Una procedura di selezione diversa

  • Sharebar

L’esperienza altrui relativa alla procedura di selezione all’estero può rivelarsi molto utile per capire le differenze rispetto all’esperienza in Italia.

In questo articolo traduco per voi, parafrasando, l’esperienza che Coby Chapple ha avuto quando è stato assunto da Github.

Si tratta di una testimonianza di parte che magari non rappresenta la maggioranza delle selezioni ma che penso possa fornire utili indizi su cosa le aziende cerchino in voi come candidati.

Inoltre, è una testimonianza che tante cose possono essere fatte diversamente da come la maggior parte delle aziende e delle persone le fanno oggi.

Primo contatto

La mia storia iniziò con una semplice e-mail. Mi stavo rilassando una sera bevendo una birra e leggendo articoli online quando ‘inciampai’ in un articolo di @kneath che parlava della metodologia di lavoro presso Github.

Avevo già letto moltissimi articoli scritti da persone che lavoravano in Github in passato ed ero sempre rimasto favorevolmente impressionato dal loro approccio relativo a come fare business, alla tecnologia e ad altri aspetti della vita.

Non sapevo se stessero assumendo o meno ma, un paio di giorni dopo aver  spedito una email a Kyle, mi ritrovai a parlare con lui su Skype.

Il primo contatto con Github da parte di ogni candidato è leggermente diverso.

Ma è quasi sempre con qualcuno che lavora in un ruolo molto vicino a quello del candidato (sviluppatore, designer o altro).

Questa conversazione fornisce la possibilità a Github di avere una prima sensazione riguardo la persona, come interagisce, ed iniziare a discutere la possibilità che il candidato si unisca all’azienda.

La mia prima chiacchierata con Kyle fu molto rilassata. Parlammo delle mie esperienze, della mia opinione relativa a Github come azienda, della mia tipica procedura di lavoro e del mio approccio al lavoro in generale.

Fu davvero una conversazione interattiva: Kyle rispose a tutte le mie domande e condivise interessanti punti di vista riguardanti l’azienda.

Non mi sembrò il tipico colloquio di lavoro ed era l’opposto di un incontro ad “alta pressione” come spesso esso si rivela.

Allora non lo sapevo ma questa sensazione continuò durante tutta la mia procedura di selezione e addestramento.

Il motivo per cui Github contatta inizialmente i candidati in questo modo è molto semplice. L’azienda crede che sia importantissimo assicurarsi che il candidato abbia una discussione iniziale con qualcuno che veramente capisca il lavoro che fanno. Riescono così a capire se la persona è in grado di inserirsi all’interno all’azienda dal punto di vista delle competenze e della cultura aziendale. Inoltre stabilisce il tono per il resto della selezione.

Github crede che evitando i tradizionali metodi di selezione basati sull’utilizzo di curriculum renda chiaro al candidato che l’azienda sta facendo sul serio e che è veramente interessata a loro.

Per i candidati che vengono ritenuti ad alta probabilità di essere idonei per l’azienda, il passo successivo riguarda un invito per un colloquio faccia a faccia nella sede di Github.

Colloquio di lavoro

L’azienda considera l’assunzione di personale una delle attività di critiche per il suo successo quindi cerca di fare in modo che il candidato si senta importante. Una volta arrivati a questo stadio della selezione, Github ha già un presentimento che il candidato abbia un grande potenziale quindi investe molto nel cercare di convincerlo a lavorare per loro.

Per tutti i candidati, l’azienda fornisce un volo di andata e ritorno per San Francisco. Anche se nel mio caso si trattava di un volo dall’Australia. All’aeroporto ci sarà un autista con un cartello con il nome del candidato che lo porterà ad un hotel.

Candidati di valore si meritano una esperienza personalizzata di assunzione quindi Github si impegna al massimo per essere flessibile ed adeguarsi agli impegni che il candidato ha già sia dal punto di vista lavorativo che familiare.

L’azienda pone anche molta attenzione per quel che riguarda il valore del tempo cercando di velocizzare la procedura di selezione. Nel mio caso, passarono solo un paio di giorni tra il mio contatto con Kyle e l’avere i biglietti aerei prenotati. Un altro recente neoassunto ricevette un’offerta di lavoro dopo solo quattro giorni dall’inizio del processo di selezione. Se vi invitiamo a volare verso i nostri uffici significa che siamo seri nei vostri riguardi.

Il giorno del mio colloquio di lavoro mi dissero di arrivare all’ufficio intorno alle 10.

Parlai con circa 10-12 persone durante il corso della giornata, di solito due alla volta, e tutti erano incredibilmente amichevoli. Durante la giornata lavorai anche con alcuni futuri colleghi su programmazione varia e parlando della mia precedente esperienza di lavoro freelance.

L’intera esperienza si rivelò molto rilassata e rimasi con l’impressione che l’obiettivo della procedura era fondamentalmente di conoscermi come persona. Ciò si rivelò più tardi essere esattamente quello che Github cercava di fare.

La mia esperienza è abbastanza tipica per i candidati che vogliono lavorare presso Github.

Generalizzando, durante la giornata parlerete ad una dozzina di persone, lavorerete con futuri colleghi su qualcosa di pratico e vi rilasserete giocando a biliardo.

Github spera che alla fine della giornata conoscerà il candidato abbastanza bene da offrire loro un posto di lavoro e che il sentimento sia ricambiato dal candidato.

Prima settimana

Quando qualcuno viene assunto, Github vi invita a passare la prima settimana di lavoro a San Francisco per un periodo di addestramento. Ogni nuovo assunto viene assegnato ad un ‘buddy’, un “compagno” che lo aiuta durante tutta la prima settimana.

Questi compagni aiutano i nuovi assunti ad inizializzare la propria piattaforma per i servizi usati da Github; ad installare gli ambienti di sviluppo sul nuovo laptop e mostrare come fare il proprio lavoro.

Io ho trovato utilissimo avere un ‘buddy’ che mi aiutasse durante la prima settimana. Grazie lui si rivelò molto più facile il “digerire” l’incredibile numero di informazioni da assorbire come neo assunto.

Se siete interessati a lavorare per Github date un’occhiata ai loro annunci di lavoro.

Commenta su Facebook

commenti





  • marcosero

    Sinceramente penso che l’articolo non dica tutta la verità. Per quanto GitHub sia sicuramente un posto fantastico in cui lavorare, il post è pubblicato sul blog ufficiale della compagnia e credo che difficilmente un impiegato avrebbe potuto scrivere delle critiche nel caso avesse incontrato problemi durante il recruitment

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Penso che tu abbia ragionissima! :-)


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube