SCRIVERE IL CV IN INGLESE

La vita di tutti giorni in Brasile

  • Sharebar

In questa intervista con Laura Piscitelli ci concentriamo sulla vita di tutti i giorni in Brasile.

Ma un Brasile lontano dalle metropoli e lontano dalle spiagge.

Abbiamo già incontrato Laura attraverso il suo articolo su come si è trasferita da Velletri in Amazzonia.

Non dimenticatevi di seguire Laura sul suo blog ‘Rotolando verso sud‘.

Laura vive infatti a Vilhena, una città di circa ottantamila persone nello Stato di Rondonia, nel cuore del continente sudamericano.

Sposata con un brasiliano, conosciuto durante gli studi di portoghese su Internet, è andata a vivere in Brasile a causa delle poche opportunità lavorative in Italia per entrambi.

La scelta di vivere in Amazzonia è stata dettata dalle origini del marito di Laura.

A Vilhena hanno acquistato alcuni terreni sui quali hanno recentemente costruito sia abitazioni che negozi da affittare.

Per quello che guarda la vita di tutti giorni, Laura mette in evidenza alcuni aspetti ai quali magari non si pensa prima di emigrare che però diventano determinanti per il successo dell’emigrazione a lungo termine.

La pioggia, ad esempio, è un aspetto che condiziona tantissimo il vivere in Amazzonia. Possono cadere fino 2.400 millimetri di pioggia all’anno concentrati però durante i mesi di dicembre-marzo. Durante la stagione delle piogge quindi la vita quotidiana rappresenta una sfida per tutti coloro che arrivano, come gli italiani, da climi meno “bagnati”.

Il clima e la posizione geografica determinano anche il tipo di giornata. Ci si alza presto perché il sole sale presto all’orizzonte e diventa subito molto caldo. Si preferisce quindi iniziare a lavorare presto, fare pranzo presto e finire di lavorare presto. Per chi arriva da un clima e uno stile di vita mediterraneo, abituato ad orari che danno più enfasi alla serata, questo può essere uno shock iniziale da non sottovalutare.

Un altro aspetto della vita in una parte remota di un paese così grande riguarda la difficoltà nell’andare in altre città di dimensioni significative quando esse si trovano a più di 700 km di distanza.

Le opportunità lavorative si sono rivelate relativamente semplici da trovare grazie alla conoscenza delle lingue da parte di Laura e alla assenza di stranieri madrelingua. Ha insegnato inglese ed italiano in una scuola privata ma sottolinea come queste opportunità si sono materializzate anche grazie alla sua conoscenza del portoghese.

Un aspetto molto positivo del Brasile è l’ottimismo che traspare da parte di tutti. Sia poveri che ricchi intravedono un futuro migliore e stanno lavorando duramente per raggiungerlo. Esistono ovviamente ancora estremi di povertà molto severi ma le prospettive economiche future della nazione motivano la popolazione a lavorare duramente. Questa è una differenza notevole che Laura ha notato rispetto all’Italia degli ultimi tempi.

Un breve accenno alla questione visto rivela come ottenerne uno lavorativo sia difficile a meno di non possedere caratteristiche richieste e non soddisfatte dal mercato del lavoro brasiliano. Per chi queste caratteristiche non le ha, andare in Brasile diventa molto più difficile.

Le alternative sono quelle di sposare brasiliani/e oppure investire creando un’attività commerciale in Brasile. Quest’ultima alternativa richiede ovviamente un investimento non alla portata di tutti ma presenta comunque un’opzione per chi non riesce a trovare un altro tipo di visto.

Il consiglio principale da parte di Laura a chi sogna il Brasile è quello di imparare il portoghese! Senza una conoscenza buona o ottima della lingua ci si autolimitano le probabilità di successo.

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • wif

    Brava Laura! Mi è piaciuta la tua intervista, schietta e veritiera. Tanti auguri per tutto.

  • Stef

    Ciao, Laura! Che bello, scopro con grande piacere che condividiamo molti punti in comune, tra cui italiana e sposata con un rondoniano, il che non capita tutti i giorni :) ! Anch’io sono sposata con un ragazzo di Porto Velho, ma ora stiamo vivendo a Belo Horizonte. Um abraço! (Sto guardando la tua video-intervista, complimenti e mi sono fatta quattro risate sulla pioggia: È PROPRIO COSÌ!)


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube