L’aeroporto di Stansted è una fonte inesauribile di lavoro

World Nomads Assicurazione Viaggi

Donatella ci racconta di come abbia lasciato la Sicilia per ‘atterrare’ a Stansted, uno degli aeroporti principali di Londra.

Sono “scappata” dalla Sicilia perché la situazione lavoro era diventata abbastanza pesante. A parte una piccola esperienza di tirocinio presso l’aeroporto di Catania non ho mai trovato, nè in Sicilia nè in altre regioni italiane, niente di inerente alla mia laurea (lingue straniere). Quindi per questioni economiche ho lavorato per qualche mese in un supermercato.

Poi finalmente si è presentata l’occasione a Bishop Stortford, il mio ragazzo è stato preso come assistente di volo Ryanair con base a Stansted.

Anche io ho fatto il colloquio ma sono stata subito scartata per via di un tatuaggio visibile! E quindi siamo partiti per la perfida Albione.

Appena arrivata in UK, anche se confusa e abbastanza spaesata, mi sono subito diretta nelle agenzie di collocamento. Però devo dire che presentarsi di persona e portare a mano un curriculum cartaceo è il miglior metodo.

Anche se per molte compagnie l’Iter prevede solo l’application on line, vedi ad esempio Sainsbury’s.

Per me però è stato un po’ diverso, ho avuto un po’ di fortuna, right place right time.

Circa due settimane dopo il mio arrivo un edificio presso l’aeroporto di Stansted, l’Enterprise House, ha organizzato una fiera del lavoro.

L’entrata era libera e ogni persona aveva la possibilità di fare uno o più colloqui con i responsabili HR di molti negozi, imprese commerciali, catene alberghiere, e brand che lavorano all’interno dell’aeroporto o in zone limitrofe.

Per me in seguito c’è stato anche un secondo step, perché avvedo passato questo primo screening ho avuto la possibilità di fare un altro colloquio più approfondito. E in seguito mi hanno scelta.

Per chi come me vuole trasferirsi in UK ho solo dei consigli che possono sembrare banali e ovvi ma che in realtà non lo sono: non dare per scontato la conoscenza della lingua (dove sto io se non parli inglese non puoi fare nemmeno il cameriere); avere dei soldi messi da parte; sarebbe ottimo anche una buona compagnia, ci si fa forza entrambi. E poi tanta pazienza e buona volontà.

I sito della agenzie di collocamento si trovano a centinaia sul web ma sinceramente nn me la sento tanto di consigliarle, preferisco il “fai da te”.

Però posto l’utilissimo sito legato all’Enterprise House:

www.stanstedacademy.co.uk

E comunque penso davvero che l’aeroporto sia una fonte inesauribile di lavoro.

A breve ci saranno le selezioni per Easyjet, penso a Dicembre, sempre per personale di bordo, in più di un aeroporto londinese, www.easyjet.com, e di un’altra piccola compagnia di voli charter la Titan, www.titan-airways.com, e comunque anche Ryanair è in continua espansione, fa assessment day di continuo, www.ryanair.com.

Consiglio anche il sito www.terravision.eu, che organizza i collegamenti tra i vari aeroporti e le maggiori città inglesi, a Stansted ci lavorano tantissimi italiani.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta