SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Spiccare il volo verso Salamanca… quando il sogno comincia da piccoli!

  • Sharebar

Intervista a Giulia Mosca di Enrico Nunnari


www.enriconunnari.it

Hola Giulia (@Aironcina)! Ti sei ritrovata a Salamanca grazie al progetto Erasmus, è la tua prima esperienza “lontano da casa”?

Si, è la prima volta in cui effettivamente mi trovo a vivere da sola per un lungo periodo di tempo. Normalmente però mi trovo spesso lontana da casa, quindi sono abituata ad una vita un pò più indipendente.

Come mai ha scelto di andare proprio in Spagna e a Salamanca? Che livello di spagnolo ti è servito per partire?

E’ una storia un pò buffa, e ha un’origine lontana.

Molti anni fa (credo che avessi 10-11 anni) alle scuole medie avevo iniziato a studiare spagnolo, avevo una naturale avversione nei confronti dell’inglese ma visto che era necessario studiarlo avevo deciso di imparare anche un’altra lingua per acquisire un metodo e accostarmi almeno a una lingua che mi piacesse.

Credo che il feeling con le lingue sia importante.

Un giorno vidi un film, “L’appartamento spagnolo”, mi colpì moltissimo, ai miei occhi non c’era niente di meglio che vivere con un mucchio di gente proveniente dai 4 angoli del mondo imparando una lingua e divertendosi tutte le sere. Credo sinceramente di aver deciso quel giorno di voler andare in Erasmus.

Negli anni ho proseguito con lo studio di entrambe le lingue ma mi sono ulteriormente innamorata della cultura iberica e degli spagnoli, hanno un modo di fare e dei ritmi di vita tutti particolari.

Quando finalmente ho avuto la possibilità di fare domanda per partire ho scelto in particolare Salamanca per la sua lunga e rinomata tradizione universitaria.

Qui c’è l’università più antica di Spagna (1208) e grandi menti di tutti i tempi si sono formate qui.

Inoltre volevo fare un’esperienza prettamente “universitaria” dunque vivere fra i ragazzi, in una città che ruotasse intorno all’università (un pò come le nostre Perugia o Siena) e Salamanca mi offriva esattamente questo.

Per partire la mia Università richiedeva un livello minimo di A2, io avevo il certificato B1 e adesso qui a Salamanca mi sto preparando per il B2.

Salamanca

Salamanca

Situazione Alloggio? Dove vivi e come hai trovato sistemazione?

Vivo in una casa molto carina e centrale, ho dovuto sostenere esami molto importanti fino al giorno prima di partire e non avendo quindi la possibilità di cercare casa mi sono affidata ai gruppi internet di Erasmus a Salamanca. Mi è andata bene perché l’appartamento è molto grande e bello, e la posizione è perfetta. Siamo in cinque ma abbiamo i nostri spazi.

Differenze fra università Italiana e Spagnola? Differenze di modo di studiare?

Innanzitutto gli orari, in Spagna sono completamente diversi: si comincia più tardi ma si finisce anche alle 21!

E per me è quasi inconcepibile dover andare a lezione alle 20!

Inoltre qui, come nel resto d’Europa, hanno un approccio più pratico con la materia.

In Italia Giurisprudenza è una delle facoltà più teoriche che si possa intraprendere, in Spagna invece ogni materia prevede, insieme a delle ore di teoria, anche delle ore di pratica in cui si esaminano sentenze si svolgono lavori da esporre e addirittura si assegnano dei compiti a casa.

Un approccio completamente diverso dal nostro ma credo più utile. Anche se, e questo è il rovescio della medaglia, gli studenti spagnoli non sono molto in grado di spiegare i concetti a voce e in generale peccano un pò all’orale. Credo che lo studente perfetto dovrebbe mescolare le due culture!

Cosa mi dici di Salamanca e della Spagna: vivibilità, costo della vita, alloggi, lavoro?

Come l’Italia, anche la Spagna sta attraversando un momento di crisi, ma questo a Salamanca non si avverte come nel resto della nazione.

Questa città vive grazie agli studenti Erasmus e stranieri che vengono qui a studiare, per cui si trova a disporre di un giro di soldi su cui le altre città non possono contare. Si tratta di un’isola felice anche per questo.

I prezzi degli appartamenti sono molto bassi, sopratutto se comparati ai nostri italiani! La media per una camera singola qui è di 200-250 euro. A Roma con la stessa cifra si trova al massimo una doppia, e in quartieri non proprio centrali.

Per quanto riguarda il costo della vita in generale trovo che tutto (supermercati, abbigliamento, elettronica…) subisca un 10-20% di sconto rispetto all’Italia. A parte il caffè, quello costa moltissimo e non è particolarmente buono!

Un pro e un contro, di questo primo periodo a Salamanca…

Pro: sicuramente il fatto che si esce sempre e si fanno tantissime conoscenze. In poco tempo ho già conosciuto delle persone con storie e trascorsi straordinari. Ti rendi conto in fretta che quest’esperienza ti dà tanto anche dal punto di vista umano.

Contro: in realtà non c’è niente che mi abbia disturbato particolarmente! L’unica cosa che potrebbe migliorare è la pulizia dell’appartamento, a volte vorrei che le persone fossero più attente, ma so di essere una tipa molto precisina! Adoro i miei coinquilini, in poco tempo siamo già diventati come una famiglia.

Come ti sei organizzata prima di partire? Cosa avresti voluto sapere prima che hai scoperto solo dopo?

Cerco di non lasciare mai nulla troppo al caso quindi ero ben preparata ad ogni evenienza! Certo è che l’Erasmus ti pone davanti ad una marea di cavilli burocratici da risolvere.

Quindi forse avrei voluto sapere prima come risolverli!

Programmi per il futuro? Finito l’Erasmus hai in mente di proseguire la tua strada all’Estero?

Ho grandi progetti per il mio futuro, fra un anno dovrei laurearmi e il mio sogno è quello di diventare una giornalista. La strada è in salita, ne sono cosciente, ma sono sempre stata una persona determinata e quando ho un obiettivo impiego anima e corpo per realizzarlo. Ovviamente comincerò a qualificarmi in Italia, qualora dovessi incontrare più ostacoli del previsto però, non avrei nessun problema a trasferirmi all’Estero.

Viviamo nel 2013 e abbiamo la gran fortuna di avere il mondo a portata di mano, non voglio perdermi nessuna opportunità per paura o sconforto.

La famiglia e le origini sono un valore inestimabile che porto sempre dentro il mio cuore, non sono i chilometri a misurare un amore. Sono partita da sola per Salamanca proprio per questo, voglio mettermi alla prova e imparare il più possibile da me stessa e dagli altri, superare limiti e vivere in situazioni mai pensate prima. E questo purtroppo non può essere fatto se si resta sempre tra le quattro mura di casa. Prima o poi si deve – ed è salutare farlo – spiccare il volo.

Grazie Giulia e ¡buena suerte!

Enrico Nunnari ha 27 anni e già diversi visti nel passaporto. Da piccolo non sapeva se fare il manager o il giornalista ed oggi si ritrova a fare Marketing per un’azienda editoriale. Un passato con la valigia in mano fra Londra e New York e un futuro tutto da scrivere… e da viaggiare!


Enrico Nunnari su LinkedIn

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Mizi

    Grazie Giulia ed anche grazie Enrico. Una bella intervista, piacevole da leggere e piena di spunti per studenti vogliosi di provare ad aprirsi una strada alternativa alla dipendenza dai genitori “a vita”. Complimenti a Giulia per la maniera molto garbata di esprimere i sui pensieri, dimostra una grande maturità e consapevolezza.

  • Giulia

    Grazie mille! E’ dura essere giovani in questo periodo, sopratutto perchè persone dal carattere come il mio non sempre vengono comprese dalla maggior parte delle persone, grazie per aver apprezzato le mie idee!

  • http://www.facebook.com/ealbrigoni Elsa Albrigoni

    Che nostalgia! Anch’io ho trascorso l’anno 2010-11 come erasmus a Salamanca, nel mitico appartamento di calle Palominos. Quanti ricordi! Sono passati ormai quasi tre anni, ma questa città e questo Paese ti entrano dentro per sempre…


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube