Chi sono gli studenti stranieri nel Regno Unito? Non noi Italiani….

World Nomads Assicurazione Viaggi

OK, vi siete decisi e volete andare a studiare all’università nel Regno Unito.

Ma chi troverete lì come compagni di corso?

Ovviamente i britannici ma quali sono le altre nazionalità che vi terranno compagnia durante alcuni degli anni che si riveleranno più belli e più formativi della vostra vita?

Non dimenticatevi inoltre che questi studenti diventeranno colleghi e a volte concorrenti per lo stesso posto di lavoro….

Le cifre, fornite da UCAS, risalgono al 2011 ma sono abbastanza indicative di chi ha fatto domanda ed è stato accettato dalle università britanniche.

Ecco il numero di studenti accettati nel 2011 in base alla loro nazione di provenienza per la nazioni principali:

  1. Cina 7,568
  2. Hong Kong 3,242
  3. Malesia 2,601
  4. Francia 2,576
  5. Irlanda  2,336
  6. Germania 2,330
  7. Romania 1,940
  8. Lituania 1,883
  9. Grecia 1,818
  10. Bulgaria 1,804
  11. India 1,601
  12. Singapore 1,588
  13. Nigeria 1,473
  14. Stati Uniti 1,460
  15. Norvegia 1,274
  16. Italia 1,253
  17. Spagna 1,094
  18. Canada 1,057

Come potete vedere 3 nazioni asiatiche capeggiano la classifica, mettendo in evidenza l’importanza che le famiglie asiatiche pongono sull’istruzione.

Poco più di mille studenti provengono dall’Italia. Si tratta di un numero relativamente basso se rapportato alla popolazione italiana, soprattutto in un contesto europeo quindi privo di problemi di visto e con costi di trasferimento relativamente minori.

Quando esprimiamo il numero di studenti accettati per ogni 100.000 abitanti della nazione di origine, l’Italia si piazza quasi in fondo alla classifica europea.

  • Lituania 63.20
  • Irlanda 50.91
  • Lussemburgo 44.58
  • Estonia 30.51
  • Lettonia 30.14
  • Norvegia 25.11
  • Bulgaria 24.50
  • Grecia 16.81
  • Malta 16.58
  • Liechtenstein 13.71
  • Finlandia 10.27
  • Romania 10.19
  • Svezia 9.01
  • Islanda 8.70
  • Slovacchia 5.70
  • Belgio 5.29
  • Danimarca 4.25
  • Francia 3.93
  • Austria 3.84
  • Portogallo 3.15
  • Germania 2.84
  • Repubblica Ceca 2.61
  • Ungheria 2.58
  • Slovenia 2.57
  • Paesi Bassi 2.54
  • Polonia 2.45
  • Spagna 2.34
  • Italia 2.11
  • Ucraina 0.35

Come mai?

Non venitemi a dire che l’università italiana è migliore di tutte le altre in Europa, cosi tanto da trattenere gli studenti in Patria.

Io penso che sia da collegarsi al fatto che l’Italia ha uno dei tassi di partecipazione universitaria più bassi d’Europa. Se non andiamo a studiare dietro casa, figuriamoci in un’altra nazione.

Il risultato pratico è che, mentre gli altri studiano (in casa o all’estero) per migliorare le loro prospettive future, noi italiani…..

 

 

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta