per offrire i loro servizi.

Complessivamente i professionisti iscritti a Elance hanno guadagnato 130 milioni di dollari durante il primo semestre del 2013.

Dall’inizio della sua esistenza più di 3 milioni di lavori/progetti sono stati pubblicati sulla piattaforma.

Attualmente vengono pubblicati 300.000 lavori a trimestre ma sta aumentando la concorrenza in quanto quasi 3 milioni di professionisti sono iscritti a Elance.

La categorie che costituiscono il maggiore introito per gli utenti sono l’informatica e la programmazione (ovviamente); i lavori ‘creativi’ e il marketing.

Di conseguenza le categorie di competenze più richieste sono (in base al numero di progetti pubblicati):

  • informatica e programmazione 54%
  • produzione contenuti e traduzioni 16%
  • design e multimedia 14%
  • supporto amministrativo 7%
  • vendite e marketing 5%
  • ingegneria e manifatturiero 1%
  • finanza e gestione 1%

Molto interessante è la crescita di guadagni annuale di questa categorie.

La ‘produzione di contenuti e traduzioni’ è la categoria con maggior crescita (80%).

Seguono le ‘vendite e marketing’ (70%) e ‘finanza e gestione’ (70%).

‘Ingegneria e produzione’ è salita del 60% mentre il ‘supporto amministrativo’ è cresciuto del 50%.

In fondo alla graduatoria ‘informatica e programmazione’ è cresciuta ‘solo’ del 40%. Questo è forse dovuto alla forte presenza iniziale della categoria fin da quando è nata la piattaforma.

Per quello che riguarda la nazioni che offrono più lavori e progetti su Elance, ecco le prime 10:

  1. Stati Uniti
  2. Australia
  3. Regno Unito
  4. Canada
  5. Emirati Arabi Uniti
  6. Germania
  7. Singapore
  8. Israele
  9. Paesi Bassi
  10. Francia

La maggior crescita (superiore al 50%) durante l’ultimo anno è avvenuta negli Stati Uniti, in Germania, Emirati Arabi Uniti ed in Francia.

Per quello che riguarda invece i professionisti iscritti a Elance, le nazioni con la maggior presenza sono:

  1. Stati Uniti
  2. India
  3. Ucraina
  4. Pakistan
  5. Regno Unito
  6. Russia
  7. Canada
  8. Romania
  9. Filippine
  10. Cina

Voi siete iscritti a Elance?

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • mario busigner

    Attenzione ad Elance. Fate una ricerca su google = “Elance account suspension” leggete un po’ di storie e poi memorizzatele, prima di cominciare il business.

  • mario.busigner

    Una cosa molto bella riguardo ai siti come elance di outsourcing e’ come sono descritti i vari jobs, una cosa nuova per un italiano.

    Io sono partito da zero, non sapevo quasi nulla di computer grafica e leggendo i lavori, provando a farli e studiando un pochino ho imparato il mestiere. Si sa che quando leggiamo gli annunci di lavoro relativi alla computer grafica in italia, sono scritti tipo setta segreta. Una volta mi sono recato in una agenzia adecco per un lavoro di grafico, hanno preso quello prima di me perche’ gia’ lavorava in una azienda di grafica, e me no, e non mi hanno neanche chiesto il portfolio ( neanche a quello selezionato ).

    Agenzie come adecco una ditta le paga sui 1000 euro all’anno, per fare cosa ? Spostano solo pedine. Tenete presente poi che per lavorare in adecco bisogna essere laureati in psicologia del lavoro.

    Su Elance, leggendo sempre lavori nuovi ogni giorno, riesci a crearti una specie di guscio-protettivo anti crisi. Un altra cosa bella di Elance e’ che in 2 anni di lavoro, mi e’ stata chiesta l’eta solo 1 volta, ma non per il lavoro, ma durante una conversazione su skype. Anche questo e’ un universo nuovo per un italiano che comincia su Elance, perche’ i filtri sull’eta’ sono rari. un problema che ho riscontrato dopo 2 anni di attivita’ su Elance,
    e’ che avendo costruito una attivita’ basata su feedbacks, non so piu’ come presentare un CV in un colloquio reale. Concludendo, un profilo su Elance e’ molto valido perche’ basato su feedbacks e poi dovete far vedere il portfolio.
    Un profilo su elance e’ facile da capire, veloce da guardare, non e’ noioso e ripetitivo come un CV, perche’ leggi lavori CONCRETI, non ho lavorato da xxx nel ruolo yyy e adesso che potete anche su linkedin, cercate poi di copiarlo anche su linkedin, cosi’ se vi sospendono l’account, tutto e al salvo su linkedin.

    Qualcuno potra’ lamentarsi sul fatto che i budget sono quasi sempre bassi e sottopagati, ma questo fa parte del segreto del mestiere e quindi non dico nulla….

  • effe

    Io sono iscritto sia ad Elance che ad Odesk. Faccio traduzioni.

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    ti trovi bene? funziona per te?

  • effe

    Funziona molto molto bene per me. Ormai è da 3 anni che ci lavoro. Faccio lavoretti saltuari, perfetti per uno studente universitario come me. E i ricavi non sono niente male: per dire, ho guadagnato molto meno con lavoretti “normali”.

  • wif

    Hai ragione. Il CV no è morto ma non si sente molto bene. Si può scrivere quel che si vuole nel CV – invece su questi siti ti presenti e devi saper fare il lavoro che ti richiedono. Mi sembra un’esperienza assai più valida di molti stage in cui finisci a fare fotocopie. Ciao


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube