Vita di tutti i giorni in Bahrain

  • Sharebar

Jan Ferrari è un italo/olandese/turco che adesso vive in Bahrain con la moglie.

Ecco la sua storia.

Sono nato in Italia, a Reggio Emilia, da mamma turca e papà nato in Olanda dai miei nonni, emigrati in Olanda.

Morti i nonni, a 16 anni sono emigrato con la mia famiglia in Olanda e dopo un po’ di tempo cominciai a lavorare all’aeroporto di Schiphol.

Da qui diventai steward per una nota compagnia aerea. Quando ebbi accumulato l’esperienza necessaria, mi offrirono posti più lontani da casa.

Viaggiando conobbi mia moglie e finimmo, due anni fa, in Bahrain. Il lavoro in Bahrain mi è stato offerto dalla compagnia aerea. Bisogna dire che non molti vogliono vivere in posti come questi.

Mia moglie all’inizio fu molto contraria, sapendo che la nostra casa sarebbe stata distante solo 37 km dal confine con l’Arabia Saudita.

Ma in Bahrain, c’è una maggiore libertà di religione che in Arabia Saudita.

Ci sono chiese, le donne possono guidare e molto altro.

Una volta arrivati qui, ci siamo dovuti abituare a questo stile di vita.

Tutti parlano inglese, ma nel frattempo abbiamo imparato anche un po’ a parlare e a scrivere in arabo.

Ci siamo dovuti abituare anche al clima caldo della zona, all’inizio insopportabile. Una volta il termometro segnava 52 gradi!

Il Bahrain è un piccolo stato situato nel Golfo Persico, conosciuto per il suo petrolio e per le perle. E’ costituito da diverse isolette. Noi abitiamo nella capitale, Al Manamah, città ancora in espansione.

La ricchezza di tutto lo stato è dunque dovuta al petrolio. Inoltre, in tutto il Bahrain si può girare tranquillamente e in modo abbastanza sicuro.

Trovare casa e lavoro in Bahrain non è cosa semplice, ma neanche impossibile.

Il tipo di lavoro disponibile qui potrebbe interessare anche agli italiani, ma di italiani qui non se ne vedono e quindi sono gli asiatici come i filippini che trovano lavoro! Gli arabi sono molto pigri e preferiscono fare lavori “migliori”.. Ma di lavoro ce n’é per tutti, bisogna solo sapersi adeguare!

Mia moglie ha lavorato alcuni mesi in un pub irlandese, ora lavora come parrucchiera nella Ladies Boulevard.

Il costo delle case, ad Al Manamah soprattutto, è piuttosto elevato. In cambio però ti offrono uno standard di vita da signori.

Le conoscenze richieste riguardano l’inglese. L’arabo all’inizio non è indispensabile, ma l’inglese bisogna parlarlo in modo  sciolto e comprensibile.

Come detto in precedenza, gli standard di vita qui sono elevati. Al Manamah è abitata da miliardari arabi, e non solo.

Alcuni weekend (che qui sono il giovedì e il venerdì) andiamo in uno dei tanti grandi centri commerciali in Saudi.

Mia moglie indossa l’abaya, lungo abito nero che copre dalla testa fino ai piedi lasciando libero solo il viso.

Inoltre in Saudi, al contrario del Bahrain, le donne non possono guidare. Non possono girare da sole senza un uomo, quindi sono costretto a girare per tutti i negozi (uff..).

Non possono incrociare lo sguardo di un uomo e quando un uomo le saluta non possono rispondere, è loro permesso solo fare un accenno con il capo.

La polizia religiosa, quella che controlla che queste leggi vengano rispettate, controlla!

In Saudi c’è molta scelta di vestiti e prodotti. Altra cosa che all’inizio può sembrare strana, le donne qui non hanno le cabine per provare i vestiti. Quindi comprano l’abito sperando che vada bene!

Torniamo poi, verso fine pomeriggio, in Bahrain, concedendoci una cenetta in un ristorante.

In Arabia Saudita ci sono le separazioni dei sessi, nelle case come nei ristoranti. Preferiamo dunque cenare in Bahrain.

Mia moglie qui in Bahrain ama la “Ladies Boulevard”, una zona solo per donne. Qui si possono togliere l’abaya e girare liberamente.

Molti chiedono a me e mia moglie se siamo felici della nostra scelta, e non posso che rispondere positivamente.

Ci sono molte regole e altre usanze. Ma non importa, perchè è questo il Bahrain che amiamo!

Commenta su Facebook

commenti





  • valerio

    contento tu contenti tutti, ma io personalmente non vivrei mai in un paese così. Nel medioevo c’era più libertà. Scusami ma non capisco neanche come tua moglie riesca ad accettare una simile differenziazione classista in quanto donna.

  • Fazio

    Ma scusa, ora non ci sono proteste e casini in Bahrain? I media dicono ciò che vogliono ma molti attivisti raccontano di cose simili alla primavera araba… è difficile vivere in queste condizioni?
    Cmq il fatto che entrambi siete d’accordo su tutto è molto bello, anche se penso che chi è stato “penalizzato” di più dalla scelta è tua moglie.

  • tt

    Se ci fossero I Casini, ci sarebbe meno casino.

  • Swissman

    Come no, perché istituirebbe anche lui la polizia religiosa.

  • Jan

    Ciao Valerio! Io e mia moglie siamo contenti, lo accetta perche’ sa che in Italia dovrebbe accettare altre cose: pagare, pagare e pagare! E comunque in Bahrain e’ molto piu’ libero…

  • Jan

    Ciao! Diciamo che ora le proteste si sono calmate, e comunque non hanno mai dato grandi fastidi come sono successi in altri stati….. I media fanno di un problemino un dramma, in bahrain comunque anche con le proteste, non ci sono mai stati casini… E’ difficile viivere in queste condizioni? Certo ci sono altre usanze, ma la qualita’ di vita non e’ certo quella dell’Italia! E in italia, pagande tutte quelle tasse, con i politici che si mangiano via tutto non e’ difficile vivere? Assolutamente, difatti abbiamo riflettuto prima di veinre qui… Ma tutti e due sapevamo che in Italia non ci sarebbe stato futuro per noi e per i nostri, chissa’, futuri figli… E comunque ora non le da piu’ fastidio portare l’abaya, col tempo si fa l’abitudine a tutto……

  • Jan

    Polizia religiosa solo in Arabia Saudita :-) E comunque io trovo che ci sia molto piu’ casino in Italia..

  • Saudia Ksa

    Io vivo in Arabia Saudita e in Bahrain ci vado nel week end proprio per poter stare più rilassata e senza abaya! Dico sempre che passare la frontiera con l’Arabia Saudita è un pò come fare un viaggio nel tempo, ma sono d’accordo con Jan che da queste parti nonostante tutto si stia bene e che in Italia non è poi così facile vivere..

  • antonio

    Ciao. All’inizio degli anni ’80 ho vissuto con la famiglia in Saudi Arabia (Jeddah) e ci recavamo in Bahrein ogni tre mesi per il rinnovo del visto per la famiglia. Stipendio a parte, vedo che vivere in Saudi è disumano per un occidentale oggi come era allora. Per quando riguarda il Bahrein
    l’unico bel ricordo che ho si chiama Gulf Hotel dove il frigobar era ben fornito di alcolici e a bordo piscina birra a volonta’. Per tutto il resto tanti tanti auguri a te ma soprattutto a tua moglie costretta a girare con l’abaya e non solo…..ترحيبات (saluti)

  • Max

    Io,come single,ci verrei anche domani……..Sono ala disperata ricerca di un lavoro .ben retribuito.Attualmente vivo in Sud Africa,parlo bene Inglese ed anche un po’ di Spagnolo.Ho professional skills internationally accepted,but…..I am 58!!!
    Hai qualche suggerimento da darmi?
    Ho anche il c.v. in arabo….La mia mail e’ bigbear1955@libero.it
    Ti ringrazio, fin d/ora e ti auguro….all the best!!!
    MAX

  • antonio

    Dimenticavo: In precedenza sono stato 6 anni ad Istanbul ed avevo con me la mia famiglia. Di quel periodo abbiamo tutti un buon ricordo indelebile nonostante l’economia turca non fosse granchè in quegli anni (colpo di stato, pkk ecc.) tant’è che ci rechiamo spesso ad Istanbul e a Bodrum dove abbiamo molti amici ovviamente turchi.
    Oggi l’econimia turca va decisamente bene e tu che hai sangue turco nelle vene e sicuramente parli anche la lingua (anch’io parlo turco quanto basta..) avresti certamente una vita migliore e anche tua moglie…Ciao

  • stefano

    salve Jan, complimenti per la tua scelta!, non credo infatti che la situazione sia così drammatica e ti volevo chiedere se esistono reali possibilità lavorative anche se non si hanno skills qualificate,quindi parlo di manodopera generica (edilizia,ristorazione e servizi),parlo inglese,francese e un pò di spagnolo, dove si può dare un occhiata per farsi un idea?,grazie in anticipo per il tuo tempo!

  • Jan

    Ciao! Guarda siti internet non saprei, il Bahrain è veramente piccolo che molto annunci li mettono su siti arabi.. Le lingue che tu sai sono molto buone, io invierei il mio curriculum ad hotel o ristoranti a Manama! Se vuoi pivoljpywa@gmail.com ti spiego meglio, ciao!

  • Jan

    Merhaba! Guarda vivere in Saudi in un bel compound non è così male.. Conosco persone che ci vivono! Naturalmente Turchia e Bahrain sono diversi, e sapere il turco non mi ha aiutato… Ciao!

  • Jan

    Qui per lavorare sapere benissimo l inglese e una cosa che non tutti hanno.. L’età non credo sia tanto un problema, hai esperienza ed è essenziale! Per info pivoljpywa@gmail.com ciao!

  • Jan

    Ciao! Dove vivi? Suppongo non lontano dal Bahrain… Khobar magari? Già hai la testa scoperta, se non hai anche la abaya ti squadrano!! Mia moglie la mette, anche perché non le da molto fastidio.. Un minimo sforzo possiamo farlo anche noi! Cmq hai eagione.. Sono proprio due mondi diversi!

  • Anonimo

    Che strano…io vivo in Arabia Saudita e aspetto il weekend per andare in Bahrain! Strane le tue gite in Arabia Saudita dove non c’è assolutamente nulla (in particolare ad Al Khobar vicino al confine) che meriti di dedicarci anche una sola ora. Per chi vive in Arabia Saudita il Bahrain è un paradiso….

  • Jan

    Ciao! Hai ragione non c’è molto.. Ma se hai un weekend di tempo vai anche a farti un giretto più lontano :-)

  • Jan

    Scusami il ritardo nel rispondere “pivoljpywa@gmail.com” e la mia mail, contattami e ti spiego tutto con calma.. Ciao!!

  • Saudia Ksa

    si sono a Khobar. Ma scusa, forse non ho capito, ma tua moglie indossa l’abaya in Bahrain??? E per quale motivo?

  • Fede

    Grazie per questo bellissimo post. Il Bahrein, dopo aver vissuto in Indonesia, non lo avevo proprio preso in considerazione. Adesso invece me lo studio. Certo che una donna da sola farebbe molta più fatica di tua moglie, che almeno è accompagnata. Se mi trovo in situazioni ‘romantiche’ con uno del posto, mi tirano le pietre, mi arrestano?

  • Dz

    ciao! di recente mi è stato offerto un lavoro ad Al Manamah, con visto sponsorizzato; ma nel caso di un partner o di una moglie come si fa col suo visto? quello turistico dura solo pochi giorni… tu in che situazione eri? grazie

  • Gabriel

    qui e cosi e se la tua dnna ti ama accetta e punto. tu sei ilpadrone e lei la tua donna ……ha il suo fascino… credimi

  • Gabriel

    non puoi semplicemente . e qui non si scherza.

  • Gabriel

    italia al confronto e un cesso

  • Gabriel

    poi non so come facciano a venire in saudi qui il visto turistico non esiste…mi sa che ce gente che scrive perche ha le mani senza sapere nemmeno di cosa sta scrivendo..

  • Gabriel

    ma come fai non puoi andare in KSA devi avere sponsor e visto esami sangue radiografie una montagna di documenti,…..

  • Gabriel

    preparati a un a concorrenza del estremo oriente e paghe bassissime…tipo 800 1000 dollari mese …comunque un italiano non ha speranze senza skills

  • Gabriel

    di nuovo ..ma cosa vuol dire disumano????? per me e DISUMANO e’ IL CESSO ITALIA..io vivo benissimo nel Regno Saudita e si vive benissimo…e se posso in italia non ci torno mai piu.

  • Gabriel

    sei obbligata e meglio indossarla anche in bahrain

  • Gabriel

    ci sono.

  • Saudia Ksa

    Non si possono dare informazioni sbagliate. Io in bahrain ci vado tutti i week end, l’abaya non è assolutamente obbligatoria e non è per niente sconveniente non indossarla. Vivo in saudi e so perfettamente quando è obbligatrio metterla e quando non lo è.

  • Saudia Ksa

    Ho le stesse perplessità di Gabriel..

  • Manuela

    Buonasera a tutti,
    Vivo in Bahrein da due anni ormai, sono arrivata con una bimba di 3 1/2 e adesso ne ho un’Altra di 15 mesi, nata proprio qui!!
    Il Bahrein e’ un paese molto piccolo ma offre molto alle famiglie, sopratutto quelle con bambini.
    Paese molto aperto, nn ci sono restrizioni particolari, alcolici e carne di maiale si trovano facilmente in alcuni supermercati!!
    Comunità italiana piccola ma presente!!
    Un pezzo del mio cuore resterà qui il giorno in cui dovrò partire per un altro paese!!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube