Il mio diritto alle indennità di disoccupazione cambia se mi trasferisco in Europa?

  • Sharebar

Se state pensando di andare a lavorare in un’altra nazione europea, può essere utile conoscere i dettagli relativi ai vostri diritti nel qual caso vi troviate disoccupati.

Questo video, da parte della Commissione Europea e in italiano, aiuta a capire cosa vi aspetta sotto questo punto di vista all’estero.

Come cittadini europei, avete diritto al mantenimento dell’indennità di disoccupazione anche se vi trasferite in un’altra nazione europea.

Il video utilizza l’esempio di “Diana”, una cittadina maltese che lavora nell’industria edilizia ed ha maturato un’esperienza lavorativa di tre anni a Malta.

Adesso però Diana vuole andare a lavorare all’estero e trova impiego a Praga.

Purtroppo però dopo dieci mesi di impiego, il datore di lavoro fallisce e Diana viene licenziata.

Diana può iscriversi ai servizi per l’impiego nella Repubblica ceca dove chiede l’indennità di disoccupazione.

Bisogna infatti iscriversi e richiedere l’indennità di disoccupazione nell’ultimo paese europeo dove si è lavorato e risieduto, ad esempio la Repubblica ceca.

Se però lavorate in un paese diverso da quello dove risiedete, vengono applicate norme specifiche.

Inoltre ogni paese applica normative differenti per la concessione dell’indennità di disoccupazione. Ad esempio, nella Repubblica ceca è necessario aver maturato dodici mesi di assicurazione nei due anni precedenti alla richiesta di sussidio di disoccupazione.

Diana, avendo lavorato solo dieci mesi in Repubblica ceca, non avrebbe quindi diritto al sussidio di disoccupazione.

È qui che entrano in gioco le normative europee che obbligano le varie nazioni a prendere in considerazione i periodi lavorativi maturati all’interno dei 27 Stati membri dell’Unione Europea oltre che in Islanda, Svizzera, Norvegia e Liechtenstein.

Avendo lavorato tre anni a Malta, Diana ha maturato l’anzianità lavorativa necessaria a ricevere il sussidio di disoccupazione nella Repubblica ceca.

In questo modo i lavoratori che si trasferiscono all’interno dell’Unione Europea per motivi di lavoro non vengono penalizzati rispetto a coloro che hanno sempre lavorato nella stessa nazione.

Ipotizzando che Diana inizi a cercare lavoro in Finlandia, un mercato che lei crede offra più opportunità per la sue competenze lavorative, le normative europee garantiscono che lei ricevi l’indennità di disoccupazione per un periodo di tre mesi, prorogabile fino a sei mesi, mentre cerca lavoro in Finlandia.

Per fare ciò bisogna ricevere il permesso dei servizi dell’impiego della Repubblica ceca e una volta ottenuto ci si può iscrivere al servizio dell’impiego della Finlandia per trovare lavoro li.

Commenta su Facebook

commenti





  • luca

    ci vorrebbe una guida per nazione almeno europee delle varie indennita’ di disoccupazione e durata

  • francesco

    sono un cuoco di 52 anni vorrei andare a lavorare in australia ho due premi internazionali qualcuno puo’ aiutarmi non parlo inglese ma tedesco e francese grazie a tutti


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube