Il libro di Goodbye Mamma

  • Sharebar

In questa intervista Giulio Sovran ci parla del nuovo libro di Goodbye Mamma e di tanto altro!

Goodbye Mamma è un progetto nato alcuni anni fa e dedicato al sostegno di aspiranti emigranti.

Si esprime in modo particolarmente attivo attraverso il gruppo di Goodbye Mamma su Facebook che ha superato i 5,000 iscritti.

Il libro di Goodbye Mamma è un’opera collaborativa creata da un team di Italiani e Italiane residenti all’estero ed esperti in particolari aspetti dell’emigrazione.

Vuole essere d’aiuto a tutti coloro che stanno pensando all’emigrazione e si divide in due parti.

La prima è più di carattere generale eriguarda tematiche economiche, psicologiche ed antropologiche.

Questa è utile a capire, ad esempio, a capire gli stati emotivi che accompagnano il primo anno di emigrazione. Gli alti ed i bassi e le soluzioni più comuni per gestire i momenti difficili che sicuramente verranno.

La seconda è molto più tecnica e dedicata a temi specifici come i problemi di lingua; l’Erasmus; il lavoro; gli aiuti all’estero; il clima; l’emigrazione per la terza età.

Oltre a parlarci del libro, Giulio ha anche condiviso la sua esperienza all’estero.

Innanzitutto parlando della Svizzera dove lui risiede e dei requisiti che bisogna soddisfare per presentarsi competitivi sul mercato del lavoro elvetico, soprattutto quello di lingua tedesca.

In secondo luogo la sua esperienza di architetto in Svizzera e di come bisogna presentarsi ai potenziali datori di lavoro. Non spedire CV alla cieca bensì presentarsi, cercare di instaurare un dialogo e capire come le proprie esperienze e potenzialità possano essere utili alle aziende svizzere.

La professione di architetto è molto richiesta in Svizzera a fronte di un numero insufficiente di architetti svizzeri. Ne consegue una grande concorrenza da parte di architetti stranieri che ambiscono a lavorare soprattutto nella Svizzera tedesca. Rimane fondamentale la conoscenza della lingua che avvantaggia ovviamente i tedeschi.

Per gli architetti Giulio consiglia innanzitutto di consultare Swiss Architects per iniziare a capire il mercato emuoversi dall’Italia ma la presenza fisica in Svizzera aiuta moltissimo a sviluppare i contatti.

Giulio ha poi anche fondato Expaway, azienda di recruiting a Berlino con un forte focus sul settore startup. Ci spiega quali sono i vostri concorrenti di lavoro per l’agognato posto di lavoro nell’Europa unita.

Goodbye Mamma

Goodbye Mamma

Commenta su Facebook

commenti






x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube