Giovani, Italiani, Emigrati: ecco le nuove voci di The Great Complotto Radio

  • Sharebar

Riunire giovani italiani, emigrati all’estero, e dare loro voce in radio.

Questa è l’idea nata da Stefano Diana e Luca Ceolin.

Il primo è cuoco e DJ che vive a Stoccolma, il secondo è direttore artistico e fondatore di The Great Complotto Radio, accessibile attraverso la rete all’indirizzo www.thegreatcomplottoradio.com.

Il Sole 24 Ore scrive che sono almeno 50.000 gli italiani che lasciano il Belpaese ogni anno, per lo più giovani, per lo più laureati.

Siamo il secondo Paese in Europa per numero di emigrati, dietro la Romania.

Pensate, città intere come Matera, Siena, Venezia, che ogni anno si svuotano completamente proprio degli elementi su cui dovrebbe contare di più, per dare la migliore prospettiva possibile ad una società, quella italiana, in forte affanno nell’ultimo decennio.

Una prospettiva sul futuro, che i giovani che decidono di lasciare l’Italia, faticano a trovare in patria, a causa di un sistema politico ed economico per cui il lavoro non c´è, o è precario, o è malpagato, e a causa di determinate logiche culturali, secondo le quali se sei giovane, non sei all’altezza, inquadrato come un immaturo con scarse competenze.

Ecco che allora molti decidono di partire, destinazioni diverse, spesso alla cieca, ma con una volontà di ferro, che consente loro di trovare lavoro e ben inserirsi in terre piú o meno lontane.

  • Stefano, come detto, cuoco a Stoccolma.
  • Vincenzo, pittore emergente, a Londra.
  • Stessa cittá dove vive Francesca, cantante della band indie The Cellophane Flowers.
  • Cristina, pianista professionista a Madrid.
  • Floriana, laureata con lode a Dublino.
  • Lara, fotografa a Parigi.

Ci saranno poi collaborazioni dal Canada, Australia, India e Brasile.

Infine, trattandosi di una web-radio, che trasmette in tutto il mondo, non poteva mancare anche un programma in inglese, condotto da Simon, di Liverpool, concittadino della band che ha fatto piú di tutti la storia della musica: i Beatles.

Alcuni di loro sono pordenonesi, come gli altri DJ della radio, Enrico, Rocco, Andrea, DJ E.Sist, Acidguys, tutti nati a cavallo tra gli anni ´70 e ´80, proprio il periodo in cui a Pordenone si sviluppava l’unico vero movimento punk in Italia:

The Great Complotto, di cui la radio prende il nome non a caso.

Sul web: www.thegreatcomplottoradio.com

Pagina facebook: The great complotto radio

Stiamo ancora cercando nuove voci che vogliano condividere la loro esperienza dall’estero.

Se volete partecipare alla programmazione scrivete a vistodafuori.stefano@gmail.com

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • antosail

    ma il Grande complotto di Pordenone è famosissimo!! chi negli 80′ seguiva il punk e la new wave italiana , li teneva in grandissima considerazione per creatività e particolare acume artistico .culturale!!! grande idea !!!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube