Ragazzi, sbattete la porta e lasciate la puzza di chiuso alle spalle

  • Sharebar

Chiudete la porta dietro di voi, lasciando la puzza di vecchio, per andare a respirare l’aria nuova che tira in Australia e in Asia in generale.

È questo il consiglio di Clara Vetruccio ai giovani italiani.

Questo vi consente di venire a miglior conoscenza dei propri limiti personali (e si spera infrangerli), di non guardare solo all’interno dei propri confini (come sta succedendo durante gli ultimi anni in Italia) e di capire meglio le opportunità disponibili ‘fuori’.

Clara si trova in Australia da cinque anni.

Dopo la laurea in archeologia ed un periodo di esperienza a Edimburgo, il cuore l’ha portata fino a Brisbane.

Dopo un paio di visti turistici ed un visto vacanza lavoro, Clara ha poi ottenuto un visto come de facto e si appresta a sposarsi per alcuni mesi.

Attraverso l’ebook Dreamin’ Australia Clara condivide la propria esperienza in modo da preparare gli aspiranti emigranti soprattutto su temi sottovalutati come ad esempio lo choc culturale.

In questa intervista io e Clara parliamo in particolare del visto vacanza lavoro e della vita a Brisbane.

Attraverso il suo sito e attraverso la sua partecipazione a molti forum dedicati all’Australia, Clara riceve moltissime domande che vertono su tematiche abbastanza simili.

Come trovare lavoro con il visto vacanza lavoro; quanto si guadagna; quanto ci vuole a trovare lavoro; che tipo di lavoro si può trovare.

Clara ci tiene però a sottolineare che il visto vacanza lavoro contiene la parola ‘vacanza’!

Il motivo per il quale è stato creato dal governo australiano è quello di consentire di conoscere meglio l’Australia attraverso una vacanza supportata da lavori flessibili.

Se state pensando di emigrare in Australia più a lungo termine il consiglio è sempre quello di prendere in considerazione gli altri tipi di visto creati appositamente per chi intende lavorare.

Infatti il visto vacanza lavoro contiene una regola che limita la tipologia di lavoro che si può realisticamente trovare.

Si può lavorare per lo stesso datore di lavoro solo per un massimo di sei mesi.

Non esiste una limitazione relativa al tipo di lavoro che si può fare però pochi datori di lavoro sono interessati ad assumere e formare dipendenti che se ne andranno dopo alcuni mesi.

Ne risulta quindi che tanti ragazzi lavoreranno molto probabilmente nel settore della ristorazione, ad esempio, piuttosto che intraprendere una carriera vera e propria a lungo termine in Australia. Ottenere quest’ultima non è impossibile ma non bisogna illudersi.

Per quello che riguarda il tenore di vita che si può fare con un visto vacanza lavoro Clara riporta esempi sia di chi riesce a mantenersi relativamente bene, meglio che in Italia, ma anche di chi non riceve una paga altissima e quindi fa fatica ad affrontare il costo della vita australiano. Quest’ultimo è abbastanza alto per chi arriva dall’Europa però Clara sottolinea che le cose che costano di più sono i “vizi” ed i trasporti. Per il resto, conducendo da uno stile di vita oculato, si riesce a sopravvivere abbastanza bene.

Per quel che riguarda Brisbane, la città è cambiata moltissimo (in meglio) durante gli ultimi vent’anni grazie allo sviluppo di alcuni quartieri, in particolare quelli vicini al fiume. La città si pone quindi in concorrenza con le cugine più “rinomate”: Melbourne e Sydney.

Seguite Clara su Dreamin’ Australia!

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • Maria

    Eheh, ma provare a pulire la casa per eliminare la puzza?

  • rocco

    facile parlare sposandosi un australiano, ma per la gente comune, anche senza laurea, e senza soldi, spostarsi non è facile, , in australia per avere un visto definitivo è difficile se non ti sposi…

  • Antonio Ciao

    Ho lasciato un commento che ora non vedo più. è stato cancellato?

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Non e’ vero. Bisogna avere esperienza lavorativa in una professione richiesta. Ogni anno decine di migliaia di persone ottengono un visto lavorativo così.

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Sono vent’anni che sento dire ai giovani (e meno giovani) di “rimanere per cambiare l’Italia”. Non mi sembra siano stati raggiunti grandi risultati.

  • Aisha

    Ragazzi l’Europa intera si è già riversata qui…ci son quasi più italiani che in Italia quando si cammina per le strade, è pazzesco! Poi mi fa rabbia vedere la quantità di ragazzi da tutta Europa che viene qui solo per sbronzarsi, accumulare qualche spicciolo e far casino, sfruttando questo splendido paese senza dargli assolutamente nulla in cambio…e dando un pessimo esempio. E chi invece ha tanta voglia di fare e di dare a questo paese non ha possibilità di restare visto che lo sponsor ormai è una chimera…ne valeva la pena qualche anno fa, oggi non so…

  • Claudio

    Mamma mia quanta ragione Aldo!

  • Antonio Ciao

    Tu ad un ragazzo come me, 21 anni, con la voglia di provare questa esperienza cosa consiglieresti?

  • Theseus

    Forse allora farsi un esame di coscienza? Possibile che siano sempre gli altri quelli “cattivi”?

  • Aisha

    Immagino dipenda da che prospettive hai…vieni qui per visitare un posto unico, conoscere gente nuova, imparare meglio l’inglese? Sì, ti piacerà non c’è dubbio (anche se è sempre meglio saperlo un pochino l’inglese prima di venir qui altrimenti la tua esperienza ne sarà un pò limitata). Vieni sperando di rimanere?Sei giovane, e se hai la possibilità fai l’università qui…altrimenti è un’utopia. Se invece non sai bene cosa ti aspetta e verresti in Australia per sport o “per far soldi” lascia perdere…qua di soldi se ne spendono soprattutto e non sono certo gli italiani con un working holiday a farli e se non hai un minimo di motivazione ti ritroverai a pentirti di essere venuto così lontano :( …non è tutto rose e fiori, ma se quello a cui sei più interessato è viaggiar (con tanti soldi da parte, quelli sono necessari…) l’Australia è bella ovunque, hai un intero continente da esplorare, con una varietà di paesaggi, fauna e flora unici al mondo. Questa è l’unica certezza :) Questo è solo l’idea che mi son fatta io comunque!

  • Antonio Ciao

    la mia intenzione è venire per poter lavorare per vivere, migliorare l’inglese e godermi quella splendida terra fino all’ultimo granello, sono molto determinato in questo, e di sicuro non ho intenzione di venire lì sapendo di fare la bella vita, perchè lo so che bisogna fare sacrifici, ed io sono disposto a farli! però non voglio nemmeno venire lì e vivere con isoldi che mi porto dietro(non essendo molti!) ma di riuscire a vivere con i soldi che mi guadagno a lavorare!…dici che potrei riuscirci? la mia ipotetica destinazione è Perth, per le miniere.

  • http://www.facebook.com/luca.castelletti.3 Luca Castelletti

    Ho letto con interesse questo ed altri post relativi all’Australia. Ho una domanda al riguardo, Aldo. Ho 29 anni, lavoro come insegnante di inglese e italiano a stranieri a Torino (ho già maturato un’esperienza come assistente di lingua in un college a Nottingham). Con la mia esperienza (orami cinque anni dedicati all’insegnamento linguistico) credi che la working holiday visa mi permetterebbe di trovare lavori presso scuole di lingue come insegnante di italiano? E’ fattibile oppure non c’è una particolare richiesta? Mi sapresti dire qualcosa di più sull’offerta lavorativa in quest’ambito? PS vorrei chiarire che al momento non mi interessa trasferirmi in Australia ma mi piacerebbe poter viaggiare e vedere il paese continuando a fare il mio lavoro. Grazie.

    Luca

  • massimo pacini

    Ciao mi chiamo Massimo Pacini (anni 51), sono un architetto progettista edilizia e mobili e avrei bisogno di qualche contatto o “dritta” per poter andare a lavorare dove il lavoro c’è, senza limiti di spazio e tempo. Se avete consigli da darmi e se vi va…………..

  • Tesshan

    Il limite della working holiday visa è che puoi lavorare solo 6 mesi per lo stesso datore di lavoro. Questo fatto impedisce di poter proporsi per certi lavori perchè l’azienda vuole qcuno che resti almeno un anno. Anche con la wh si è residents for tax purposes. Se quando vieni assunto e compili il form per le tasse e non scegli questa casella ti tassano tantissimo dalla prima busta paga in poi. Finito l’anno finanziario si può fare richiesta di tax back (online o tramite centri culturali che offono il servizio gratuito di compilazione…tipo biblioteca cittadina etc., nel mio caso quella di surry hills a sydney). Poi quando lasci il paese puoi far anche richiesta di riavere i soldi del superannuation (fondo pensione) che l’azienda per cui hai lavorato ha aperto per te. Lo sponsor non è facile ma fattibile. Ho diversi amici che hanno iniziato con la wh per poi passare alla student visa e che poi sono stati sponsorizzati (grazie alla student puoi lavorare part time senza la regola dei sei mesi perciò se i datori di lavoro vedono che sei bravo ti possono anche offrire lo sponsoring) o hanno maturato gli anni che servono per richiedere una resident visa. Atra opzione è la partner visa che si può richiedere anche senza sposarsi, attenzione però che in questo caso servono mille documenti che attestino che si è veramente una coppia e che non è tutta una finta.

  • Angel

    Salve. Sono stata in Australia – vsto turistico – per tre mesi, e sono tornata in Italia da quasi dieci gg.Premetto che ho 36 anni una laurea Master’s con lode in Biologia due corsi di formazione esperienza di laboratorio e inglese superiore alla media. L’esperienza di Chiara è positiva e incoraggiante, ma – ve lo dico perchè l’ho provato sulla mia pelle – non crediate che sia così facile come lo è stato per lei,perchè:

    1.Chiara ha potuto usufruire del whv per due anni, dunque la sua età era inferiore ai 30 . E QUESTO E’ FONDAMENTALE PERCHE’ CON QUESTO VISTO VOI POTETE LAVORARE. E SIETE GIOVANI. Dopo i trenta è quasi impossibile ottenere un visto lavorativo.

    2.Chiara è partita con “le spalle coperte” perchè avere un partner Australiano in Australia è come avere un conto in banca: vi assicuro che partite CON UN VANTAGGIO ENORME. Non avete le difficoltà iniziali di chi arriva da solo, e si deve trovare alloggio trasporti etc in lingua straniera – e avere a che fare con gli asiatici spesso è un problema perchè non vi vogliono affittare una stanza;c’è chi vi protegge dalle fregature – che,ebbene si, ci sono anche in OZ; avete un sacco di privilegi primo fra tutti POTER OTTENERE LA CITTADINANZA COME COPPIA DI FATTO senza stare a sbattervi e disperarvi per cercare uno straccio di sponsor, senza dover mandare centinaia di resume che finiranno nel migliore dei casi nel database, senza dover pagare migliaia di dollari per un corso x studiare e ottenere il famigerato student e soprattutto AVETE LA POSSIBILITA’ DI VEDERE DAVANTI A VOI UN FUTURO PERCHAE’ ANCHE SE ALL’INIZIO NON LAVORATE C’è CHI PENSA A VOI. Perciò: occhio. Ve lo dice chi ha ancor ai segni addosso.

  • veronica

    Ciao! Sono stata in Oz x 4 mesi con whv. Ho 1 laurea in Lingue ed esperienza lavorativa come Reservation manager in albergo. Ho trovato facilmente lavoro in un ristorante a Sydney, dove la paga era molto buona, ma non era il lavoro che volevo. Credo sia quasi impossibile trovare lavoro al di fuori della ristorazione con un whv, come dice Clara. Ho preferito cosi’ tornare in Italia dove avevo un lavoro che mi piace di piu’ e visti i tempi, non volevo rischiare di perdere. Ho conosciuto ragazzi che sono stati piu’ perseveranti di me e sono rimasti in Australia. Eppure, anche dopo anni, continuano a lavorare nei ristoranti. Si tratta di una scelta di vita rischiosa e che mi sento di consigliare a chi non ha nulla da perdere. La conoscenza dell’Inglese e’ fondamentale. Senza quello non ti assumono da nessuna parte.
    Essendo partita sola ho faticato a trovare un alloggio adeguato, ad adattarmi a dividere la casa con altri (di solito almeno 6 persone). Spostarsi in citta’ poi non e’ comodo poiche’ bisogna affidarsi ai mezzi pubblici e questo significa camminare x ore e impiegare tanto tempo su autobus, treni, traghetti. Io impiegavo oltre 1 ora x raggiungere il mio lavoro pur essendo a pochi km da casa mia. Quindi condivido quanto ha scritto Angel. Aggiungo che Sydney in particolare e’ carissima e lo stesso i corsi d’inglese. Quindi chi decide di partire deve mettere in conto di avere un buon risparmio a cui attingere.
    Per me e’ stata una splendida esperienza, che mi ha davvero portata ad aprirmi la mente e a conoscere tante cose nuove. E’ un paese stupendo, efficiente, organizzato, e sicuro e queste sono cose che colpiscono noi italiani. Una ragazza con giudizio puo’ tranquillamente viaggiare da sola qui e fare tante belle amicizie lungo il percorso.
    Raccomanderei a chiunque di provare questa esperienza ma coi piedi x terra. Forse non vi cambiera’ la vita ma rimarra’ un ricordo indelebile e unico.

  • devo andare via dall’italia

    salve vorrei farti alcune domande ,io sono un falegname esperto ed ho visto che nel skill select australiane e ricercato sia come carpenter e joiner io non parlo bene l inglese e la mia domanda e se ci sia possibilità di trovare lavoro dall italia ,poi volevo chiederti se ci sia un visto meno burocratico e costoso per chi ha superato i 31 anni ,ti ringrazio in anticipo per le risposte ,

  • Alberto

    Salve Aldo…ho 28 anni e sono un orafo esperto laureato in Arti Applicate….ho la seria intenzione (a breve) di venire a Melbourne….vorrei sapere se, con il WHV, ho la possibilità di trovare lavoro esercitando la mia professione. Non l’ho trovata nella skill select e vorrei sapere se megari è intesa con un altra professione. Purtroppo conosco l’inglese a livello scolastico (già stò studiando per migliorare) ma sono motivato a venire per restare, non per fare il turista!!!grazie in anticipo per le risposte

  • Guest

    Salve Aldo…ho 28 anni e sono un orafo esperto laureato in Arti Applicate….ho la seria intenzione (a breve) di venire a Melbourne….vorrei sapere se, con il WHV, ho la possibilità di trovare lavoro esercitando la mia professione. Non l’ho trovata nella skill select e vorrei sapere se megari è intesa con un altra professione. Purtroppo conosco l’inglese a livello scolastico (già stò studiando per migliorare) ma sono motivato a venire per restare, non per fare il turista!!!grazie in anticipo per le risposte

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Dall’Italia moooolto difficile. L’Inglese e’ fondamentale altrimenti il visto non te lo danno.

    “se ci sia un visto meno burocratico e costoso”. No, il visto costera’ alcune migliaia di dollari (generalizzando)

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Effetivamente la professione piu’ vicina che sono riuscito a trovare e’ ‘Jeweller’ (ANZSCO 399411).

    http://www.immi.gov.au/skilled/_pdf/sol-schedule1-2.pdf

    Non conosco il tuo mestiere, dovresti contattare orafi a Melbourne chiedendo se hanno bisogno di aiuto….

    ce ne sono 597 nelle pagine gialle

    http://www.yellowpages.com.au/search/listings?clue=jewellers&locationClue=melbourne&selectedViewMode=&emsLocationId=

    In bocca al lupo!

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    a 51 anni e’ moooolto dura (dal punto di vista del visto)….

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Una paio di precisazioni:

    “Dopo i trenta è quasi impossibile ottenere un visto lavorativo.” E’ molto difficile ma non e’ impossibile, dipende dalla professione, esperienza lavorativa dimostrabile, ecc

    Clara si e’ fatta visto WHV e student prima di arrivare alla coppia di fatto. Anche il visto come ‘de facto’ non e’ una passeggiata…

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    non ho capito

  • Alberto

    Grazie mille per il consiglio….e crepi il lupo!!!

  • Francesco

    Ciao Aldo…ho 30 anni e sono panettiere e pizzaiolo,secondo Lei ci sono possibilità di trovare lavoro in Australia per queste professioni o questo settore è saturo!Grazie per l’attenzione!

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia
  • vincenzo_guglielmetti@yahoo.it

    Salve Aldo, mi chiamo Vincenzo, geometra con esperienza su studio tecnico e autista pat. C/E molto pratico nella conuzione di autoarticolati e motrici. Vorrei lavorare in australia….avrei qualche possibilità……mi daresti qualche dritta. Ciao, Vincenzo.

  • Sonia

    Salve,
    dopo una lunga riflessione, credo sia arrivato il momento di lasciare l’Italia e cercare finalmente di fare qualcosa per il presente-futuro. Vorrei sapere prima di tutto che requisiti ci vogliono per entrare in Australia. Se inizialmente si entra con visto turistico o non so che altro. Eventualmente sarei predisposta ad investire li , con altri amici, nell’apertura di qualche attività propria, settore ristorazione, ma vorrei sapere la burocrazia per aprire un locale, prezzi di affitto e lo Stato Australiano se è vero che aiuta per i primi 2 anni. Cmq, signori ho bisogno di un sincero ed utile aiuto su tutto quello che devo sapere!

    ps: è vero che nn si possono portare animali domestici dall’Italia?

    grazie

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    e’ un discorso mooolto lungo e complicato.

    Puoi iniziare da qui per capire i requisiti necessari per ottenere un visto.

    http://www.immi.gov.au/

  • http://www.facebook.com/elena.a.bruno Elena Adelaide Bruno

    Ragazzi, ricordate: un contratto casual vi da il diritto a 20% di salario extra per coprire malattia e vacanza, cosa che non vi viene retribuita se lavorate a ore. Questo significa che per gli over 21, il salario minimo e’ di $15.59 +20%, ergo $19.01 all’ora. Piu’ 9% di pensione versato sul vostro Superannuation Fund.
    Non accettate nulla di meno se vi offrono un contratto casual! Clara definisce “scandalosi” $20 all’ora per lavare piatti, ma questa e’ la legge. Non fatevi fregare e diffidate dei datori di lavoro che vogliono pagarvi “cash in hand”, finite per rimetterci.

  • rocco

    il problema è che la vita di una persona è relativamente breve, rimanere in italia credendo che si possa in pochi anni cambiare qualcosa è mera utopia, una scelta eogistica e di sopravvivenza portera’ tanti giovani e non a emigrare con dispiacere dal proprio paese , ma purtroppo in italia non si vive piu’ dignitosamente . Dovrebbero eliminare ste barriere dei visti , dell eta’ , è una cosa assurda

  • lucia

    si riempira di cinesi l australia tra poco, tanto che sara’ una succursale non dell inghilterra ma degli occhi a mandorla con tutti gli annesse e connessi, poi mi piacerebbe sapere per chi vive a melbourne se è vera la difficolta grande per l approviggionamento dell acqua potabile, ad adelaide dicono che tra qualche anno sara una grave crisi per mancanza di acqua potabile

  • mattya92

    Antonio mi ha colpito il tuo post riguardo all Australia in quanto mi vedo a me stesso visto che abbiamo la stessa età e siamo neodiplomati… cmnq sto cercando qualche compagno d avventura per partire caso mai ti interessasse fammelo sapere su fb mi chiamo mattya mat

  • Luca

    Ciao Aldo, io ho 27 anni e sto per richiedere il mio primo WHV. So che è difficile pianificare un trasferimento definitivo in Australia senza esserci mai stati, ma pensavo di partire per cercare di restarci se scoprirò di trovarmi bene.
    Dopo qualche lavoro stagionale ho messo da parte soldi e dal 2008 mi sono messo in proprio aprendo partita IVA ed aprendo un’agenzia di organizzazione eventi.
    Con l’agenzia ho avuto modo di lavorare in Italia e all’estero anche con grandi aziende non solo Italiane.
    Purtroppo qua in Italia le aziende hanno ristretto all’osso il budget e con le tasse non riesco più ad uscirne fuori; lavorare con le amministrazioni pubbliche è impossibile, ho “perso” 3 anni cercando di entrare ma purtroppo tutto sembra andare avanti tramite conoscenze politiche.

    Il mio inglese è buono (non perfetto), ma ci lavoro costantemente.
    Hai per caso qualche informazione/fonte inerente al mio settore? Credi sia già saturo di professionalità?
    Purtroppo (o per fortuna) ho solo un diploma come Tecnico dei sistemi energetici, e poi un corso europeo professionalizzante in marketing che non è certo una laurea, ma ho tanta esperienza (dimostrabile) nel mio lavoro.

    Grazie per quello che fai.

    Luca.

  • Tiziano.Drugo

    salve ragazzi mi chiamo Tiziano e ho 24 anni…sto scrivendo la tesi in
    giurisprudenza e prima di discutere vorrei fare una prima esperienza di
    qualche mese in Australia.
    Amo the quando sono piccolo questo splendido “nuovo mondo” e vorrei scoprirlo un po.

    Per ora non ho l’idea di trasferirmici in modo definitivo, ma vorrei
    iniziare a scoprirne lo stile di vita, valutando eventualmente in
    seguito all’esperienza fatta se stabilizzarmi li o meno.
    Ho qualche soldo the parte, ma vado prevalentemente per lavorare.

    Ho fatto lavori di ogni genere ma sopratt pensavo di trasferirmi li
    lavorando come barman o eventualmente come istruttore di fitness ( sono
    qualificato) presso una palestra.

    ho bisogno del vostro aiuto e dei vostri consigli vi ringrazio :)

    ps : parlo un inglese discreto, ma sicuramente implementarlo è tra I miei obbiettivi primari :P

  • anna

    c’è in australia una citta’ senza animali che ti uccidono, senza allagamenti o altri disastri naturali e con un clima temperato? se c’è arrivoo

  • serica

    con la cittadinanza UK ci sono facilitazioni per la residenza in australia?
    grazie

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    No

  • Irene

    Io sono con il working holiday visa in Canada. Vorrei davvero rimanere anche se anche qui il visto è spesso una chimera. Quello che posso dire è che la maggior parte dei ragazzi italiani che ho conosciuto a Montréal non vengono per “fare una vacanza e divertirsi” ma per cercare di stabilirsi e fare una vita migliore.
    Poi non so come sia in Australia… secondo me tanti italiani sono intimoriti dai 7 mesi di freddo canadesi a -30 :)

  • Mar

    Salve Aldo, sono una psicologa di 34 anni referenziata. Pensi che ho qualche possibilità di rimanere con un visto x vivere e lavorare a Melbourne?

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    dipende da tantissime cose, troppe per essere affrontate in un commento…

    consiglierei di consultare un migration agent.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube