SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Ecco come spariranno i tuoi euro quando emigri nel Regno Unito

  • Sharebar

Il sondaggio ‘Family Spending, 2012 Edition’, pubblicato dall’Office for National Statistics del Regno Unito, fornisce utili indizi per capire quanto si spende per vivere nel Regno Unito e quali voci contribuiscano maggiormente al budget familiare.

Si tratta di un sondaggio che mira a quantificare il livello e la tipologia di spesa delle famiglie del Regno Unito.

I dati si riferiscono al periodo dal 1 Gennaio al 31 Dicembre 2011.

La spesa viene espressa in base alla ‘Classification Of Individual COnsumption by Purpose (COICOP)’, utilizzando 12 categorie.

Ne risulta che, nel 2011, la spesa settimanale per la famiglia media del Regno Unito è stata di £483,60 (£10 in più rispetto al 2010).

Confermando le tendenze degli anni precedenti la voce più significativa è quella relativa ai Trasporti pari a £65,70 a settimana.

Seguono le categorie relative all’Intrattenimento e Cultura (£63,90) e alla Casa, Riscaldamento e Elettricità (£63,30).

La spesa relativa al Cibo e bevande non-alcooliche è risultata invece pari a £54,80 a settimana.

Più in dettaglio:

  • Trasporti £65,70
  • Intrattenimento e Cultura £63,90
  • Casa, Riscaldamento e Elettricità £63,30
  • Cibo e Bevande non-alcooliche £54,80
  • Ristoranti e Alberghi £39,70
  • Beni e Servizi Generici £38,60
  • Beni e Servizi per la Casa £27,30
  • Abbigliamento £21,70
  • Telefonia £13,30
  • Alcool e Tabacco £12,00
  • Istruzione £7,00
  • Sanità £6,60

Totale spesa COICOP £413,90

Altra Spesa £69,70

Totale £483,60

Ovviamente la spesa dipende dal reddito.

Se si dividono le famiglie del Regno Unito in 10 categorie contenenti un numero uguale di famiglie, il decimo di famiglie che guadagna di meno spende, in media, £177,10 alla settimana. Il 10% delle famiglie con maggiore reddito invece spende £1.010,20 alla settimana.

1 £177,10
2 £219,30
3 £292,00
4 £355,70
5 £414,60
6 £474,70
7 £538,20
8 £609,00
9 £746,50
10 £1.010,20

Le famiglie dove il capofamiglia lavora spendono il doppio rispetto alle famiglie dove il capo famiglia è disoccupato/a (£593,60 rispetto a £264.90).

Inoltre la spesa dipende dall’età del capofamiglia. Ad esempio, le famiglie con il capofamiglia tra i 30 e i 49 anni spendono di più (£580.20) mentre le famiglie con il capo famiglia con più di 75 anni spendono il meno (£272,60).

Molto interessante infine la stima di quanto si spenda per persona a seconda delle regione di residenza:

Regione Spesa Settimanale Media per Persona
North East  £ 173.80
North West  £ 189.20
Yorkshire & Humber  £ 179.80
East Midlands  £ 193.00
West Midlands  £ 177.60
East  £ 216.20
London  £ 226.40
South East  £ 228.60
South West  £ 208.50
Inghilterra  £ 203.00
Galles  £ 170.00
Scozia  £ 200.40
Irlanda del Nord  £ 196.80
Regno Unito  £ 201.00

Chi vive a Londra e nel Sud-Est del Regno Unito spende, in media, più di 225 sterline a settimana mentre per risparmiare bisogna spostarsi in Galles dove si riduce la spesa settimanale a 170 sterline a persona.

Voi quanto spendete per vivere nel Regno Unito?

Commenta su Facebook

commenti


Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Herts

    Ciao Aldo :-) ,

    Allora credo che queste statistiche siano un pochino al ribasso in quanto mancano delle voci importanti ( affitto e council tax ) ed alcune sono stimate parecchio al ribasso ( ristoranti telefonia e vestiti ). Per ora in Inghilterra cercano di fare vedere come le cose vadano un poco meglio di quanto non sia in realtà pubblicando statistiche poco ancorate con la realtà.
    Tuttavia è vero che , in caso di necessità o di budget mensile limitato, trovo che non sia dificilissimo vivere con relativamente poco.
    Detto questo quando dico poco ( parlando di Londra e zone limitrofe , tipo dove abito io ) intendo che : casa in condivisione e spese incluse bisogna comunque avere uno stipendio minimo di 900£ se no si fa davvero la fame.
    Ricordate : in UK quando dicono “per week” non fanno la moltiplicazione per 4 come facciamo noi in Italia ma per 5!! Attenti!!( Affitto 80£ x week = 400£)

    La mia esperienza riguarda l’Hertfordshire ( abito a 100 km da Londra), io e mio marito lavoriamo entrambi con due buoni stipendi: costi fissi mensili ( tutte le voci sono da dividere in due ):

    Mutuo £920

    Council Tax £140

    Sky (tel-internet-televisione): £100

    Bollette (luce -gas-acqua) £30/40 ( ho trovato le utenze parecchio più economiche che in Itialia )

    Tv Licence (obbligatoria) £14.50

    Cibo: £400/£500 ( si può stare discretamente bene con la metà della spesa ma il cibo per me è un piacere e un hobby amo cucinare, mi rilassa ed è uno dei pochi lussi che mi concedo)

    Casa ( prodotti per pulizia gatti etc ): 30£

    Divertimenti ( cinema -spettacoli-cene fuori ): £200/£250

    Viaggi ( week end fuori etc ): £300/£400

    Macchina (benzina ed MOT ): 150£

    Ripeto abbiamo due stipendi e non abbiamo figli quindi possiamo mantenere un tenore di vita un pochino più alto. Quindi giovani emigranti non prendete questi dati come oro io sono un caso particolare!!
    Tenete presente che: si può vivere senza SKy o prendere un provider più economico, non è necessario mangiare fuori ogni settimana, non è necessario farsi un week end fuori ogni due settimane, si può mangiare con almeno la metà di quanto descritto e non sacrificare la qualità ( ma ripeto è un mio piacere ), abbiamo un mutuo e viviamo in una zona abbastanza cara causa lavoro, ma si trovano affitti per meno in altre zone dell’Inghilterra o con camere in condivisione che , in generale , hanno le utenze incluse. Ripeto tenete in conto almeno £900 ( se non fumate) mensili fissi se no non ne vale la pena vivrete male, starete male e darete la colpa all’ Inghilterra che è cara! no ogni paese ha le sue regole e i suoi modi di vivere. Questo è lo standard di Londra.
    Volete vivere in UK decentemente allontanatevi da Londra la spesa che scenderà vertiginosamente è l’affitto!
    Auguri

  • gianluca

    quanto è un buon stipendio in uk?

  • davide

    Giusta domanda, quanto é un buon stipendio in uk? leggendo nei giorni scorsi l’articolo sulla tizia di Notting Hill che apparentemente é troppo bella per lavorare (sic!) – e tralasciando la futilità della notizia – leggevo che guadagnava 30k sterline, lavorando come assistente o ricercatrice. A me sembra poco…londinesi e inglesi in generale potreste darci una vostra opinione? grazie!

  • Herts

    Come detto in precedenza UK non esiste… esiste londra, edimburgo, Glasgow etc… ogni parte del regno unito e’ un micro cosmo a parte.
    Cerchereo’ di essere piu’ chiara:
    se volete vivere da soli in one bedroom flat ( non studio flat ), uscire due sabati al mese, farvi 1 week end fuori e , forse,mettere da parte un pochino, ecco quello che a mio parere e’ uno stipendio che ve lo fa fare:
    Londra £2700 pcm
    zone limitrofe di Londra : £2000 pcm
    Sud Uk ( Cornovaglia, Devon, Birmingham etc ) £1500
    Centro UK : Buckinghamshire e zone ricche dipende… non ci sono grandi metropoli sono zone dove i nobili hanno le loro ville i villaggi sono piccoli quindi trovare lavoro e’ relativo.
    Nord : Manchestr Liverpool New Castle : £1200-£1500 pcm
    Scozia: Edimburgo e Glasgow £1700-£1900 ( NorthernLight dovresti aiutarmi qua :) )
    Resto Scozia : £1500

    La vera domanda e’: ho davvero le capacita’ E LA PADRONANZA DELLA LINGUA che mi faranno ottenere quello che, gia’ per gli autoctoni, e’ un discreto stipendio?
    Le zone dove il costo della vita e’ piu’ basso che tipo di retribuzione possono offrire?

    Per dare un’ idea di quello che e’ il lavoro preferito dagli italiani che emigrano : paga comune per lavoro da cameriere o lavapiatti in un ristorante italiano a Londra monte ore vario ( da 10 a 14 al giorno 6 gg a sett) contratto( a volte )…. forse…. £900.. forse

    Per chi scrive notizie inutili sui giornali ( l’ho vista anche io su Repubblica): con 30k al mese( ricordiamo che gli inglesi parlano sempre di lordo quindi questa cifra vuol dire 1800£ cca netti al mese ricordo che in UK la pensione non e’ obbligatoria anzi..cavoli del dipendente) a Notthinghill forse ci paghi una stanza, altro che appartamento! Questa, se e’ vero, non ha mai fatto un giorno di lavoro in vita sua e chi ha scritto non ha mai messo piede a Londra ma seconda me la notiza e’ inventata!

  • Davide

    Grazie mille per gli esempi!

  • fras

    grazie 1000 davvero!!! le informazioni che ci hai fornito non solo sono molto utili ma anche molto più realiste delle statistiche precedenti. qual’è secondo te la risposta alla tua domanda: “La vera domanda e’: ho davvero le capacita’ E LA PADRONANZA DELLA LINGUA che mi faranno ottenere quello che, gia’ per gli autoctoni, e’ un discreto stipendio?Le zone dove il costo della vita e’ piu’ basso che tipo di retribuzione possono offrire?”
    grazie

  • alex

    ciao, contribuisco con la mia particolare esperienza familiare

    io e mia moglie lavoriamo tutti e due full time e viviamo a Londra, zona 5-6 (esterna ma vicino alla metro, con tre linee a 10 min a piedi, quindi con flessibilita’ logistica per essere in centro facilmente in 30-50 min a seconda di dove si va). Zona carina e tranquilla, niente di eccezionale.

    Qua gli affitti sono £900-1100 per due stanze,£1100-1300 per 3 stanze (almeno 50-100 in piu’ se con giardino).

    Abbonamento metro £2,224 annui (£185 al mese) se si va in zona 1, £127 al mese se ci si ferma in zona 2 (come mia moglie).

    Io vado al lavoro in auto (circa £120-140 al mese di benzina, piu’ costi auto) e mediamente aggiungo altri £20-30 pound al mese di metro.

    La council tax e’ circa £1250 annui (£105 al mese) per il nostro appartamento. Una voce che non e’ contemplata nelle statistiche sopra e’ quella per asilo e childcare.

    Abbiamo una bimba (una seconda in arrivo) e al mese, mandandola da una childminder 4 giorni full time (lavorando tutti e due), e avendo una au pair per il 5 giorno e per aiutarci durante la settimana (non avendo nonni vicino), solo per quanto riguarda il childcare ci costa circa £850-900 inclusi i vari aiuti statali.

    Con il secondo figlio, questa voce crescera’ di circa il 70-80% fino a che la prima non va a scuola (tra 2 anni), dopo la scuola e’ gratis.

    Tenete conto che gli affitti e i costi delle case spesso dipendono molto dalla vicinanza delle metro e di scuole di buon livello (il che non e’ scontato… molte scuole sono peggiori di quello che puoi trovare in Italia, checche’ se ne dica). Nel nostro caso sia metro che scuole sono ok, per cui questo e’ riflesso nel costo dell’affitto e del childcare.

    Per quanto riguarda lo stile di vita, stiamo attenti il giusto e ogni tanto ci togliamo qualche sfizio, ma niente di che… anche perche’ le vacanze le facciamo sempre (per ora) a casa dei nostri genitori in Italia una volta d’estate e a Natale (i voli sono un’altra voce di costo rilevante…).

    Direi che, con una figlia e le nostre condizioni, ogni mese ci servono £4000-4500 come famiglia. Tirando la cinghia, potremmo scendere probabilmente a £3500-4000, sotto sarebbe problematico. Con il secondo figlio, come detto, si sale di circa £700-800 al mese fino a che la prima non va a scuola. Q
    Questo e’ il motivo per cui moltissime mamme di famiglie simili alla nostra rimangono a casa dal lavoro per qualche anno non appena hanno 2 figli, se non hanno lavori con prospettive di crescita di stipendio, in quanto conviene spesso che uno dei genitori stia a casa in quanto il costo del childcare sarebbe piu’ alto dello stipendio.

    Per quanto riguarda lo stipendio, £4000-4500 netti di spese corrisponderebbero piu’ o meno ad uno stipendio di circa £30000-35000 a testa per essere a pareggio.

    A Londra £30000-35000 sono uno stipendio mediamente ottenibile – escludendo il settore finanziario – con 2-3 anni di esperienza lavorativa in settori dove normalmente si richiede la laurea (es: marketing, ingegneria, e lavori manageriali medi come la gestione di un caffe’ o punto vendita ristorazione), anche se chiaramente la situazione e’ molto variegata.

    Io ho un assegno di ricerca all’universita’ per due anni e piu’ o meno sono in questa fascia, mia moglie e’ in ingegneria da 5-6 anni e fino ad un anno fa era in questa fascia, ora e’ cresciuta. Ambedue prenderemmo probabilmente il 30-40% in meno in Italia con poche prospettive di crescita – di ruolo e di stipendio – mentre qua siamo relativamente tranquilli.

    Una nota… questa e’ Londra, che costa tanto ma ha un mercato abbastanza flessibile e dove la formazione qualificata – soprattutto una buona laurea – ancora danno buone prospettive. Nel resto del paese, come qualcuno ha gia’ osservato, la situazione e’ molto – ma molto – variegata e le prospettive sono molto piu’ deboli e la situazione sociale pure molto variegata.

    Spero siano dati utili… Londra e’ molto bella e secondo me da ancora tantissime opportunita’ – soprattutto per laureati – ma, chiaramente, non e’ tutto rose e fiori. Il resto del paese e’ spesso un punto interrogativo e va valutato molto, ma molto attentamente (e escludo posti come Oxford, Cambridge, Bath, Bristol, South East etc che sono spesso isole di benessere piu’ simili a Londra, anche come costi).

  • Herts

    A questa domanda deve rispodere ognuno per se in maniera sincera, facendo una autovalutazione critica e sensata

  • Dennis B Far Away

    Ciao, vorrei portare il mio contributo sperando di essere di aiutoa qualcuno ,,
    33 anni stipendio da 1600 sterline mensili ( qui non ci sono ne 13 esime ne’14esime) mia moglie 41 anni 1200 nette al mese nessun figlio….
    casa in Londra 3 zona plaistow una camera una cucina e un salotto con giardino 925 pound al mese affitto ( 1 camera in piu si va dai 1100 in su)
    council tax 1025 all anno + spese luce gas internet tv 80 al mese
    mia moglia per il trsporto zona 2/3 88 pound al mese
    io auto circa 160 al mese di bezina road tax 150 annue assicurazione 950 annue fortunatamente non ho spese di parcheggio ma si potrebbe incombere in spese a secondo della zona dalle 50 sterline all ‘anno in su.
    l ‘auto non e una ferrari e’ un atoz 900
    nonostante ci siano i mezzi 24 su 24 per essere a lavoro alle 6 del mattino e avere una vita decente un auto in famiglia ci vuole.
    spese alimentari intorno alle 25o /300 al mese si cerca di non far mancare nulla..
    ogni tanto una cena fuori qualche volta la mcdonalds ma ninete di piu!
    la vita e’ abbastanza cara se si vuole normalizzare come quella in Italia, ovviamente ci sono a londra si possono fare scelte piu economiche come ad esempio lo house sharing e l uso dei soli bus che sono due elementi che vi faranno risparmiare molti soldi. e potervi godere diversamente la vita.

  • Northern Lights

    Ciao
    Herts! Scozia alquanto cara se messa in confronto al Nord Inghilterra,
    stipendio mensile necessario per vivere bene (da soli, affittando un
    monolocale) entrate da 1,000 £ in su (nette). In due, guadagnando solo uno,
    entrata netta necessaria 1,500 £. Questo per quanto riguarda Scozia in
    generale, ogni zona. Anche se andate all’estremo Nord, dove abitavo io nelle
    Highlands, non c’è una situazione di flessione nè per affitti nè per altro,
    anzi in alcuni casi i consumi aumentano (benzina pagata al litro 1.49£, adesso
    paghiamo £1.32 nel N.Inghilterra). Città più cara in Scozia, per tutto ciò che
    riguarda servizi/casa/altro, Inverness. Città meno cara in Scozia, Stirling.
    Edimburgo e Glasgow sono più o meno allo stesso livello.

  • http://www.dariotoledophoto.com/ Dario Toledo

    Bell’articolo, ma perché usare un titolo così scoraggiante?

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Perche’ ‘Il costo della vita nel Regno Unito’ non lo legge nessuno

  • Paolo Iorio

    Ragazzi l’articolo è utilissimo, complimenti.
    Io però vorrei porre un altro quesito: Avendo le competenze tecniche (sono un informatico) ma non una buona padronanza della lingua, che possibilità ci sono di poter lavorare?

  • Herts

    Se non hai la padronanza della lingua veramente molto ma molto poche.

  • Herts

    Non è scoraggiante ma estremamente realistico.

  • il_mazzo

    citta’ piu’ cara della Scozia direi nettamente Aberdeen, non Inverness! Le mie stime nette per poter fare una vita di qualita’ (allineandosi ai vs parametri) nelle 3 citta’ in cui ho vissuto sono:

    - Nottingham £1500

    - Glasgow £1400*

    - Aberdeen £2000**

    * Come affitti i prezzi nella zona centrale di Glasgow sono altini, ma per il resto il costo della vita mi e’ sempre sembrato tra i piu’ bassi del Regno Unito. Se ci vivi da ragazzo, in centro citta’ ci sono 2000 risoranti in competizione e i prezzi ne risentono in positivo, muovendosi in metro con £22 ci prendi il biglietto da 20 corse (£1.10 a corsa….). Il traffico a Glasgow praticamente non esiste, c’e’ la motorway che entra nel bel mezzo del centro.. grazie a lei e alle 5 compagnie di taxi in concorrenza tra loro e’ possibile arrivare in 7 minuti a 5 km di distanza e spendere £5 di taxi in 3.

    Aberdeen e’ assolutamente comparabile a Londra come prezzi… la mia stima e’ piu’ bassa perche’ essendo una citta’ di 200’000 abitanti, i costi del trasporto non li ho fatti incidere nel bilancio (io a lavoro ci vado in bici, e cosi’ fanno anche tanti manager che guadagnano milioni, principalmente lo fanno per via della assurda congestione mattutina e delle 5 del pomeriggio)

  • Northern Lights UK

    Non hai vissuto ad Inverness, quindi non capisco perchè fai confronti del genere. Le statistiche riportate sono ufficiali (non si possono postare su Italiansinfuga dei link, quindi non ti posso postare l’articolo della BBC al riguardo), e il costo della vita a Inverness è il più caro di tutta la Scozia. Sì, anche di Aberdeen. Glasgow è leggermente meno cara di Edimburgo nella statistica, così come dici tu.

  • il_mazzo

    Cerco di essere un attimo piu’ preciso del perche’ della mia affermazione.

    Inverness potrebbe all’apparenza risultare costosa per via dell’essere remota: case e alberghi hanno prezzi inflazionati dalla ridotta disponibilita’, cosi’ come i prezzi di beni di prima necessita’ che saranno lievemente maggiori per via del piu’ alto costo di trasporto.

    Aberdeen e’ una delle piu’ ricche citta’ europee per via dell’Oil & Gas,e i prezzi sono regolati di conseguenza. Se un pezzo di pane puo’ risultare piu’ costoso ad Inverness, quello che ad Aberdeen “ti ammazza” e’ il costo dei beni accessori, che non viene bene considerato nelle statistiche. Prova ad andare a mangiare il pesce in un ristorante, a parcheggiare in centro tutti i giorni, ad andare a giocare a golf o tennis, etc…
    In poche parole e’ come se dalle statistiche emergesse che Sondrio e’ piu’ cara di Milano: non c’e’ bisogno di aver vissuto a Sondrio per poter affermare il contrario!

    Ora passiamo alle statistiche, secondo il Telegraph Aberdeen e’ davanti ad Inverness (dai un occhio al costo dei beni accessori)

    5. Aberdeen

    Hotel: £99.99
    Taxi: £6.80
    Cocktails for two: £13.90
    Dinner: £69.23

    Total: £189.92

    Inverness

    Hotel: £120.73
    Taxi: £6.40
    Cocktails for two: £8.60
    Dinner: £52.47

    Total: £188.20

  • Northern Lights UK

    Scusa il_mazzo…. mah, l’articolo di Aldo si basa su un vissuto, cioè spese connesse alla vita in UK. L’articolo che citavo per base alle mie statistiche si riferiva agli stessi valori, cioè costo degli affitti, costo delle proprietà, costo di elettricità/riscaldamento/council tax, spesa per generi di prima necessità, ecc. Considerato che io non andrò mai in hotel, taxi, a cena o a prendere un cocktail ad Aberdeen… questo significa che io ad Aberdeen vivo gratis? Comunque io vivevo nelle Highlands (che sono carissime!) e quando sono scesa ad Inverness per due weekend, il massimo che ho speso per un hotel 4 stelle è 75 sterline…. (una doppia, due persone, più breakfast)

  • il_mazzo

    Probabilmente sono andato un po’ fuori tema, anche se e’ sempre difficile dare stime a livello economico visto la estrema diversita’ tra le persone. Ho ad ogni caso dato cifre che possono essere credibili per chi ha tra i 22 e i 30 anni, non ha famiglia o mutui da pagare, e vuole godersi la vita come potrebbe fare in Italia se prendesse 1200€ al mese e vivesse coi genitori (tanto per fare un esempio).

  • Stefano Taddei

    per esperienza vi dico che fuori Londra le cifre cambiano parecchio.

    Io vivo e lavoro a Southampton. Vivo solo e ho una casa di proprietà (ho comprato a dicembre e pago il mutuo).

    Direi che le mie spese possono essere misurate in:

    Mutuo 700 (l’affitto per una casa intera con giardino è più o meno lo stesso)
    trasporti: 50
    council tax 90
    Intrattenimento 60

    il resto dipende da quanto voglio spendere di mio.

  • Tiziana

    Scusa Alex, hai scritto che uno stipendio medio di 30000/35000 all’anno tramutato in £4000/4500 al mese, si può prendere tranquillamente. Ma se £30000 all’anno fa £2500 al mese come fai a prendere 4000/4500 al mese? Forse in due???

  • Luca Orlandi

    Lascio anche io un piccolo contributo: vivo al Sud, Isola di Wight, sotto Portmouth per intenderci, qui gli stipendi sono sotto la norma (Londra esclusa ovvio), facevo l’IT in una scuola, full time ed era pagato 850 pound al mese.
    Ora lavoro per le highways (sempre stipendiato dal Council) e siamo passati da un 1650 pre crisi ad un 1310 attuale dopo i vari tagli di benzina/sabati e domeniche e festivi… come si dice annamobbene!

  • Eleonora

    Ciao, io ho 31 anni e vorrei partire con il mio compagno e mia figlia
    che ne ha 7, non avendo nessuna laurea specifica, lavorando in due non
    dovremo avere uno stipendio inferiore alle 2000£ a testa?
    Sto cercando di farmi un’idea e di capire come vivere più o meno dignitosamente con la bambina…
    Grazie gentilissimi tutti su questo sito :)

  • novecentosedici

    esatto, credo intendesse in due ma attenta al profilo. Il suo è di alto livello, fa il ricercatore quindi ha un PhD e la moglie è un’ingegnere. Insomma non sono esattamente gli ultimi della fila…

  • Herts

    Ciao Eleonora,
    parlate la lingua?
    cosa sapete fare?
    che esperienza avete?
    dove volete vivere?
    Da queste risposte dipende il tuo sitpendio e il tuo tenore di vita e I piccolo aiuti o indicazioni che puoi avere su questo sito
    Grazie a presto

  • Eleonora

    La lingua la parliamo ma non benissimo, diciamo che comunque potremo capire e farci capire all’inizio.
    Io ho solo un diploma, ma nella vita ho fatto tutto dalla segretaria alla barista al lavoro con i bambini e alle pulizie, il mio compagno è un artista, laurea in belle arti, pittura e ora tatuatore.
    Il luogo penso per noi sia ideale il sud, zone limitrofe al mare ma anche vicine a Londra, comunque sud, anche per avere meno impatto nel cambiamento climatico :)
    La scuola come funziona per i bambini stranieri? ci sono scuole particolare che voi sappiate?
    Grazie per le indicazioni, utilissime :)

  • Herts

    Farsi capire non è un buon inizio specie con la bambina, i lavori che potrete trovare saranno solo non qualificati e al sud significa stipendi relativamente bassi. Aldo ha scritto un articolo interessante a proposito di un ragazzo che faceva il carer e diceva che lo stipendio non era male e l’azienda forniva anche il training l’inglese richiesto era medio quindi magari potrebbe andare bene come inizio.
    Le scuole spesso hanno dei programmi di inserimento.
    La lingua è la base per tutto, tuo marito potrebbe trovare come tatuatore in UK il business è abbastanza ampio ma difficilmente sono stipendiati prendono , lavorano coni titolari di uno studio che gli affitta la poltrona e prende una percentuale sul lavoro.
    Fatevi bene i conti potrebbe essere il caso che magari parta prima uno e poi l’altro segua con la piccola.

  • Eleonora

    Assolutamente grazie ancora per tutti i consigli.
    Non credo prenderemo la decisione di partire separatamente, comunque stiamo valutando bene tutti gli aspetti, non importa che il lavoro non sia qualificato, qui il lavoro per ora non c’è per niente. L’aspettativa è a lungo termine, piano piano magari si riuscirà ad andare avanti in migliori direzioni, in quest’anno abbiamo predisposto di mettere da parte tutto quello che potremo e fare anche qualche lezione d’inglese, poi si vedrà..

    Grazie ancora

  • Northern Lights UK

    2000£ a testa? Mmmm…. Senza qualifiche o conoscenze specifiche, lo stipendio annuale sara’ intorno alle 14-17mila pounds lorde, tradotto in netto sarebbero 1000-1150£ al mese. Per gli artisti non so, molto dipende da chi assume….

  • Eleonora

    La mia era una domanda…
    Intendevo dire, per vivere dignitosamente dovremo cercare un lavoro che ci faccia coprire tutte le spese e che si aggiri intorno a quella cifra? Non dico che lo troverò, volevo solo capire più o meno con quanto si può vivere con una famiglia.
    Qui i dati parlano di persone con lauree o qualifiche specifiche quindi volevo solo capire facendo una stima, generalmente,

  • Eleonora

    comunque con la cifra che scrivi qui sopra mi sembra di capire che non si riesca ad andare avanti o mi sbaglio?
    Grazie :)

  • Alice

    Con una laurea triennale in marketing (fuoricorso) e con due anni di esperienza nel settore, quale sarebbe la paga mensile?
    Ho visto gli affitti a Oxford e simili e si aggirano tutti intorno ai 700pcm!!!
    In quale città mi converrebbe andare a vivere (da sola)? Io pensavo a una città situata al centro, così da potermi spostare agevolmente in treno per un lavoro in qualsiasi città
    Grazie

  • Alice

    Per un lavoro qualificato, quanto deve essere la padronanza della lingua?
    Un livello C1 basta?

  • Northern Lights UK

    Detto tra noi, io sono riuscita a cavarmela con 600£ al mese, quindi anche le statistiche fanno acqua in molte parti… molto dipende da ciò che tu consideri essenziale e da dove vivi. Naturalmente, se siete in due a guadagnare 1000£ e abitate fuori da Londra e zona sud, 1000£ a testa vanno più che bene.

  • Northern Lights UK

    Alla prima domanda non so proprio rispondere, non mi sono mai interessata al marketing, magari se capita qualcuno del settore sa risponderti. Alla seconda, eviterei Londra e città universitarie per via del caro alloggi. Il fatto è che non è facile dar consigli perchè di solito ci si sposta dov’è il lavoro, non il contrario…

  • Northern Lights UK

    Di solito cercano fluente, il che…corrisponde a nulla! I certificati non contano per il lavoro, sono solo interessati al tuo livello di inglese al colloquio. Se al colloquio dimostri che non parli bene la lingua, non ti assumono, simple as that.

  • Herts

    Assolutamente concorde con Northern.
    Cerca una casa in condivisione prima almeno il tempo di spostarti cosi risparmi. Appena trovi il lavoro e conosci meglio il territorio pensa a vivere da sola.
    Due anni non sono tanti potresti avere una junior position se il tuo inglese e’ almeno fluent.
    La conoscenza della lingua nel marketing ( per ovvi motivi ) e’ ancora piu’ importante che in altri settori.
    Quindi junior position ( solo con un ottimo inglese ) e inizia con una condivisione. Cerca le citta’ ( Brighton- Bristol-Edimburgo-Glasgow ) e comincia da quella che costa meno poi invia taaaaaaaaaaaaaanti CV.
    In bocca al lupo

  • Alice

    Ti ringrazio per la risposta

    La mia domanda era riferita alla prima città in cui mettere piede. Insomma da dove cominciare a mandare i CV. Poi ovviamente mi prenderei una casa in affitto nella città in cui troverò (?) lavoro.

    Non so, cosa dovrei fare? Prendere una casa in condivisione a Glasgow e mandare CV ovunque in UK?
    Se fossi il datore di lavoro non darei mai lavoro così, mi chiederei quanto tempo ci metterebbe il candidato a trasferirsi.

  • Alice

    Grazie per la risposta :)
    Ora sono un po’ scoraggiata hahaha
    Due anni di esperienza non sono abbastanza per una 25enne che ha appena preso la laurea triennale?
    Ho letto che bastano tre anni per uscire dal livello junior (o entry level). Non so, forse ragiono male ma secondo me due anni sono buoni.
    Sì, ho visto in molti annunci che è richiesto un “fluent english”. Ma sarebbe il livello C1 o C2? So che i certificati non valgono niente, ma mi sarebbe immensamente utile per autovalutare le mie skills e le mie possibilità di successo.
    Grazie ancora :D

  • Herts

    Purtroppo è inutile che dica cose non vere meglio la verità anche se dura… L’importante non è come ragioni tu ma come ragiona il tuo datore di lavoro.
    Hai 25 anni appena laureata… molte persone sono già supervisor e hanno finito gli studi da un po in UK..hanno cominciato a lavorare prima durante l’univ non te lo scordare. Non voglio sminuirti ma non prendere come punti di forza quello che forza non è.. gioca più sulle tue skills..
    C1 e C2 sono solo numeri guarda la BBC e controlla quanto riesci a capire di quello che dicono allora ti farai un’idea di che inglese hai, comunque anche in questo caso, l’unica valutazione che conta sarà quella del recruiter o del HR manager al colloquio. Potresti provare a fare l’esame IELTS se lo passi con .6.5 o 7 hai un buon inglese.
    Cosa hai fatto in questi 2 anni? che esperienza hai? Hai lavorato o hai fatto stage? Da questo dipenderà il tuo essere Junior o no.. ricorda non hai esperienza in UK quindi a meno che non vieni già da una posizione executive è difficile cheti diano più di un Junior ( che non è entry level sono due cose diverse)

  • Northern Lights UK

    Beh eviterei la Scozia se sei interessata all’Inghilterra, per due motivi: primo l’accento (e tra parentesi, Glasgow ha il piú incapibile di tutta la Scozia), secondo perché la Scozia ha un referendum per l’indipendenza nel 2014 e non abbiamo idea di cosa succede dopo…partirei da una cittá di media grandezza, tipo Manchester o Birmingham, poi mi sposterei dov’é il lavoro se trovi migliori offerte altrove. Il tempo con cui puoi trasferirti al datore di lavoro non interessa se sei giá su suolo britannico. A mio marito é stato chiesto quando poteva iniziare e si é dovuto organizzare con una soluzione temporanea e poi definitiva. Per l’inglese fluente, io sono arrivata in Scozia con un C2 (ho il Proficiency di Cambridge) e non capivo una mazza… All’epoca non mi hanno assunto a un call centre dove le lingue richieste erano italiano e inglese perché il mio inglese non era abbastanza buono secondo loro!

  • elisa

    Mi chiamo Elisa e forse dovrei partire per l’UK verso febbraio 2014 come care assistant e con il mio ragazzo, ingegnere ambientale (lui per ora senza lavoro in UK), conosciamo abbastanza l’inglese… quali sono le città meno care che mi potreste consigliare e quali potrebbero essere le prospettive per il mio ragazzo di trovare lavoro come ingegnere o qualsiasi altra professione? E più o meno quanti soldi si dovrebbero portare dall’Italia per poter sopravvivere il primo mese, fino a quando il primo stipendio non arrivi? Grazie.

  • Stefano Taddei

    per esperienza il centro con il massimo costo e’ Londra ma per contro ha la massima probabilita’ di trovare lavoro.
    Detto questo, il corridoio che va da Londra a Sud ovest e’ relativamente meno caro (ma sempre caro rispetto alla media) perche’ e’ diciamo invaso da pendolari di e da Londra.
    Il nord dell’inghilterra a sentire gli inglesi e’ depresso (in senso di c’e’ poco) ed e’ economico ma non parlo per esperienza diretta quindi prendi le mie parole per quello che sono.
    Non ti serve portare soldi dall’italia, semplicemente aspetta a chiudere il tuo CC.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube