Serve un po’ di spirito di sopravvivenza in Finlandia

  • Sharebar

Daniele Martinelli è andato a studiare in Finlandia, ci è rimasto ma non esclude di tornare in Italia quando la giusta opportunità si presenterà.

Dopo gli studi al Politecnico di Torino sei partito subito per la Finlandia. Perché non rimanere in Italia?

In realtà ho frequentato l’ultimo anno accademico presso la Aalto University qui a Helsinki, quindi ero già ambientato appieno con il nord. Sono tornato in Finlandia dopo 5 mesi (necessari per scrivere e discutere la tesi) perché il mio datore di lavoro mi aveva offerto di tornare per continuare a lavorare per loro.


Come hai trovato il primo posto di lavoro?

Tramite ad una mia compagna di corso ed un mio docente (attuale mio capo). Frequentando lo stesso corso è stato facile chiedere per un tirocinio. La loro offerta è stata invece (con mio stupore) un lavoro part-time presso il loro studio per i rimanenti 5 mesi di permanenza in Finlandia con l’Erasmus. Alla fine dei 5 mesi, mi è stato chiesto di tornare dopo la laurea ed eccomi qui.

Con che lingua lavori? Che conoscenza del finlandese avevi prima di arrivare definitivamente?

Lavoro in inglese, non conoscevo il finlandese. Ora ho iniziato a studiarlo, ma è una lingua molto ostica. Ho la grande fortuna di potermela cavare con l’inglese, ma è logico che nel mio campo il finlandese sarebbe un grande vantaggio.

Quanti compagni di università lavorano in Italia e quanti all’estero?

Diciamo che siamo pochi pochi, non più di 2 o 3 su una cinquantina che eravamo agli ultimi anni (quindi intorno al 5% direi).

L’Italia ha perso un ingegnere civile per sempre o tornerai un giorno?

Sicuramente tornerò, in realtà sto progettando il mio eventuale rientro in patria, se riesco a trovare quello che cerco.

L’ambiente lavorativo è molto stimolante ma purtroppo la vita in Finlandia da solo è un po’ pesante, serve un po’ di spirito di sopravvivenza! Ma è sicuramente un’esperienza da fare.

Sei soddisfatto dei tuoi primi anni in Finlandia? Perché?

Sono molto soddisfatto perché ho trovato l’impiego perfetto per me, perché i servizi sono ottimi e perché sono stato accolto dai colleghi a braccia aperte nonostante il problema della lingua.

Grazie Daniele e buon proseguimento!

Finlandia su Italiansinfuga

Finlandia su Italiansinfuga

Commenta su Facebook

commenti





  • Riccardo

    grazie daniele, intervista interessante. mi piacerebbe sapere quali sono secondo te i lati negativi del vivere in finlandia (oltre al buio e il freddo). dici che la vita in finlandia è un po’ pesante ma poi non approfondisci il discorso.

    un saluto dalla francia!

  • SuoMAI

    Ce ne sono almeno 20 di lati negativi….

    (I primi due li hai detti tu)

    1 – Buio (tanto)
    2 – Freddo (tanto, ma tanto tanto eh!)
    3 – Gente ubriaca tutti i week-end
    4 – Impossibilità di divertirsi senza alcol
    5 – Cibo di pessima qualità e supercaro
    6 – Obesità diffusa
    7 – Tantissima gente in cura per depressione e esaurimento nervoso
    8 – A migliaia muiono di tumore e cancro (a causa delle 5 cose elencate sopra)
    9 – Mezzi pubblici costosissimi
    10 – Nessuno stile architettonico; molte città costituite da palazzoni sovietici o prefabbricati o case-bunker che sono sexy come un tassametro
    11 – Ghiaccio per strada per molti mesi; rischio di scivolare ogni momento
    12 – Sbalzi di temperatura assurdi tra luoghi chiusi (+24 gradi) e l’esterno (-24 gradi)
    13 – Nessun interesse per arte, cultura e letteratura; gente ignorante in genere (sanno parlare inglese e usare il computer, ma poi? niente più)
    14 – Lontananza dal resto d’Europa; voli molto cari per andare ovunque
    15 – Difficilissimo trovare affitti; vogliono super-garanzie
    16 – Burocrazia troppo rompiscatole per gli stranieri: necessità di mostrare documenti e passaporti ad ogni pisciatina (e a volte non basta nemmeno), al limite del ridicolo
    17 – (Dal punto sopra) nessuna fiducia nei rapporti interpersonali, specie se con stranieri (società zombificata)
    18 – Finlandesi poco inclini alle fatiche del lavoro (c’è uno stato che può mantenerli anche se non vogliono far nulla)
    19 – Lingua impossibile (ugro-finnica…nulla in comune con le lingue europee). Circa 20 anni per impararla, minimo
    20 – Razzismo, bigotteria e chiusura mentale; paese decisamente arretrato rispetto a Danimarca, Svezia, Norvegia e Islanda (residui della mentalità russa)

  • Paola

    1. Buio, beh in prossimitá del circolo polare artico che ti aspetti se spiagge di copacabana?
    2. Freddo: vedi sopra
    3. Gente ubriaca? dipende da chi frequenti i miei amici (finlandesi) non sono ubriachi il weekend
    4. vedi sopra ci divertiamo anche senza alcool
    5. Il cibo in scatola fa cagare anche in Italia dipende quello che compri e se lo sai cucinare
    6. Obesitá e qui si ricade sulla genetica, forse non sai che nella razza umana ci sono diverse sottospecie a cui é legata un’univoca caratteristica genetica
    7. depressione, almeno in Finlandia se ne parla senza farne un tabu
    8. Lo vogliamo chiedere ai Tarantini quanti muoiono di tumore? O forse lo vuoi chiedere a mia madre (in Italia malata terminale di cancro; oh mio nonno pure é morto di cancro in Italia)
    9. il costo é relativo alle prestazioni, qui anche durante la tempesta di neve i treni arrivano puntuali
    10 Nessuno stile architettonico? Ma sei mai stato in centro??? Non mi pare Ah ti ricordo che Helsinki é la capitale del design!!
    11. Ghiaccio in strada? mai scivolata in 10 anni!!
    12. almeno a casa si sta al caldo!!
    13. Nessun interesse per l’arte??? Ma se musei e gallerie e opera sono di solito stracolmi!! Mi sa che non sei mai stato ad una di queste manifestazioni
    14.Lontananza dal resto d’Europa??? Ma se il volo per Roma mi costa in genere 240 euro con la Finnair (la piu costosa)
    15. certo che se vai a cercare un’affitto senza avere un minimo di lavoro, mi pare difficile trovarlo, insomma devo sapere se mi pagherai l’affitto o meno, questo in ogni Paese che vai
    16. si che la burcrazia italiana invece fa miracoli!!!
    17.rapporti interpersonali magari devi guadagnarteli, ma una volta che hai un’amico ce l’hai per sempre “kaveria ei jätetä” (gli amici non si lasciano da soli)
    18. I finlandesi lavorano anche allo spurgo delle fognature (amici miei), gli italiani manco col c…o
    19. ho imparato il finlandese in 3 anni, certo volere é potere, ma se non si vuole…..
    20. mai nessuno mi ha trattato diversamente perche non finlandese, beh ora ho ottenuto la cittadinanza…

  • Riccardo

    mi spiace che la mia domanda ingenua abbia scatenato la solita polemica tra detrattori e difensori del paese in questione. mi sembra che in questo sito questo fenomeno manicheo si verifichi abbastanza spesso : australia, nuova zelanda, stati uniti, lituania etc… tuttavia da tutto cio’ si puo’ trarre una morale importante : tutti i paesi hanno pregi e difetti, che spesso dipendono dall’occhio con cui li si guarda. detto in altre parole, tutto il mondo è paese.

  • Francesco De Vita

    Avendo vissuto in finlandia in maniera continuativa, dal 1986 al 2009, e avendone viste di cotte e di crude (dalla crisi dei primi anni novanta, al boom economico successivo, fino alla crisi del 2009) posso sostanzialmente dare ragione a Suomai, eccetto forse alcune cose…

    1) e 2) Sì, buio e freddo sono davvero un problema. Non a breve termine, ma dopo tanti anni lo diventano. Vivere in finlandia 2, 3 o 4 anni non significa quasi nulla. Dopo 20, posso garantire che la pesantezza si sente. Soprattutto a Marzo, quando arriva il peggio e si sta ancora parecchi gradi sotto zero, mentre sai che a Barcellona e nel resto d’Europa è già quasi primavera…

    3) e 4) E’ soggettivo, gli ubriachi esistono in tutte le società. Ma non si può negare che il venerdì sera i più si ammazzanno di alcol come in poche altre parti del mondo….

    Cibo: sì, non c’è una gran scelta, ma comunque ce la si può cavare….. di sicuro ho sempre evitato le specialità finlandesi….

    Obesità: VERO. inutile negarlo, i finlandesi sono tra i più grassi d’Europa….sono le statistiche a dirlo. Causato dal loro stile di vita malsano. Credo che solo gli ungheresi e i greci abbiano un tasso di obesità magiore in Europa

    Depressione: Vero. Diffusissima ad ogni livello sociale. Non è un tabù, ok, ma la vena depressiva che afflige la mentalità finlandese non si può negare. Anche qui, non è una cosa di cui ti accorgi i primi mesi o i primi anni. Ma dopo decenni, sì.

    Tumori: non lo so se più o meno che in Italia, siccome non ci ho vissuto. Ma sì, sono comunque tantissimi casi di cui ho sentito. Credo che sia anche qui a causa dello stile di vita malsano che fanno. Molti non arrivano ai 60 anni perchè stroncati da qualche malattia prima….

    Burocrazia e razzismo: sì, burocrazia snervante all’inizio, ma anche quando prendi la cittadinanza non è che cambia. Negli uffici molto spesso gente svogliata e impreparata che comunque, anche se hai la cittadinanza finlandese, ti può trattare differentemente a seconda di quanto è scura la tua pelle….

    Lavoro: a parte la disoccupazione, che è stata altissima per tanti anni e non è stata più riassorbita, ed è ancora tutto sommato piuttosto alta, all’8 per cento….

    Sì, che molti finlandesi si adagiano è la verità. molti preferiscono prendere il sussidio e stare a casa piuttosto che trasferirsi e cercare lavoro. Succede soprattutto nelle città del Nord, meno a Helsinki. E’ vero che ci sono molti finlandesi che fanno lavori tecnici che gli italiani forse non farebbero, ma è anche vero che il mercato finlandese non offre poi chissà quanti altri tipi di lavoro…..quindi o fai quello, o fai qualcosa nel campo dell’informatica o dell’ingegneria, o non c’è molto altro (niente call-center, niente salumerie, pochi posti come guide turistiche rispetto all’Italia e così via)

    Comunque credo per un finlandese che lavora sodo ce ne sono almeno 2 che fanno lavori molto leggeri e si lamentano di quanto siano duri….

    Adesso vivo nel Sud Est asiatico, e sinceramente sto molto meglio…e sì, posso dire che vivere a un passo dalle spiagge, dopo tanti anni di buio e freddo, la qualità della vita te l’aumenta eccome….

  • Esse

    Vivo da 3 anni nella aerea tedesca dell´europa e sinceramente piu´leggo articoli sul nord europa meno sono sopreso di leggere le cose che leggo. Alcolismo, relazioni sociali che si sono”diverse”. Láccoglienza e´buona ma alla fin fine si vive spesso un amicizia che non sara´mai all 100% come la conosco..eccezioni ci sono ma perche´non diciamo le cose come stanno? Sicuramente trovi qualcuno ma non e´facile! Se cé´qualche persona che non si ubriaca ma se la maggior parte si ubriaca e´giusto dirlo. A ME NON INTERESSA se un 5-10% non si ubriaca, io sono una persona che vuole vivere una societa´e una societa´non si descrive sceglegliendo un campione del 5-10% che e´diverso dalla societá standard.

  • Scorbuto

    1. Buio, beh in prossimitá del circolo polare artico che ti aspetti se spiagge di copacabana?

    MA ANCHE SI’. L’ASSENZA DI LUCE CREA DEPRESSIONE. E’ LA SCIENZA CHE LO DICE, MICA CACAO MERAVIGLIAO

    2. Freddo: vedi sopra

    A NESSUNO PIACE AVERE UN CALIPPO IN MEZZO ALLE GAMBE O UN TAPEX SURGELATO IN QU.LO PER OTTO MESI L’ANNO. COMUNQUE, CONTENTA TU, CONTENTA GLI SLIP….

    3. Gente ubriaca? dipende da chi frequenti i miei amici (finlandesi) non sono ubriachi il weekend

    “I MIEI AMICI”…E QUESTO TI SEMBRA UN PARERE OGGETTIVO?

    EVIDENTEMENTE SI UBRIACANO A TUA INSAPUTA…

    4. vedi sopra ci divertiamo anche senza alcool

    E MAGARI SENZA DI TE SI DIVERTONO ANCHE DI PIU’! :)

    5. Il cibo in scatola fa cagare anche in Italia dipende quello che compri e se lo sai cucinare

    EH GIA, TU HAI GLI AMICI TUTTI CHEF CHE CUCINANO PER TE TUTTI I GIORNI!

    6. Obesitá e qui si ricade sulla genetica, forse non sai che nella razza umana ci sono diverse sottospecie a cui é legata un’univoca caratteristica genetica

    MA QUALE GENETICA E SOTTOSPACCI! ORA LA STAI FACENDO PALLOCCOLOSA. BASTA CHE TI GUARDI IN GIRO (SEI SEI VERAMENTE LI) E POI CI RACCONTI QUANTI NON-CICCIONI HAI INCONTRATO

    7. depressione, almeno in Finlandia se ne parla senza farne un tabu

    EH GIA’! LA SOLUZIONE ALLA DEPRESSIONE E’… PARLARE DELLA DEPRESSIONE!!!! HAHAHA! IO PREFERISCO ESSERE FELICE. AL SOLE! SORRY!

    8. Lo vogliamo chiedere ai Tarantini quanti muoiono di tumore? O forse lo vuoi chiedere a mia madre (in Italia malata terminale di cancro; oh mio nonno pure é morto di cancro in Italia)

    OH GIA, COME SE TUTTI GLI ITALIANI VIVESSERO A TARANTO!
    CHIEDIGLIELO TU! A ME NON ME NE FREGA NIENTE, PERCHE TANTO NON CI VIVO :) COSI’ COME NESSUN ITALIANO CI VIVE, ECCENTO I QUENTIN LOCALI.

    IL TUO PARAGONE FA ACQUA (ANZI, GHIACCIO)

    9. il costo é relativo alle prestazioni, qui anche durante la tempesta di neve i treni arrivano puntuali
    E CI CREDO….CON QUELLO CHE COSTANO, FALLI PURE ESSERE IN RITARDO.

    MA TANTO ANCHE SE FOSSERO IN RITARDO, TU DIRESTI “MEGLIO DI QUELLI ITALIANI COMUNQUE!”

    CLEVER.

    10 Nessuno stile architettonico? Ma sei mai stato in centro??? Non mi pare Ah ti ricordo che Helsinki é la capitale del design!!

    TUTTI TITOLETTI INUTILI. OGNI ANNO NE ESCE UNA NUOVA Di QUESTE SCEMATE…YEREVAN CAPITALE DELLE PATATE FRITTE, PYONGYANG CAPITALE DELL’ARIA ZUCCHERATA…. TUTTI SPECCHIETTI PER LE ALLODOLE. VAI, CREDICI!

    A NEW YORK O PARIGI SE TE NE ESCI CON “HELSINKI E’ LA CAPITALE MONDIALE DEL DESIGN!!”, PROBABILMENTE TI RINCHIUDONO IN OSPEDALE PSICHIATRICO.

    PER SEMPRE.

    11. Ghiaccio in strada? mai scivolata in 10 anni!!

    EVIDENTEMENTE NON ESCI MAI DI CASA :(

    12. almeno a casa si sta al caldo!!
    EHEHE QUESTA E’ LA CONFERMA CHE STAI MURATA VIVA…

    13. Nessun interesse per l’arte??? Ma se musei e gallerie e opera sono di solito stracolmi!! Mi sa che non sei mai stato ad una di queste manifestazioni
    E TI CREDO, SONO DUE IN CROCE! FALLI PURE ESSERE VUOTI…

    14.Lontananza dal resto d’Europa??? Ma se il volo per Roma mi costa in genere 240 euro con la Finnair (la piu costosa)

    240 EURO? HAHAHA! IO CI VOLO 20 VOLTE CON 240 EURO…RYANAIR, NON FINNEXPENSIVEAIR

    15. certo che se vai a cercare un’affitto senza avere un minimo di lavoro, mi pare difficile trovarlo, insomma devo sapere se mi pagherai l’affitto o meno, questo in ogni Paese che vai

    QUINDI SECONDO TE I SENZA LAVORO DEVONO NECESSARIAMENTE RIMANERE SENZA TETTO? BELLA MENTALITA DEMOCRATICA CHE HAI, EH!!!

    16. si che la burcrazia italiana invece fa miracoli!!!

    SE RIESCE A FAR MIRACOLI SICURAMENTE NON E’ GRAZIE A TE

    17.rapporti interpersonali magari devi guadagnarteli, ma una volta che hai un’amico ce l’hai per sempre “kaveria ei jätetä” (gli amici non si lasciano da soli)

    E CERTO, SE LO PAGHI PER SEMPRE, L’AMICO/A RIMANE PER SEMPRE :) – CI SIAMO CAPITI!

    18. I finlandesi lavorano anche allo spurgo delle fognature (amici miei), gli italiani manco col c…o

    E CHE ALTRO LAVORO VORREBERO FARE, A -20 IN UN PAESE ISOLATO, CON POCHE INDUSTRIE E DALL’ECONOMIA DEBOLE, SENTIAMO?

    19. ho imparato il finlandese in 3 anni, certo volere é potere, ma se non si vuole…..

    A ME LO HANNO INSEGNATO I MIEI AMICI! IN 3 MESI! TIE’! :)

    20. mai nessuno mi ha trattato diversamente perche non finlandese, beh ora ho ottenuto la cittadinanza…
    NON TI E’ MAI SUCCESSO PERCHE MAGARI TI ACCADE IL CONTRARIO DEL CIBO IN SCATOLA….NON TI SI CACANO! :)

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1567193069 Carlo Capitanio

    Ragazzi guardate che non è mai facile andare a lavorare e vivere in un paese diverso dal nostro , io viaggio dal 1995 in giro per africa , europa e america , dico che ci sono posti e posti , io più passo il tempo e piu adoro il mio paese cioe il mio comune e la mia nazione italiana .. logicamente togliendo tutto il resto delle ragioni che ci spingono fuori!!!!!! pero io ho la fortuna che mi muovo per conto dell ‘azienda e quindi vivo parzialmente in altri paesi . I popoli nordici non sono cattiv ma una forma di razzismo c’è sempre specie se molti sanno che sei li per un certo periodo e poi te ne vai eprche con tutto il rispetto e con tutti i difetti l’italia è bellissima da nord a sud.
    Purtroppo ripeto se potessi scegliere starei sempre a casa mia ma questo non si puo fare anche perche credo che molti di voi sono emigrati per trovare i propri spazi ed è giusto cosi.
    vi dico solo una cosa non mollare e se vedi che non va .. un posto a casa vostra ci sta sempre .
    saluti dalla norvegia

  • dan

    Io più giro e viaggio e più sono convinto che in Italia non ci metto più piede:-) , soprattutto per la gente..perfino in un sito di scambio opinioni si vedono cose che lasciando cadere le braccia..
    Per il clima e paesaggio poco da dire, ma per la gente mille volte meglio gli scandinavi, per me..ciao


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube