Ultimissime sulla disoccupazione in Spagna

  • Sharebar

L’Instituto Nacional de Estadística (INE) ha pubblicato gli ultimi dati sulla disoccupazione in Spagna.

L’occupazione durante il terzo trimestre del 2012 in Spagna ha registrato un declino di 96.900 persone raggiungendo un livello di occupazione pari a 17.320.300 persone.

La variazione nel tasso di occupazione corrisponde quindi al -0,56%.

Il declino risulta essere minore del calo registrato durante il terzo trimestre 2011 (-146.800) ma è superiore alle cifre relative al 2008, 2009 e 2010.

Il calo ha colpito maggiormente le donne (-68.700) rispetto agli uomini (-28.200).

Per quello che riguarda le fasce di età, l’occupazione di persone al di sotto di 25 anni è cresciuta di 43.600 unità durante il trimestre mentre il più grande calo è avvenuto tra coloro che hanno tra i 25 ed i 34 anni (-127.800 unità).

Su base annuale il tasso di occupazione in Spagna è sceso del 4,6%

Il declino viene suddiviso nella perdita di occupazione da parte di 49.400 persone nel settore pubblico e 47.600 persone nel settore privato.

Il numero di lavoratori autonomi è cresciuto di 65.100 unità durante il trimestre.

Gli stipendiati con contratto permanente sono diminuiti di 179.400 unità mentre gli stipendiati con un contratto temporaneo sono saliti di 15.300 unità.

Per quello che riguarda specifici settori, l’impiego è salito di 3.700 unità nel manufatturiero; sceso di 56.100 unità nell’edilizia; sceso di 32.700 unità nei servizi e di 11.900 unità nell’agricoltura.

Le Comunità Autonome con i maggiori aumenti di occupazione sono state: le Isole Baleari (25.200 unità); Extremadura (16.300) e Galizia (14.000).

Al contrario, le Comunità Autonome con i maggiori cali di occupazione sono state: Andalusia (-58.400 unità); Catalunia (-36.300) e Paesi Baschi (-25.100).

Il numero di disoccupati in Spagna è aumentato di 85.000 persone ed ha raggiunto la cifra di 5.778.100, pari ad un tasso di disoccupazione del 25.02%.

Il maggior calo nel numero di disoccupati durante il trimestre è avvenuto nella Comunidad de Madrid (15.100 disoccupati in meno), in Galizia (11.900) e in Castilla-La Mancha (9.600).

Al contrario, il maggior aumento di disoccupati è avvenuto in Andalusia (61.300 disoccupati in più); Comunidad Valenciana (26.500) e Región de Murcia (20.600)

Il numero di persone economicamente attive è calato di 12.000 unità, raggiungendo un tasso del 60,12%.

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise




x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube