SCRIVERE IL CV IN INGLESE

La crisi in Europa (ed in Italia) ha colpito i….

  • Sharebar

In tanti mi dicono che la maggior parte degli articoli pubblicati su Italiansinfuga è mirata ai più giovani e mi chiedono il perché.

La realtà è che, con il passare del tempo, la crisi economica che sta spingendo tanti Italiani a pensare all’estero come possibile destinazione ha colpito in modo particolare i giovani.

Volendo evitare di usare stereotipi, sono andato a cercare statistiche che possano essere un punto di inizio per qualsasi discussione al riguardo.

Grazie alle statistiche fornite da Eurostat, ho analizzato il numero di lavoratori prima (2007) e dopo (2011, ultime cifre disponibili nel database di riferimento) l’inizio della crisi economica.

I numeri dicono che i giovani sono quelli che stanno soffrendo di più la crisi (scoperta dell’acqua calda).

Coloro che hanno più di 55 anni, invece, stanno meglio (mediamente e occupazionalmente parlando) oggi rispetto al 2007.

Ovviamente ci sono anche coloro che ad una certa età hanno perso il lavoro, faticano (di più) a trovarne un altro e queste statistiche non aiutano a mettere il cibo in tavola.

Tutto ciò è valido in linea di massima in tutta Europa ma è molto più marcato in Italia e nelle nazioni più colpite dalla crisi.

Il numero di lavoratori italiani tra i 15 ed i 24 anni è diminuito di quasi 1.200.000 unità in 4 anni. 

Questo, in termini assoluti, è il secondo declino in Europa, dietro alla Spagna mentre in termini percentuali (-16%) si piazza al sesto posto in Europa (dietro a Irlanda, Spagna, Grecia, Bulgaria e Croazia).

Al contrario, il numero di lavoratori italiani con oltre 55 anni è cresciuto di 460 mila unità in 4 anni(+17%).

Fattori demografici contribuiscono a queste cifre ma non le spiegano totalmente come testimonia il tasso di occupazione.

Come categoria, coloro che hanno tra i 55 ed i 65 anni hanno visto il proprio tasso di occupazione crescere dal 33,8% al 37,9%, uno degli aumenti più alti in Europa.

I giovani tra i 15 ed i 24 anni invece hanno visto il proprio tasso di occupazione scendere dal 24,7% nel 2007 al 19,4% nel 2011.

La seguente tabella riporta la differenza nel numero di lavoratori per le due fasce di età tra gli anni 2007 e  2011.

Nazione Differenza 2011-2007 per 15-24 anni Differenza 2011-2007 per 55+ anni
Spagna -2331 148
Italia -1180 460
Francia -388 641
Grecia -333 -19
Irlanda -278 3
Portogallo -259 -64
Regno Unito -247 228
Bulgaria -214 4
Romania -198 -23
Repubblica Ceca -187 59
Ungheria -160 96
Paesi Bassi -157 191
Slovacchia -109 86
Danimarca -88 12
Croazia -81 65
Lituania -80 -6
Lettonia -64 -33
Slovenia -38 -1
Estonia -23 2
Finlandia -18 52
Islanda -7 2
Cipro -6 5
Belgio 1 104
Malta 4 4
Lussemburgo 5 8
Austria 7 62
Svezia 14 23
Norvegia 18 47
Polonia 62 660
Svizzera 80 75
Germania 384 1368
Turchia 991 596

Cosa ne pensate?

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Benny

    Ciao Aldo, è possibile avere il dettaglio dei settori/occupazioni maggiormente colpiti?

  • http://www.smetteredilavorare.it/ Cambiare Vita

    Impressionante, veramente!

  • dario

    Aldo ciao.
    Per un papà single 47 con 2 figli maggiorenni che prospettive? Dove andare? Noi eravamo orientati per la California essendo i 2 ragazzi in procinto di laurearsi in ingegnieria informatica. Io sono Elettrotecnico. Noi voliamo andarcene perchè proprio non crediamo più nell’Europa.

  • http://www.facebook.com/alessandro.stonehenge Alessandro Stonehenge

    é giusto provare sulla propria pelle io sono stato in australia e dopo un anno amo vivere in europa e non la cambierei per niente al mondo

  • mrkrab

    ciao, io seguo molto questi argomenti in vari siti e canali perchè anch’io dovrò emigrare in cerca di lavoro. NON ANDARE IN CALIFORNIA. E’ sull’orlo del baratro, specialmente il sud. Se comprendi l’inglese cerca canali tematici su YouTube sulla crisi in Californai… Faresti la fame.

  • dario

    grazie a mrkrab e Alessandro. Ma che posso fare ? Anche il Canada non mi dispiacerebbe. Il problema sono sempre gli agganci. Se non conosci nessuno sei morto. Alessandro ma vedi che il parlamento Europeo stà affondando ogni giorno che passa? la credibiiltà sta rasendando il fondo.

  • Silh

    Anche io e mio marito vorremmo andarcene dall’Italia. Vedo che siamo veramente in tanti. Ma dove andare? Leggo che in USA e Canada è difficilissimo riuscire ad ottenere i permessi… e poi.. che prospettive ci sono per i 40enni come noi? Finché sei giovane un lavoro magari riesci a trovarlo. Ma chi non è piu’ un teenager?

  • Fede

    Non puoi paragonare la tua situazione a quella di un ragazzo sotto i 30 anni che se ne è andato in Australia col visto VACANZA – lavoro. Per gente sopra i 30, ottenere un visto di lavoro è più difficile, ma cmq possibile. Lascia perdere gli agganci, in Australia la meritocrazia funziona sul serio (ci ho vissuto 15 anni … e ci sto tornando… anch’io non avrei cambiato l’Europa … prima del 2008) e se il tuo lavoro lo sai fare e mastichi l’inglese decentemente non hai bisogno di fare il ‘raccomandato’. Buona fortuna e PARTI SUBITOO!!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube