Ragazzi, sbattete la porta e lasciate la puzza di chiuso alle spalle

World Nomads Assicurazione Viaggi

Chiudete la porta dietro di voi, lasciando la puzza di vecchio, per andare a respirare l’aria nuova che tira in Australia e in Asia in generale.

È questo il consiglio di Clara Vetruccio ai giovani italiani.

Questo vi consente di venire a miglior conoscenza dei propri limiti personali (e si spera infrangerli), di non guardare solo all’interno dei propri confini (come sta succedendo durante gli ultimi anni in Italia) e di capire meglio le opportunità disponibili ‘fuori’.

[powerpress]

Clara si trova in Australia da cinque anni.

Dopo la laurea in archeologia ed un periodo di esperienza a Edimburgo, il cuore l’ha portata fino a Brisbane.

Dopo un paio di visti turistici ed un visto vacanza lavoro, Clara ha poi ottenuto un visto come de facto e si appresta a sposarsi per alcuni mesi.

Attraverso l’ebook Dreamin’ Australia Clara condivide la propria esperienza in modo da preparare gli aspiranti emigranti soprattutto su temi sottovalutati come ad esempio lo choc culturale.

In questa intervista io e Clara parliamo in particolare del visto vacanza lavoro e della vita a Brisbane.

Attraverso il suo sito e attraverso la sua partecipazione a molti forum dedicati all’Australia, Clara riceve moltissime domande che vertono su tematiche abbastanza simili.

Come trovare lavoro con il visto vacanza lavoro; quanto si guadagna; quanto ci vuole a trovare lavoro; che tipo di lavoro si può trovare.

Clara ci tiene però a sottolineare che il visto vacanza lavoro contiene la parola ‘vacanza’!

Il motivo per il quale è stato creato dal governo australiano è quello di consentire di conoscere meglio l’Australia attraverso una vacanza supportata da lavori flessibili.

Se state pensando di emigrare in Australia più a lungo termine il consiglio è sempre quello di prendere in considerazione gli altri tipi di visto creati appositamente per chi intende lavorare.

Infatti il visto vacanza lavoro contiene una regola che limita la tipologia di lavoro che si può realisticamente trovare.

Si può lavorare per lo stesso datore di lavoro solo per un massimo di sei mesi.

Non esiste una limitazione relativa al tipo di lavoro che si può fare però pochi datori di lavoro sono interessati ad assumere e formare dipendenti che se ne andranno dopo alcuni mesi.

Ne risulta quindi che tanti ragazzi lavoreranno molto probabilmente nel settore della ristorazione, ad esempio, piuttosto che intraprendere una carriera vera e propria a lungo termine in Australia. Ottenere quest’ultima non è impossibile ma non bisogna illudersi.

Per quello che riguarda il tenore di vita che si può fare con un visto vacanza lavoro Clara riporta esempi sia di chi riesce a mantenersi relativamente bene, meglio che in Italia, ma anche di chi non riceve una paga altissima e quindi fa fatica ad affrontare il costo della vita australiano. Quest’ultimo è abbastanza alto per chi arriva dall’Europa però Clara sottolinea che le cose che costano di più sono i “vizi” ed i trasporti. Per il resto, conducendo da uno stile di vita oculato, si riesce a sopravvivere abbastanza bene.

Per quel che riguarda Brisbane, la città è cambiata moltissimo (in meglio) durante gli ultimi vent’anni grazie allo sviluppo di alcuni quartieri, in particolare quelli vicini al fiume. La città si pone quindi in concorrenza con le cugine più “rinomate”: Melbourne e Sydney.

Seguite Clara su Dreamin’ Australia!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta