Non arrivate in ritardo!

  • Sharebar

Arrivare in ritardo agli appuntamenti è il modo migliore di mettersi il bastone tra le ruote in alcune nazioni estere.

Preciso che mi riferisco principalmente alle nazioni nordiche ed anglosassoni.

Se, invece, state pensando di andare a vivere e lavorare in altre nazioni il discorso può essere diverso.

Arrivare all’appuntamento 5, 10 o 15 minuti dopo l’orario prefissato non vuol dire essere in orario.

Vuol dire essere in ritardo.

All’interno di alcune culture questo può essere inteso come mancanza di rispetto nei confronti del vostro interlocutore ed è da evitare il più possibile.

Il “problema” per noi Italiani è che gli stranieri associano a noi tanti stereotipi, sia positivi che negativi.

Per questi stranieri, l’arrivare in ritardo ad un appuntamento è un aspetto negativo della persona.

Facendolo, voi italiani, correte quindi il rischio che associno subito a voi gli altri stereotipi negativi di inaffidabilità, approssimazione ecc.

Indipendentemente dal fatto che siate o meno inaffidabili e approssimativi.

Tutto questo ancor prima di avere aperto bocca. È come aver già perso la partita prima di entrare in campo.

Ad esempio, immaginatevi di arrivare ad un colloquio di lavoro in ritardo, un’occasione dove veramente non bisogna farlo.

Come riuscirete a convincere la selezionatrice che siete una persona affidabile, puntigliosa, attenta ai dettagli quando non riuscite a presentarvi ad un appuntamento all’orario prestabilito?

Probabilmente la selezionatrice sceglierà uno degli altri candidati, pari a voi in tutto il resto e, bonus, capace di arrivare in orario.

Il consiglio è quindi quello di arrivare all’appuntamento con ampio anticipo.

Se arrivate con mezz’ora di anticipo potete sempre andare a prendervi un caffè per poi presentarvi dieci minuti prima e dare l’opportunità all’interlocutore di iniziare l’incontro prima oppure tranquillamente aspettare in caso contrario.

In questo modo dimostrerete che state prendendo l’appuntamento sul serio e questo vi metterà subito in buona luce.

Se proprio state avendo problem ad arrivare in orario, succede, allora chiamate la persona che dovete incontrare dieci minuti prima dell’incontro spiegando il motivo del ritardo, fornendo una stima di quando arriverete e offrendo loro la possibilità di cambiare la data e orario dell’appuntamento. Questo atteggiamento professionale vi aiuterà a porre riparo alla situazione.

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • Herts

    Non arrivate in ritardo, non mettete pantaloni che vi lasciano il lato B scoperto, non esagerate con il trucco, se il vostro intervistatore non vi vede subito all’orario prestabilito non ditegli che avete altri impegni, se avete piu’ colloqui lo stesso giorno cercate di fissarli ad almeno 6 ore di distanza. Non cercate di fare gli amici, se vedete qualcuno piu’ giovane di voi ( molto probabile in paese del nord europa ) non dategli del tu ( nel caso della lingua inglese non trattatelo come un “mate”! E’ il vostro intervistatore non state bevendo una birra! Di qualunque nazionalita’ siate cercate di non fare nulla che possa colegarvi ai peggiori stereotipi legati alla vostra nazione… come ha detto Aldo fatto uno… vi saranno inevitabilmente affibiati tutti!

  • wif

    Ciao Aldo, come mai quando scrivi un post serio nessuno commenta?
    Saranno tutti ritardatari? ; )

  • wif

    Aldo, in Svezia agli appuntamenti bisogna arrivare 20-15 minuti prima.
    Quei minuti sono considerati preziosi per mettersi togliersi il cappotto e mettersi a proprio agio. A me questo sistema ha aiutato a trovare lavoro!
    Ciao, bel post.

  • Pascal Door

    Ho un consiglio personale: conoscendo il nome dell’intervistatore è possibile conoscere in anticipo la persona almeno in parte reperendo info su di lui su internet. A me una volta capitò di trovare un’intervista alla mia recruiter dove spiegava cosa valutava in un candidato … Poi non fui assunto ugualmente ma questa è un’altra storia.

  • Ele, Glasgow

    Essendo sempre stata una persona puntuale (arrivo sempre prima agli appuntamenti) quanto cattivo sangue in Italia, dagli amici, ai dottori, ai colloqui….mai nessuno e’ puntuale in Italia!!!!! E io odio aspettare, un po’ come i britannici, mi sento come se mi mancassero di rispetto. Qui in UK, paradiso, puntualita’ massima, precisione massima, e’ vero che il ritardo e’ visto malissimo e cosi’ io sono nel mio mondo!!!!!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube