Serve un po’ di spirito di sopravvivenza in Finlandia

World Nomads Assicurazione Viaggi

Daniele Martinelli è andato a studiare in Finlandia, ci è rimasto ma non esclude di tornare in Italia quando la giusta opportunità si presenterà.

Dopo gli studi al Politecnico di Torino sei partito subito per la Finlandia. Perché non rimanere in Italia?

In realtà ho frequentato l’ultimo anno accademico presso la Aalto University qui a Helsinki, quindi ero già ambientato appieno con il nord. Sono tornato in Finlandia dopo 5 mesi (necessari per scrivere e discutere la tesi) perché il mio datore di lavoro mi aveva offerto di tornare per continuare a lavorare per loro.


Come hai trovato il primo posto di lavoro?

Tramite ad una mia compagna di corso ed un mio docente (attuale mio capo). Frequentando lo stesso corso è stato facile chiedere per un tirocinio. La loro offerta è stata invece (con mio stupore) un lavoro part-time presso il loro studio per i rimanenti 5 mesi di permanenza in Finlandia con l’Erasmus. Alla fine dei 5 mesi, mi è stato chiesto di tornare dopo la laurea ed eccomi qui.

Con che lingua lavori? Che conoscenza del finlandese avevi prima di arrivare definitivamente?

Lavoro in inglese, non conoscevo il finlandese. Ora ho iniziato a studiarlo, ma è una lingua molto ostica. Ho la grande fortuna di potermela cavare con l’inglese, ma è logico che nel mio campo il finlandese sarebbe un grande vantaggio.

Quanti compagni di università lavorano in Italia e quanti all’estero?

Diciamo che siamo pochi pochi, non più di 2 o 3 su una cinquantina che eravamo agli ultimi anni (quindi intorno al 5% direi).

L’Italia ha perso un ingegnere civile per sempre o tornerai un giorno?

Sicuramente tornerò, in realtà sto progettando il mio eventuale rientro in patria, se riesco a trovare quello che cerco.

L’ambiente lavorativo è molto stimolante ma purtroppo la vita in Finlandia da solo è un po’ pesante, serve un po’ di spirito di sopravvivenza! Ma è sicuramente un’esperienza da fare.

Sei soddisfatto dei tuoi primi anni in Finlandia? Perché?

Sono molto soddisfatto perché ho trovato l’impiego perfetto per me, perché i servizi sono ottimi e perché sono stato accolto dai colleghi a braccia aperte nonostante il problema della lingua.

Grazie Daniele e buon proseguimento!

Finlandia su Italiansinfuga

Finlandia su Italiansinfuga

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta