Il Western Australia ha bisogno di lavoratori stranieri

  • Sharebar

Una ricerca universitaria conferma la tesi della aziende che servono più lavoratori stranieri nel Western Australia.

Secondo un articolo pubblicato da WAtoday, gli Australiani che vivono sulla costa orientale sono restii a trasferirsi ad ovest e le università non stanno preparando in modo adeguato gli studenti.

Molte aziende operanti nel settore delle materie prime spendono una cifra che va dai 7.000 ai 65.000 dollari per ‘importare’ un lavoratore straniero tramite un visto 457 perché non sono in grado di attirare lavoratori australiani residenti ad est.

Lo studio da parte della Edith Cowan University, finanziato dalla AMMA (l’associazione delle aziende operanti nel settore delle materie prime), rivela che gli incentivi governativi per attirare lavoratori australiani della costa est non sono sufficienti, costringendo così le aziende ad assumere altrove.

Lo studio ha posto particolare attenzione sull’uso del visto 457 da parte di aziende e selezionatori nel settore minerario.

La ricercatrice Susanne Bahn dice che i lavoratori Australiani considerano il trasloco verso il Western Australia alla stregua di un trasferimento oltreoceano e le iniziative governative non bastano a convincerli.

La dottoressa Bahn ha detto “con una lacuna di lavoratori australiani, alle aziende minerarie non resta che cercare manodopera specializzata all’estero. Le aziende sostengono che i lavoratori australiani non vogliono andare a vivere in Western Australia. I motivi principali sono legati alla separazione dalla famiglia ed amici; la pratica lavorativa del ‘fly-in, fly-out’; la mancanza di infrastruttura relativa alla socializzazione; la mancanza di sistemazione a prezzo ragionevole e l’alto costo della vita”.

La dottoressa Bahn ha anche rilevato che le aziende a volte richiedono personale altamente specializzato che abbia ricevuto addestramento non disponibile in Australia. In questo modo gli immigrati sono in grado di aiutare la manodopera australiana ed i neo-laureati durante l’ingresso sul mondo del lavoro, “le aziende minerarie vogliono neo-laureati che siano in grado di iniziare a lavorare con slancio, ad esempio dando loro la responsabilità di gestire macchinari del valore di milioni di dollari. In realtà esiste una lacuna di laureati pronti ad entrare nel mondo del lavoro in modo proficuo. Le istituzioni accademiche devono ristrutturare i corsi relativi al settore minerario in modo da includere più stage lavorativi durante la durata del corso stesso.”

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • gio

    Ciao Aldo ti voglio fare una domanda
    Sono stato sempre interessato al settore minerario/estrattivo e l’idea del fly-in fly-out non mi preoccupa più di tanto (mi preoccuperei di più di vivere tra le mura di una metropoli). Ho una conoscenza dell’inglese spero decente (capisco quello che sento e quello che leggo ma a volte mi “mancano le parole” per esprimermi appieno, stò scrivendo la tesi in inglese ma non riesco a farlo correttamente senza controllare il vocabolario) e dovrei laurearmi a breve e in corso in ing. civile. L’esperienza lavorativa c’è ma non in quel settore (lavori durante l’università e qualcosa prima) e difficile da certificare.
    Volendo contattare aziende in quel settore come ti muoveresti se fossi al mio posto?
    Grazie

  • maurizio angelone

    Ma qui si parla di industria mineraria!!! e grazie!!

    andateci voi a lavorare in miniera…!

    a chi fosse interessato ce ne sono anche in sardegna! dove la qualità e il costo della vita hanno decisamente un prezzo più basso di quello australiano…

  • Vincenzo

    guarda che c’e’ anche tutto l’indotto, non devi per forza lavorare in miniera, s si hanno altre qualifiche e soprattutto esperienza il lavoro c’e’ anche in altri campi

  • Adrians

    E’ possibile lavorare nel campo della fgrafica pubblicitaria o della animazione digitale?

  • http://twitter.com/bubuschon elisabetta bubola

    sono una 49 enne, ottimo inglese per permanenza in USA, ma non so nulla do industria mineraria. Vorrei davvero lavorare in Australia, da qualsiasi parte..

  • http://twitter.com/bubuschon elisabetta bubola

    ciao vincenzo, è la prima volta che scrivo e non so se puoi aiutarmi- tu sei in Australi?

  • Giancarlo

    Ho 46 anni , posso lavorare in Australia come Truck Driver visto la mia ventennale esperienza ?

  • max

    sto vedendo a breve di cercarmi lavoro nel queensland mi arrangio da solo im painter commerce cars and motorcycles and crashing for spare parts for exporting

  • riccardo

    ciao sono riccardo ho 19 anni vorrei tanto lavorare in australia mi sto diplomando per diventare perito meccanico so usare quasi tutti i programmi di progettazione parlo un buon inglese e ho gia avuto esperienze lavorative sono disposto anche a lunghi periodi di permanenza.
    mi arrangio facilmente e me la cavo anche in altri campi lavorativi mi piacerebbe fare qualsiasi cosa

  • Fabrizio russo

    Ciao io faccio il carrozziere auto e moto da 20 anni conosco benissimo computer e programmi quali Excel word programmi gestione carrozzeria vari attestati da verniciatore specializzato attestato per uso orbò dry per verniciatura che possibilità ci sono in Australia per il mio lavoro?mia moglie e estetista specializzata anche lei con tanto di attestao di anni 3

  • http://www.facebook.com/people/Alex-Libertyfighter/695833370 Alex Libertyfighter

    Ingegnere elettronico e softwarista. Io ci vado volentieri in Western Australia, se qualcuno cerca softwaristi.

  • Zula

    Sul sito australiano governativo gli ing, Eletrronici dice che li cercano

  • giuseppe

    cercano falegnami, in quella parte dell’australia


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube