Due giorni per trovare lavoro come muratore in Australia

World Nomads Assicurazione Viaggi

Marco Tassi è un ingegnere civile che ha lasciato il suo lavoro vicino a Modena per inseguire il sogno di andare a vivere in Australia.

[powerpress]

Marco condivide la sua esperienza in Australia sul suo canale Youtube ‘Marcoinaustralia‘.

Nonostante un ottimo lavoro nel suo settore, soprattutto grazie alla ricostruzione in seguito al terremoto, Marco ha scelto di mollare tutto per dedicarsi a questa esperienza di vita.

Partito a dicembre, si trova adesso a vivere e lavorare sulla Sunshine Coast, a circa un’oretta a nord di Brisbane, grazie al visto vacanza lavoro.

La scelta di questa destinazione è stata tutt’altro che casuale.

Marco sta pianificando la sua esperienza in Australia per poter rimanere a lungo termine. Ha quindi deciso di non fare la “tipica” esperienza di backpacker rinunciando, fino a un certo punto, al viaggio intorno all’Australia.

In quest’ottica l’ottenimento del secondo visto vacanza lavoro prende la precedenza e Marco ha deciso di dedicare i primi tempi in Australia a qualificarsi per poter fare domanda per questo secondo visto.

Uno dei requisiti è quello di lavorare per 88 giorni in un’area definita “rurale”. La Sunshine Coast è una delle zone ‘rurali” più vicino ad una grande area metropolitana e quindi non richiede di vivere in zone sperdute.

Inoltre il clima della zona sud-est del Queensland è preferibile al clima di Melbourne o Sydney per chi arriva dalla nebbia e dalle zanzare della pianura padana.

Arrivato all’inizio di dicembre, Marco non ha subito iniziato la ricerca lavoro in quanto il periodo natalizio ed estivo precludevano alcuna possibilità di trovare lavoro nel settore da lui prescelto.

Per potersi qualificare per il secondo visto vacanza lavoro, gli 88 giorni devono essere utilizzati per lavorare in alcune professioni definite. La maggior parte dei giovani lavora nelle farm ma è anche possibile lavorare nel settore delle costruzioni, ad esempio.

Volendo mantenere viva l’esperienza nel settore accumulata in Italia e volendo iniziare a capire come si costruisce in Australia, Marco ha deciso da subito di voler lavorare come muratore o simile.

Un lunedì si è quindi presentato a circa una decina di agenzie interinali della Sunshine Coast chiarendo che stava cercando un’occupazione nel settore dell’edilizia. La risposta fu tiepida in quanto il settore nella Sunshine Coast è abbastanza “tranquillo” a causa di alcune decisioni da parte delle autorità competenti che limitano il numero di nuovi edifici da costruire in questa particolare zona dell’Australia.

Il martedì Marco, imperterrito, inizia a presentarsi alle aziende di costruzione più vicine a dove abitava.

Finisce per bussare alla porta, dovendolo svegliare, della casa del proprietario di un’azienda di costruzioni con 20 dipendenti.

Chiede se ha un lavoro come muratore per lui ed il datore di lavoro risponde di presentarsi alle 6.30 del mattino del giorno dopo.

Da allora Marco sta lavorando come muratore nella costruzione di un supermercato.

La paga gli consente di mantenersi tranquillamente ed è migliore di quella che un muratore otterrebbe in Italia. Inoltre l’ambiente di lavoro viene definito da Marco come molto più rilassato.

Una grossa differenza sono gli orari di lavoro: s’inizia molto presto, all’alba, per finire nel primo pomeriggio dopo di che si hanno alcune ore da dedicare alla famiglia o alla spiaggia.

Per quello che riguarda la sistemazione Marco deciso di affidarsi ad una organizzazione chiamata HomeStayWeb che offre la possibilità di andare a vivere in famiglia, ovviamente dietro il pagamento dell’affitto.

L’obiettivo è infatti quello di migliorare il più possibile il livello di conoscenza della lingua inglese e questo sarebbe stato molto più difficile andando a vivere in ostello o in condivisione con altri italiani.

Il miglioramento della lingua inglese ed il risparmio consentiranno a Marco di raggiungere il secondo obiettivo in Australia che è quello di iscriversi ad un master all’università.

Come studente straniero le tasse universitarie sono molto, molto alte e quindi ha bisogno di guadagnare e risparmiare il più possibile e superare l’esame IELTS con un voto che gli consenta di venire accettato dall’università.

Un consiglio da parte di Marco, dedicato agli ingegnere civili, è quello di rendersi conto che la padronanza della lingua inglese è essenziale per potersi proporre come ingegnere civile sul mercato del lavoro australiano. Marco non si sente ancora a quel livello ed è per questo che sta dedicando questi primi mesi al miglioramento della lingua. In secondo luogo gli edifici vengono costruiti in Australia molto diversamente da come vengono costruiti in Italia. Ne risulta che l’esperienza maturata a progettare edifici in Italia potenzialmente non è altrettanto spendibile in Australia.

Incontra altri Expat in Italia e all'estero

Fare il muratore attualmente aiuta Marco ad ottenere il secondo visto vacanza lavoro ma anche a maturare esperienza nel settore all’interno del quale vuole poi proporsi in futuro.

Il consiglio invece dedicato a chi vuole fare la prima esperienza del visto vacanza lavoro però puntando anche al secondo, è quello di non lasciare il periodo degli ottantotto giorni verso la fine del primo visto. Rischiate di non riuscire a completare tutti i giorni richiesti se avete intoppi di varia natura.

Sunshine Coast

Sunshine Coast

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta